Come riconoscere lo storno

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Presente in oltre 100 Paesi, lo storno è una delle specie appartenenti alla famiglia degli Sturnidi più nota al mondo, in particolare per la sua spiccata adattabilità alla convivenza con l'uomo e la capacità di imitare perfettamente il verso di altri volatili. Uccelli fortemente gregari, per la maggior parte dell'anno gli stormi ruotano nell'aria in grandi e numerosi stormi, i quali talvolta si posano e nidificano sulle sporgenze degli edifici, che vengono presto imbrattati dalle loro deiezioni. Per molto tempo è stata considerata una specie protetta, mentre solo recentemente alcune regioni italiane hanno autorizzato la caccia a questo famelico uccello, per contrastare la sua crescente diffusione. Attraverso i passaggi seguenti ci occuperemo di spiegarvi, nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come si può riconoscere lo storno.

27

Occorrente

  • connessione internet
  • enciclopedia degli animali
37

Caratteristiche principali

Come prima cosa, è bene sapere che lo storno è un piccolo uccello caratterizzato da un corpo snello e compatto, lungo circa 20-23 cm, e del peso che oscilla tra i 60 e i 100 grammi. La sua livrea, che può apparire a prima vista completamente nera, è in realtà iridescente e cambia radicalmente con l'alternarsi delle stagioni: in primavera e in estate è lucida, cangiante, con riflessi metallici verdi e viola, mentre durante il periodo invernale assume una tonalità più opaca e tendente al marrone, con gli apici delle piume del corpo color bianco. Anche il becco, lungo e appuntito, cambia colore con le stagioni, passando dal giallo acceso dell'estate, alle tonalità grigiastre dei mesi invernali.

47

Distinzione tra maschio e femmina

Le penne delle ali, della coda e del dorso sono bordate di marrone scuro, con una filettatura castano dorata. Le zampe, corte e sottili, sono generalmente di color rosso scuro. Non è particolarmente evidente alcun dimorfismo sessuale, quindi la distinzione tra maschio e femmina viene effettuata soprattutto in base alle dimensioni e di alcuni caratteri secondari quali il colore dell'iride (marrone scuro uniforme nel maschio, circondato da un anello castano chiaro nella femmina) o della base della mandibola inferiore (verde-azzurra nel maschio, bianco- rosata nella femmina).

Continua la lettura
57

Comportamento

Essi segnalano la loro agitazione sbattendo violentemente le ali, oppure fronteggiando gli oppositori, assumendo postura eretta e rizzando le piume del corpo e della testa. Gli uccelli sottomessi fuggono via velocemente anche se, in alcuni casi, il confronto può degenerane in una vera e propria carica, durante la quale gli storni utilizzano i lunghi becchi per pungersi e beccarsi. Come avrete sicuramente capito, si tratta di uccelli caratterizzati da alcuni elementi fondamentali, pertanto, ora che conoscete le loro peculiarità non avrete alcuna difficoltà nel riconoscerli e distinguerli dagli altri uccelli.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come riconoscere il sesso dei pulcini

Per gli allevatori è fondamentale sapere se quello che hanno davanti sia un pulcino maschio oppure femmina, poiché i primi, non essendo in grado di produrre uova, vengono solitamente scartati. Purtroppo non è semplice distinguere i due sessi, soprattutto...
Volatili

Come riconoscere il sesso del pappagallino cocorita

Questi simpatici e tenerissimi animali domestici, noti a tutti anche con il nome di cocorita o di parrocchetti ondulati, sono molto socievoli nonché i volatili più allevati al mondo, proprio grazie alle loro straordinarie capacità di adattarsi ai climi...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o come si può riconoscere. Purtroppo in molti, come per il pappagallo cenerino, non è possibile riconoscerlo. Il pappagallo...
Volatili

Come riconoscere le galline che hanno l'attitudine alla cova

Le galline non sono certo gli animali più belli e simpatici della terra, ma certamente ricoprono un ruolo fondamentale nella vita di tutti i giorni. Infatti allevare delle galline ci garantisce una continua produzione di uova, utili per la realizzazione...
Volatili

Come Riconoscere Il Verdone

Capire come riconoscere il Verdone è allo stesso tempo semplice e complicato. Il Verdone, nome ufficiale Chloris Chloris, è un volatile appartenente alla famiglia dei passeriformi (come suggerisce il nome, a forma di passero), nello specifico nel ceppo...
Volatili

Come riconoscere un fringuello

Svilupperemo la guida che seguirà sulla una tematica riguardante gli animali e, più precisamente, gli uccelli. Infatti, avrete notato anche attraverso il titolo che accompagna il nostro articolo, ora andremo a offrirvi qualche utile indicazione su come...
Volatili

Come Riconoscere La Ballerina

Un adorabile uccello conosciuto e presente in grande quantità di esemplari anche in italia "La Ballerina". Questo è possibile trovarlo anche in luoghi con clima rigido dal circolo polare artico, al sud dell'Iran, Himalaya e sud della Cina ma questi...
Volatili

Come riconoscere i rapaci in volo

Come riconoscere i rapaci in volo? Se sei interessato a questa guida probabilmente potrai fare grandi passi nel birdwatching! Tale pratica infatti consente di imparare ad ammirare gli uccelli in volo, senza intenti venatori ma per semplice soddisfazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.