Come riconoscere un fringuello

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Svilupperemo la guida che seguirà sulla una tematica riguardante gli animali e, più precisamente, gli uccelli. Infatti, avrete notato anche attraverso il titolo che accompagna il nostro articolo, ora andremo a offrirvi qualche utile indicazione su come riconoscere un fringuello. Possiamo incominciare immediatamente con le nostre argomentazioni su questa tematica davvero molto interessante.
Il fringuello fa parte dei migratori e proviene dall'Africa. Esso è lungo circa 16 centimetri e, in genere, ha un peso che non supera i 25 grammi. Inoltre il fringuello produce dei suoni molto piacevoli e particolari, ecco perché si dice "cantare come un fringuello".

25

La distinzione del sesso del fringuello

Per poter riuscire a riconoscere dal punto di vista strutturale il fringuello, e riuscirne anche a individuare il sesso, il primo elemento che dobbiamo andare a osservare sono sicuramente le sue piume. Attraverso uno sguardo più attento, possiamo renderci conto che, per quanto riguarda il maschio, esse si presentano di colore ramato sul petto e di colore verdastro nella zona del dorso. La testa e di colore bianco, con una mascherina ben marcata all'altezza degli occhi che invece, a contrasto, sono di colore nero. Le ali sono anch'esse nere, con importanti striature giallo-verde, ed inoltre all'altezza della spalla, presentano una vistosa macchia biancastra. Il becco invece ha una colorazione violacea nel periodo estivo, mentre in quello invernale subisce una sorta di trasformazione diventando di color carne.

35

Il ruolo del maschio e della femmina

Non appena la femmina di fringuello dá alla luce i piccoli, in maschio, generalmente indipendente e autonomo, provvede a procurare del cibo fino a quando non diventano indipendenti, dopodiché si separa da loro e dalla stessa femmina. Ma vediamo la descrizione di quest'ultima: la testa della femmina si presenta del colore castano con un leggero velo bianco. Le ali invece hanno una colorazione tendente all'azzurrino, con striature bianche particolarmente marcate, che consentono di individuarla facilmente quando vola.
Il ruolo della femmina di fringuello è fondamentale, in quanto essa costituisce in completa autonomia il nido, utilizzando dei fili d'erba e degli altri materiali reperibili nell'ambiente che la circonda. Così facendo, essa riesce a rendere il nido mimetico e protettivo rispetto ai possibili attacchi dei predatori, come potrebbero essere i falchi.

Continua la lettura
45

Il suo habitat

Il fringuello ama vivere in zone molto verdeggianti come ad esempio nei boschi, nei parchi, nei campi coltivati dove può procurarsi il cibo preferito (la canapa e il niger, semi tipici che si acquistano per cardellini e canarini nella cosiddetta miscela). La migrazione del fringuello, avviene generalmente dalla fine di settembre alla fine di novembre, mentre il ritorno sul territorio da fine febbraio alla metà di aprile.
In conclusione, eccovi un utilissimo link per andare a proseguire le vostre ricerche sull'argomentazione che abbiamo sviluppato lungo questi tre brevi passi: https://it.wikipedia.org/wiki/Fringilla_coelebs.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come riconoscere un'upupa

L'upupa è un meraviglioso uccello di medie dimensioni, che presenta il becco lungo e sottile, ma ciò che lo caratterizza per poterlo riconoscere è il piumaggio formato da un ciuffo di penne sul capo. Il nome di questo animale rappresenta un'onomatopea...
Volatili

Come riconoscere una gazza ladra

Il mondo dei volatili copre una vasta gamma di esemplari dalle diverse dimensioni. La varietà del loro colore e del loro piumaggio desta un stato di meraviglia in chi li osserva e ne permette il riconoscimento della specie. Per gli appassionati di...
Volatili

Come riconoscere il sesso dei pulcini

Per gli allevatori è fondamentale sapere se quello che hanno davanti sia un pulcino maschio oppure femmina, poiché i primi, non essendo in grado di produrre uova, vengono solitamente scartati. Purtroppo non è semplice distinguere i due sessi, soprattutto...
Volatili

Come riconoscere in canto degli uccelli

I colori e soprattutto i suoni che la natura ci offre sono sempre emozionanti e suggestivi. Soprattutto quando si parla di animali e, nello specifico, di uccelli. Gli esseri viventi più liberi per antonomasia. Arrivare a padroneggiare il canto di questi...
Volatili

Come riconoscere il sesso del pappagallino cocorita

Questi simpatici e tenerissimi animali domestici, noti a tutti anche con il nome di cocorita o di parrocchetti ondulati, sono molto socievoli nonché i volatili più allevati al mondo, proprio grazie alle loro straordinarie capacità di adattarsi ai climi...
Volatili

Come Riconoscere Il Pavo Cristatus

Il Pavo Cristatus è un meraviglioso volatile che popola parchi e giardini. La sua presenza allieta chiunque lo osservi. Affascina per la sua maestosità ed eleganza. Non ricercare troppo lontano. Questo animale è più comune di quanto pensi. Stiamo...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o come si può riconoscere. Purtroppo in molti, come per il pappagallo cenerino, non è possibile riconoscerlo. Il pappagallo...
Volatili

Come Riconoscere Il Tucano Toco

Il mondo animale è uno spazio che viene ammirato da bambini e adulti di ogni età ma non tutti sono in grado di dargli un nome e capire il loro habitat. Come riconoscere il Tucano Toco non è difficile per gli amanti della fauna, uomini esperti che non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.