Come riconoscere un insetto stecco

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il regno animale è pieno di meravigliose creature che affascinano tutti noi. In questa particolare giuda, scopriremo come riconoscere un insetto stecco. Se non ne abbiamo mai visto uno, impareremo a individuarlo facilmente. Se poi ci piacerà davvero tanto, potremmo addirittura volerlo allevare in casa. Non ci resta allora che vedere insieme come si presenta, quale è il suo habitat e qualche caratteristica inaspettata. Ricordiamo che questo animaletto non è per niente pericoloso per gli esseri umani.

27

Occorrente

  • Libro sugli insetti
  • Lente di ingradimento
  • Macchina fotografica
37

Morfologia

Il primo passo su come riconoscere l'insetto stecco è imparare come è fatto. Iniziamo col dire che la sua lunghezza può variare dai 5 ai 25 centimetri. La forma è molto sottile, esile ed affusolata e possono avere o meno le ali. Oltre agli occhi (di tipo primitivo), sulla testa troviamo anche antennine. Parliamo della bocca. Questa permette di masticare il cibo vista la presenza di mandibole e labbra in grado di identificare il cibo. L'esoscheletro presenta numerose "spine" che gli permettono di mimetizzarsi facilmente. Le zampe appuntite e "prensili", permettono all'insetto stecco di arrampicarsi facilmente su alberi e piante.

47

Mimetismo

Almeno una volta nella vita abbiamo sentito parlare di questi insetti e del loro potere "mimetico". Se siamo andati in qualche negozio di animali ben fornito, sicuramente abbiamo fatto fatica a vederli al primo sguardo. È proprio questa loro caratteristica che li rende così particolare anche a chi non ama tanto gli insetti. Possono addirittura cambiare colore a seconda della superficie su cui si appoggiano. Imitano i rami, le foglie ed i licheni. Questo rende possibile loro difendersi da animali predatori più grandi. Ovviamente torna utile anche quando sono a caccia in quanto la prede non sa quanto siano realmente vicini.

Continua la lettura
57

Ciclo vitale e allevamento

Dopo aver visto "quasi" tutto sull'insetto stecco, scopriamo come allevarli in casa. Basterà procurarsi delle vasche di vetro abbastanza capienti. Riempiamole con varie specie di piante, rami e sassi. Ci vorrà anche una lampada da 20 watt per riscaldare l'ambiente e una piccola bacinella con acqua per tenere costante l'umidità. Possiamo quindi acquistare la nostra prima coppia e aspettare che depongano le uova per avere altri piccoli. Per finire è bene sapere cosa mangiano questi insetti. Vanno bene foglie di quercia, biancospino, edera ed il rovo. Fatto questo, non ci resta che accudire anche i piccoli. Avranno bisogno di un ambiente tranquillo e pulito per crescere in ottima salute.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Compriamo una coppia in un negozio specializzato nel caso volessimo allevarli
  • Non prendiamolo dal suo habitat solo per il gusto di averlo a casa nostra
  • Non spaventiamo l'animaletto nel caso lo incontriamo nei boschi o prati
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come Allevare Allo Stecco Una Calopsite

In questa guida vedremo allevare in maniera particolare un tipo di pappagallo davvero molto carino e affascinante. Vedremo per l'appunto, attraverso una serie di semplicissimi e chiari passaggi, come poter allevare allo stecco una calopsite, in modo da...
Invertebrati e Insetti

Gli insetti più strani del mondo

Gli amanti della natura, sono spesso anche amanti degli animali. Gli appassionati infatti hanno spesso curiosità e voglia di scoprire le varie specie di animali e di piccoli insetti presenti nel mondo per acquisire nuove e importanti informazioni a riguardo....
Invertebrati e Insetti

Come Riconoscere L'Insetto Foglia Gigante

L'insetto foglia gigante, chiamato anche Phyllium, è tra gli insetti dell'ordine dei Fasmidi che ha raggiunto gradi di specializzazione incredibili nel campo del mimetismo criptico, mettendo in difficoltà chiunque voglia riuscire a vederlo. Il corpo...
Invertebrati e Insetti

Gli insetti più pericolosi del mondo

Generalmente alcuni insetti come lo scorpione incutono terrore solo a vederli in foto. Da sempre gli insetti sono protagonisti di film avventurosi e horror per due motivi. Il primo è che solitamente strisciano e sono silenziosi per cui sono temuti dall'essere...
Invertebrati e Insetti

I principali insetti con 4 ali

L'ordine degli imenotteri comprende molte specie di insetti e tra questi la maggior parte presenta quattro ali sul dorso. La parola imenottero deriva infatti da Hymen, ossia membrana, quella che forma le ali stesse di questi insetti. I benefici di questa...
Invertebrati e Insetti

Come Allevare Un Bombyx Mori Per Ottenere Il Filo Da Seta

In questi tempi di crisi enorme, la produzione propria delle materie prime è importante per risparmiare molto: avendo le conoscenze giuste, il materiale necessario ed un'ottima pazienza, riuscirete ad ottenere degli incredibili successi. Una cosa che...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una zanzara tigre

La famigerata zanzara tigre, la quale ci fa visita puntualmente ogni anno con la bella stagione, pare provenga dal continente asiatico. Individuare questo tipo di insetto è piuttosto facile, considerando la sua caratteristica colorazione. Purtroppo però...
Altri Mammiferi

Come Riconoscere Il Grillo Talpa

Il grillo talpa è un insetto appartenente alla famiglia dei Gryllotalpidae. Viene considerato come un animaletto dannoso per i terreni coltivati a prati e per gli orti: questo accade perché l'insetto scava delle gallerie sotterranee che danneggiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.