Come riconoscere un potamocero

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il potamocero è un mammifero che appartiene alla famiglia dei suini che vive prevalentemente nelle zone orientali e meridionali dell'Africa. Questi esemplari popolano praterie, boschi fluviali, paludi, canneti e le aree semi-aride e si suddividono in sei sottospecie. Tuttavia, questi animali si vedono raramente in natura perché vivono in luoghi difficilmente accessibili agli esseri umani, dove sono attivi per lo più durante la notte. In alcune parti dell'Africa, essi si nutrono delle colture agricole e, nonostante le numerose uccisioni dovute al conflitto con gli esseri umani, la loro popolazione è ancora cospicua e stabile, tant'è che non compaiono sulla lista degli animali in via di estinzione. Ma ora vediamo come riconoscere un potamocero.

24

Il potamocero ha un peso che può variare dai 50 fino ai 140 kg, a seconda della sua età; l'altezza al garrese è di circa 70 cm, mentre la sua coda raggiunge i 45 cm di lunghezza. Per quanto riguarda il manto, il potamocero non presenta un'unica tinta; quelli giovani, come accade anche per i cinghiali, si distinguono per il manto striato. Il manto degli adulti, invece, può andare dal rossastro fino al nero, oltre a presentare peli di colore bianco e giallastro; questi ultimi si trovano specialmente sul dorso oppure lateralmente sul capo. Aiuta a riconoscere un potamocero anche il ciuffo di peli che spunta dalle orecchie.

34

Per quanto riguarda l'alimentazione, tale mammifero è onnivoro, mangiando sia erbe che frutti, insetti e rettili; è anche molto goloso di uova e di carogne di animali. Inoltre, la fame può portarlo a cacciare animali da allevamento, in particolar modo quelli più indifesi e di piccole dimensioni come gli ovini. Le impronte del potamocero sono piccole e di forma somigliante a quelle dell'ilocero; raggiungono al massimo gli 8 cm. Dopo che l'esemplare diventa maturo sessualmente (3 anni), la riproduzione assume un carattere stagionale (da settembre ad aprile).

Continua la lettura
44

Ogni femmina partorisce, in media, una volta all'anno e i piccoli nascono all'interno di un nido d'erba interrato (a circa 1 metro di profondità) e scavato dalla femmina stessa. Solitamente un esemplare femmina riesce a partorire da 1 a 6 piccoli per ogni gestazione; la nascita avviene circa 4 mesi dopo la fecondazione. Purtroppo la caccia ha portato, in alcune zone, ad un eccessivo calo della presenza dei potamoceri; si è reso necessario, pertanto, un monitoraggio costante dei capi per evitare che possa scomparire nel giro di pochi anni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Gli animali più grandi del mondo

Osservando con accuratezza il pianeta Terra, potremo renderci conto con facilità quanto sia popolato da creature bizzarre di vario tipo, forme e dimensioni. Dal più grande predatore, al più simpatico e piccolo erbivoro, fino ad arrivare ai nostri animali...
Altri Mammiferi

Tutto sul fennec

Nel nord Africa, nel deserto del Sahara, vive un piccolo mammifero chiamato fennec, comunemente noto come "volpe del deserto", la cui caratteristica principale sono due grandi orecchie a punta che gli forniscono un udito sensibile e molto sviluppato e...
Altri Mammiferi

I 5 mammiferi più pericolosi

I mammiferi soprattutto i carnivori sono tra gli animali più maestosi e pericolosi dell'intera fauna terrestre. Le loro fauci con denti aguzzi e i loro artigli affilati sono il terrore delle loro prede, frutto del continuo perfezionamento dell'evoluzione...
Altri Mammiferi

5 mammiferi marini

Con il termine "mammiferi" si indica una vasta gamma di animali piuttosto dissimili tra loro (si va, ad esempio, dai delfini ai cani, dai leoni agli esseri umani), ma accomunati da due caratteristiche fondamentali: tutti i mammiferi sono vertebrati e...
Animali da Compagnia

Tutto sulla riproduzione dei conigli ariete

Il coniglio ariete ma detto anche nano, e chiamato con il suo nome specifico "Oryctolagus cuniculus", è un'animale ad utilizzo domestico. Esso è caratterizzato da orecchie pendenti inabilitate al movimento che gli permettono all'animale di regolare...
Gatti

Tutto sullo York Chocolate

Quella dello York Chocolate è una razza sviluppatasi spontaneamente e di recentissima selezione. È un gatto massiccio e dal pelo estremamente lungo e setoso, molto affascinante: è impossibile non innamorarsi di questo elegante felino! In una remota...
Cani

Come curare un Terranova

Il Terranova è un cane di grossa taglia, forte, con spiccate attitudini funzionali, in origine impiegato come cane da lavoro per tirare le reti dei pescatori e trasportare legna dalle foreste. Molto adatto a lavorare in acqua come sulla terra, è un...
Altri Mammiferi

Come distinguere le razze dei cavalli

Il cavallo, come animale domestico, è un mammifero di media-grossa taglia appartenente al genere equino. Il cavallo è un animale longevo che può superare i 40 anni di età, anche se la sua vita media è dai 25 ai 30 anni. L'uomo nel tempo si è impegnato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.