Come riconoscere uno stambecco

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Lo stambecco è caratterizzato dalle corna molto grosse e incurvate all'indietro. Compare raramente, principalmente negli stemmi di famiglie o comunità alpine. Come animale araldico lo stambecco è un carico araldico e di norma viene rappresentato alla destra ed eretto sulle due zampe posteriori. Il colore scelto per lo stambecco araldico è molto spesso nero, ma può essere anche grigio o, raramente, color oro. Come altri animali araldici, lo si trova in bandiere ed in altri oggetti simbolici. Lo si può facilmente identificare in simboli che riportano una o tre cime. Le parti del corpo rappresentate possono essere o meno differenziate nel colore. Nei passi della guida a seguire sarà illustrato come riconoscere uno stambecco.

24

AMBIENTE

Innanzitutto, ci sono determinati tipi di ambiente nei quali è più facile avvistare uno stambecco ed all'infuori dei quali è più probabile che l'animale avvistato sia di un'altra specie, magari un cervo o un camoscio. Gli stambecchi prediligono gli ambienti rocciosi di alta montagna, arrivando in estate fin oltre i 3000 metri di altitudine; in inverno si mantengono invece tra gli 1800 ed i 2500 metri, mentre in primavera li si può vedere anche a quote inferiori, intorno ai 1400 metri, dove si recano per cercare l'erba fresca anche negli ambienti boscosi.

34

TRACCE

Per capire se la zona che stiamo esplorando è effettivamente frequentata dagli stambecchi, è indispensabile fare riferimento alle tracce che essi si lasciano alle spalle. Con un po' di attenzione e di fortuna, potremo quindi trovare sul terreno le impronte degli zoccoli: esse sono in genere lunghe tra i 7 ed i 10 centimetri e larghe circa 6, di forma complessivamente tondeggiante, con le due dita che compongono lo zoccolo piuttosto ben visibili. Le impronte dello stambecco si differenziano da quelle del camoscio per le dimensioni e per la forma, che nel camoscio è meno bombata e più allungata. Quelle del capriolo, invece, nonostante siano piuttosto simili alle impronte di stambecco sono però molto più piccole.

Continua la lettura
44

IDENTIFICAZIONE DELLA SPECIE

Una volta accertato che la zona della nostra passeggiata è effettivamente popolata di stambecchi, l'indizio migliore per identificare la specie dell'animale che abbiamo visto è senza dubbio il suo aspetto. Nel caso dello stambecco, l'animale con il quale è più facile confonderlo è il camoscio, che vive negli stessi ambienti. Nel complesso, lo stambecco ha l'aspetto di una grossa capra, dall'altezza compresa tra i 70 ed i 90 centimetri; il camoscio è leggermente più piccolo e meno imponente. Il mantello è marrone-grigiastro in estate, mentre in inverno diventa più folto e di colore marrone scuro, anche se le femmine rimangono un po' più chiare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Come riconoscere un potamocero

Il potamocero è un mammifero che appartiene alla famiglia dei suini che vive prevalentemente nelle zone orientali e meridionali dell'Africa. Questi esemplari popolano praterie, boschi fluviali, paludi, canneti e le aree semi-aride e si suddividono in...
Altri Mammiferi

Come Riconoscere Il Grillo Talpa

Il grillo talpa è un insetto appartenente alla famiglia dei Gryllotalpidae. Viene considerato come un animaletto dannoso per i terreni coltivati a prati e per gli orti: questo accade perché l'insetto scava delle gallerie sotterranee che danneggiano...
Altri Mammiferi

Come Riconoscere Un Alce

L'alce (Alces alces) è il più grande Cervide esistente in natura. Alla stessa famiglia (identificata da Linnaeus nel 1758) appartengono caprioli, renne, daini e cervi. Attualmente è diffuso in tutto l’emisfero settentrionale dall'Europa, all'Asia,...
Altri Mammiferi

Come riconoscere un Oritteropo

Quest'oggi, vorrei presentarvi un simpaticissimo mammifero non molto conosciuto: l'Oritteropo. Questo curioso animale vive nell'Africa centromeridionale, e guardandolo per la prima volta, la cosa che colpisce di più è il suo curioso aspetto: presenta,...
Altri Mammiferi

I mammiferi delle Alpi

L'ecosistema delle Alpi comprende circa 80 specie di mammiferi. Alcuni sono veri e propri simboli della montagna, come gli stambecchi. Altre, quali i pipistrelli, popolano habitat più vasti. Nel novero troviamo anche specie purtroppo a rischio di estinzione....
Altri Mammiferi

Artiodattili: ambiente di vita e nutrizione

Gli Artiodattili è un ordine di mammiferi erbivori ungulati, provvisti di arti le cui estremità (le dita) sono ricoperte da zoccoli. Quest'ordine di mammiferi si caratterizza per la particolare forma del piede. Essi, infatti, hanno un piede con dita...
Altri Mammiferi

Guida ai vari finimenti del cavallo

Il mondo animale definisce esemplari a volte anche sconosciuti, che siano pesci, cani, gatti uccelli cavalli, ognuno con caratteristiche e cure differenti, sta a noi dargli l'aspetto che meritano. Vediamo insieme una guida ai vari finimenti del cavallo,...
Altri Mammiferi

Come Identificare Le Impronte Di Animali

Le impronte rilasciate sul terreno sono facilmente identificabili, per cui si può stabilire con assoluta certezza se si tratta di quelle di esseri umani o di varie specie animali. A riguardo di questi ultimi, bisogna però conoscere il tipo di zampa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.