Come ridurre la caduta dei peli del cane

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il problema della caduta dei peli del cane affligge molti possessori di questo delizioso quadrupede. Di norma, il pelo del cane si rinnova due volte all'anno, in primavera ed in autunno. Si tratta della "muta", un normale fenomeno fisiologico. Anche se la caduta del pelo di ogni cane dipende, in termini di frequenza e di quantità, dal tipo di razza o dal suo stato di benessere in un determinato momento. Il pelo che forma l'intero manto del cane è la protezione della cute del nostro amico. Inoltre serve come termoregolatore, per conservare sempre costante la temperatura del suo corpo. Al fine dell'eliminazione del pelo morto, i veterinari suggeriscono di spazzolare frequentemente il pelo del cane, specialmente durante i periodi di muta. Nella stagione invernale il pelo di molti cani cresce in modo più folto, per poi cadere in primavera. Un cane d'appartamento presenterà invece crescite ridotte di strati di pelo. Ciò per via del calore e della luce artificiale presenti all'interno della casa. A tal proposito, nei prossimi paragrafi vedremo come ridurre la caduta dei peli del cane.

28

Occorrente

  • Spazzola
  • Prodotti da bagno neutri
38

Spazzolare il cane frequentemente

Come anticipato, la ragione più frequente della perdita del pelo del cane è il cambiamento delle stagioni. Infatti in estate il cane tende a manifestare un manto più sottile. Con l'osservazione di questi cicli, l'intervento più adeguato per ridurre la caduta dei peli del cane è quello di spazzolarlo spesso, soprattutto nei periodi della muta, per agevolare il distacco del pelo superfluo. Una buona toelettatura sarà in grado di arginare il problema. Indicativamente, un cane a pelo corto andrà spazzolato una o due volte a settimana mentre un cane a pelo lungo richiederà una frequenza maggiore, pertanto potremo spazzolarlo anche tutti i giorni. Chiediamo consiglio a chi si occupa periodicamente, in modo professionale, della toelettatura del nostro cane. Otterremo certamente delle utili indicazioni per poterla eseguire correttamente, anche a casa nostra.

48

Garantire un'alimentazione equilibrata

Nel dubbio che la perdita del pelo del cane non sia attribuibile ai cambiamenti stagionali ma ad una carenza di nutrienti o ad una alimentazione povera, per poterla ridurre gli garantiremo un'alimentazione equilibrata. Badiamo che la sua razione quotidiana sia ricca di verdure e proteine, ma con pochi amidi. Spesso sono le intolleranze alimentari ed altro genere di problemi di nutrizione a determinare la perdita del pelo in un cane. Nel sospetto di un'intolleranza alimentare, rivolgiamoci al veterinario per dei cibi alternativi. Sovente, nel caso di modifiche dell'alimentazione, capita di vedere ridurre la perdita del pelo entro 7-10 giorni.

Continua la lettura
58

Prevenire i problemi di secchezza cutanea

Potremmo anche notare una secchezza della pelle del nostro cane oppure delle ferite provocate da lui stesso, nell'atto del grattarsi. In questi casi è possibile che la ragione della perdita del pelo siano queste anomalie. Infatti, se la pelle sottostante non è sufficientemente idratata, il follicolo del pelo potrebbe indebolirsi, provocando la caduta del pelo. In questo caso, potrete accorgervi del problema esaminando la pelle sottostante. Se è scoperta in più punti, arrossata o screpolata, la perdita del pelo potrebbe essere dovuta più ad un problema dermatologico che relativo alla muta stagionale. In questo caso l'intervento da adottare è quello di rivolgersi immediatamente al veterinario di fiducia. Egli, sottoponendo il cane ad alcuni esami, potrà chiarirne l'origine e, di conseguenza, intervenire in modo corretto. Potrebbe anche accadere che la perdita del pelo (insieme a fenomeni di prurito e di vesciche) sia riferibile ad alcuni sgradevoli fattori, come la rogna o una carenza di vitamine. Anche stavolta occorrerà accertarsene. Quindi, su indicazioni del veterinario, si potranno trattare nel modo più appropriato.

68

Evitare prodotti per il bagno troppo aggressivi

Un ulteriore motivo della perdita di pelo potrebbe essere l'uso di prodotti da bagno per il cane troppo aggressivi. In tal caso, per ridurre la caduta del pelo, basterà sostituirli con prodotti neutri, che rispettino il giusto Ph della pelle del cane https://www.ideegreen.it/perdita-del-pelo-nel-cane-56805.html. A questo proposito, è inoltre indispensabile evitare di usare per il bagno del cane, prodotti creati per l'uomo, poiché il Ph canino è decisamente diverso da quello umano. Inoltre, in caso di perdita di pelo abbondante è sconsigliabile fare troppi bagni al cane, soprattutto se con shampoo o lozioni chimiche, gli eccessivi lavaggi possono infatti portare ad uno stress dermatologico e inibire la corretta crescita del pelo novello.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare il veterinario in tutti i casi anomali, compreso il proseguimento della caduta del pelo, nonostante tutti gli accorgimenti adottati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Il cane è ormai l'amico fedele dell'uomo: vive liberamente nelle nostre case, dorme senza problemi nei nostri letti ma al contempo lecca tutto ciò che trova per strada. Seppure proviamo un amore incondizionato, è necessario ricordare che il cane è...
Cura dell'Animale

Come lavare a secco il cane

Quando decidiamo di prendere in casa un animale, cane, gatto od altro, dobbiamo essere convinti della scelta appena fatta e pensare che questi esserini necessiteranno di essere accuditi. Cibo e bagnetto sono solo una parte delle cure necessarie per fare...
Cura dell'Animale

5 modi naturali per lavare il proprio cane

Se avete degli animali domestici ed in particolare un cane, è importante lavarlo periodicamente sia per tenere il pelo pulito che per scongiurare la proliferazione di acari e parassiti. In commercio ci sono molti prodotti chimici che spesso non sono...
Cura dell'Animale

Come tagliare il pelo del cane

È possibile tagliare il pelo del proprio cane in casa attraverso delle semplici ed utili accortezze. Prendersi cura del manto dell'animale domestico è fondamentale per il suo benessere, soprattutto se si tratta di un pelo lungo e piuttosto impegnativo...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione estiva

In tutte le stagioni, secondo la temperatura, è necessario prendere gli opportuni accorgimenti. Ciò non è valido soltanto per le persone. Bensì anche per gli animali domestici. Nella stagione estiva, con il clima spesso torrido, occorre adottare alcune...
Cura dell'Animale

Cura e salute del cane maltese

Il Maltese è una razza canina di taglia abbastanza piccola anche se molto socievole, curioso, vivace e sempre attento. È un cane che può tranquillamente, data la sua stazza, vivere in un appartamento. Inoltre riesce ad installare degli ottimi rapporti...
Cura dell'Animale

5 consigli per pulire la cuccia del cane

Accogliere in casa un cucciolo di cane significa dargli l'affetto e le cure di cui ha bisogno; dobbiamo quindi informarci riguardo a tutte le attenzioni da avere nei confronti del cane per assicurargli una crescita sana. Oltre alle vaccinazioni, il cibo...
Cura dell'Animale

Come eliminare il tartaro dai denti del tuo cane

L'igiene dei denti del proprio cane non è un fattore da sottovalutare. Bisogna invece garantirla per evitare problemi a tutta la zona orale. Infatti potrebbero insorgere delle infiammazioni o delle problematiche di masticazione. Pertanto, in modo regolare,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.