Come rimuovere i bruchi tessitori dalle piante

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi possiede un giardino di modeste dimensioni o anche un orto sa che vi è sempre presente una lotta contro i parassiti e gli insetti. Molti di questi tendono ad ammalare o addirittura far morire le piante o gli alberi su cui si appoggiano particolarmente (da ricordare il quasi sterminio delle palme a causa del punteruolo rosso). Questi animali tendono a cibarsi, quindi a distruggere ed ammalare la pianta: ognuno ha una sua pianta habitat e ve ne sono di svariate specie. Nella guida vedremo come rimuovere i bruchi tessitore: si tratta di una tipologia di farfalla che predilige gli alberi ad alto fusto come le querce ed i ciliegi, quindi vediamo nella seguente guida come fare.

26

Occorrente

  • guanti, insetticida naturale o chimico
36

I bruchi tessitori sono larve di farfalle notturne che si cibano di foglie e che tessono sui rami una sorta di "tenda" dove trovano riparo centinaia di esemplari. Anche i tempi di riproduzione sono molto veloci per cui la loro propagazione è molto rapida e le piante si ritrovano in poco tempo letteralmente infestate da questi animali. Quando il tempo lo permette, i bruchi escono dal loro riparo tutti in fila ed iniziano a cibarsi delle foglie. Dopo circa 6-8 settimane scendono sul terreno e costruiscono dei piccoli bozzoli del tipico color giallo chiaro dai quali, dopo una decina di giorni, usciranno le farfalle adulte.

46

Gli alberi che questi bruchi prediligono sono quelli ad alto fusto quali il melo, il ciliegio, la quercia, la betulla, l'acero e il pioppo ma fortunatamente è abbastanza facile individuarli ed eliminarli prima che danneggino la pianta. In primavera, quando spuntano le prime foglie, inizia ad esaminare più da vicino i tuoi alberi in quanto è proprio in questo periodo che i bruchi tessitori iniziano a costruire i loro nidi. Controlla bene soprattutto le biforcazioni dei rami, il luogo migliore dove impiantare le "tende" ma anche il tronco principale in quanto alcuni tipi di larva costruiscono i loro ripari anche sulle parti piatte dell'albero.

Continua la lettura
56

A seconda delle condizioni per eliminare le tende si possono utilizzare le mani, man ben ricoperte da guanti per evitare irritazioni, oppure da bastoni con dei chiodi posti sulla cima. Eliminare i bozzolo per evitare la riproduzione: l'ideale sarebbe di bruciarli non appena si trovano. Per infestazioni più estese è consigliabile fare uso di insetticida specifici: evitare prodotti chimici che sterminano totalmente ogni insetto, poiché elimina anche quelli buoni come api e coccinelle.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Controllare che non vi siano altri insetti parassiti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come allevare le farfalle

La farfalla è senza ombra di dubbio uno degli esseri viventi più affascinanti che popolano la Terra. La sempre maggiore urbanizzazione, però, rischia di distruggere il loro habitat naturale e, di conseguenza, di mettere a rischio la stessa sopravvivenza...
Invertebrati e Insetti

Tutto sulla farfalla cobra

La Farfalla cobra è una grande falena appartenente alla famiglia delle Saturniidae, composta da più di 1800 specie. Questa farfalla, nota anche con il nome di Attacus atlas, è molto diffusa nelle foreste tropicali e subtropicali del Sud-Est asiatico,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare la falena Tiger Moth

Nel periodo autunnale, soprattutto ad ottobre, i prati si riempiono dei bruchi delle falene Tiger Moth. Puoi "adottarne" uno e prendertene cura fino a che non diventa una falena, così da ammirare da vicino il suo caratteristico colore bianco e nero....
Invertebrati e Insetti

Come sbarazzarsi delle cimici verdi

Le palomena prasina, chiamate comunemente cimici verdi, sono insetti eterotteri, appartenenti alle specie polifaghe, che si cibano cioè di differenti sostanze. Infestano e attaccano piante erbacee, arbusti e alberi e sono tra le maggiori avversità del...
Invertebrati e Insetti

Come attirare le coccinelle e gli insetti utili nell'orto

Avete un giardino in casa? Vi piacerebbe coltivare un orto domestico, per poter mangiare con totale sicurezza alimenti sani e genuini, senza però usare insetticidi o pesticidi? Per fare ciò esistono diverse alternative, come ad esempio arricchire il...
Invertebrati e Insetti

Come sbarazzarsi delle cavallette

Quando ci prendiamo a cuore il benessere del nostro giardino o di una area verde dobbiamo tener conto di una serie di elementi e variabili che possono in un certo qual modo minacciare il benessere delle piante. A tal proposito diventa quindi fondamentale...
Invertebrati e Insetti

Come realizzare un rifugio per insetti

Al mondo si contano circa 32 differenti tipologie di insetto.C'è chi è velenoso, chi innocuo e chi procura solo fastidio col suo ronzio.Non tutti però sanno che anche esseri così piccoli sono molto utili per la nostra Terra.In molti non badano al...
Invertebrati e Insetti

Zanzare: 10 consigli per allontanarle in modo naturale

Le zanzare sono le protagoniste indiscusse dell'estate. Arrivano con il caldo, alcune specie sono attive nelle ore notturne, altre invece in quelle diurne. Tutte sfruttano i ristagni di acqua per deporre le uova. Le loro punture fastidiose possono essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.