Come riscaldare un terrario col tappetino riscaldante

Tramite: O2O 15/11/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il terrario soprattutto in inverno può divenire molto freddo ma nello stesso tempo fastidioso per l'animale e quindi bisogna cercare una soluzione per regolarlo a temperatura ambiente o ancora meglio mantenere caldo lo stesso ambiente e quindi una strategia per riscaldare il terrario. Una soluzione molto utile e molto sviluppata dalla maggior parte delle persone è proprio il tappetino riscaldante che viene messo sul suolo della gabbia o all'interno di qualche porta animale per riscaldarlo. Vediamo di seguito come riscaldare un terrario col tappetino riscaldante.

25

La scelta del tappetino

La scelta del tappetino è molto importante visto che in circolazione ci sono diversi tipi di tappetini riscaldanti ma soprattutto anche quelli impermeabili che possono essere inseriti direttamente in ambiente con l'acqua. Mentre i tappetini riscaldanti normali possono essere messi in ambienti o contenitori con totale assenza di acqua quindi sia interni o esterni. Ovviamente è molto importante anche sapere che tra il tappetino riscaldante normale o impermeabile è necessario mettere uno strato di terra o qualcosa da non mettere in stretto contatto l'animale con il tappetino visto che può raggiungere temperature molto elevate.

35

La posizione

La posizione del tappetino è molto importante se non fondamentale ma nello stesso tempo è molto facile. È facile soprattutto il tappetino riscaldante per l'esterno rispetto a quello interno che bisogna incastrarlo perfettamente con il contenitore o gabbia dell'animale. Quello esterno è più complicato poiché lo si deve anche coprire interamente con del materiale di copertura come sabbia o ghiaia per separarlo dall'animale stesso. Ovviamente il tappetino riscaldante sia impermeabile che non è venduto con le misure. Infatti, prima di acquistarlo è consigliabile prendere le misure della gabbietta dell'animale così da non comprare una cosa che poi non serve o con misure troppo grandi.

Continua la lettura
45

La temperatura

Un'altra cosa molto importante per il tappetino riscaldante è la temperatura che va regolata in base alla temperatura fuori dalla gabbia se si tratta di un ambiente interno e quindi è caratterizzato dalle condizioni climatiche della vita dell'animale. Se non si è sicuri per la temperatura è possibile tenerla sotto controllo acquistando dei semplici termometri o igrometri che servono proprio a misurare la crescita in tempo reale della temperatura all'interno della gabbia. Mentre questi problemi non si hanno quando si parla di un ambiente esterno visto che si ha anche il contatto con l'aria aperta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Consigli per gestire un'iguana aggressiva

L'iguana è un animale molto comune nei negozi, ma questo non vuol dire che sia anche facile da allevare, molto spesso questi animali diventano aggressivi, anche con il padrone stesso. Essendo un rettile, l'iguana è un animale a sangue freddo, e perciò...
Cura dell'Animale

Come proteggere il criceto dal freddo

I criceti sono animali domestici molto dolci ma anche tanto delicati. È quindi necessario fare attenzione nella loro cura, per evitare che prendano freddo. Va anche detto che, fortunatamente per il padrone, il criceto non necessita di cure troppo impegnative....
Cura dell'Animale

Come riprodurre tartarughe d'acqua dolce

Le tartarughe d'acqua dolce sono dei rettili disponibili in gran quantità, in qualsiasi forma e dimensioni, ed affascinano sia i bambini che gli adulti. Tuttavia, possono essere veramente difficili da allevare a causa della loro natura delicata, dei...
Cura dell'Animale

Come rimuovere le pulci con rimedi naturali

Possedere animali dentro casa richiede sempre degli impegni continui finalizzati a garantire il loro benessere fisico. Molto spesso accade che il nostro animale si porta dietro sgradevoli parassiti (come le pulci o le zecche) quando ritorna da una passeggiata....
Cura dell'Animale

Come eliminare le pulci dal cane con rimedi naturali

Con l'arrivo della bella stagione, i cani accompagnati dai loro padroni, frequentano con maggiore assiduità parchi e giardini pubblici, aumentando, così, il rischio di essere attaccati dalle pulci. E' consigliabile agire celermente, le si deve eliminare...
Cura dell'Animale

Come registrare una colonia di gatti

L'argomento relativo al mondo dei gatti riesce a coinvolgere un gran numero di persone. Nella guida seguente, cercheremo di spiegarvi come registrare una colonia di gatti. L'obiettivo è quello di tutelare i nostri amici felini. Tutelarli da tutte le...
Cura dell'Animale

Come lavorare in un'associazione di volontariato per animali

Molti italiani si dedicano, nel tempo libero, ad attività di volontariato. Infatti, da tante persone è ritenuto gratificante occuparsi di qualcosa o di qualcuno in maniera disinteressata. Senza contare il fatto che un'attività di volontariato può...
Cura dell'Animale

Come svezzare una cavia

Possedere degli animali domestici è irrinunciabile per la maggioranza degli italiani. Come è facile intuire, cani e gatti occupano i primi posti nel podio delle scelte. Sono da sempre i compagni preferiti dagli umani per fedeltà e amore incondizionato....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.