Come riscaldare un terrario con i pannelli radianti

Tramite: O2O 26/10/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se il vostro hobby preferito è quello di coltivare in casa delle piante esotiche, è importante sapere che queste ultime necessitano di una luce adeguata e molto simile a quella solare. Per ottimizzare il risultato, potete dunque riscaldare un terrario con dei pannelli radianti. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni utili consigli su come procedere.

26

Occorrente

  • Terrario 30X70
  • Pannelli radianti
  • Filo elettrico con spina
  • Trasformatore a 12 V
36

Scegliere la tipologia di pannelli

Prima di procedere alla costruzione di un terrario, è importante scegliere la tipologia di pannelli radianti; infatti, questi ultimi sono disponibili sia filiformi che già assemblati in modo compatto su un supporto quadrato o rettangolare di legno o ceramica. Premesso ciò, in base alla tipologia di pannelli radianti potete dedicarvi alla costruzione del terrario.

46

Creare il terrario

Un terrario di medie dimensioni deve avere una forma rettangolare, ovvero con misure di circa 30X70 centimetri. Per quanto riguarda invece l'altezza, vi conviene realizzarla di almeno 40 centimetri, in modo da inserire un quantitativo di terriccio tale da consentire un sufficiente sviluppo radicale delle piantine esotiche che andrete ad innestare. Premesso ciò, dopo aver creato il terrario potete applicare i pannelli radianti. Se avete scelto quelli filiformi, allora vi conviene fissarli sul fondo e su tutto il perimetro adagiandone anche un paio nella parte centrale. In tal modo il contenitore una volta riempito di terriccio specifico, sarà in grado di sprigionare la caloria necessaria per la coltivazione delle piantine prescelte. Il lavoro può tuttavia essere semplificato, inserendo sul fondo del terrario direttamente un pannello radiante compatto e con i filamenti equamente distribuiti.

Continua la lettura
56

Eseguire i collegamenti elettrici

Prima di procedere con l'inserimento del terriccio e delle piantine, è importante eseguire i collegamenti elettrici tra i vari filamenti radianti (in parallelo), oppure aggiungere un filo tale da poter riscaldare il terrario con l'innesto di una spina in una presa. A margine di questa guida è importante sottolineare che trattandosi di materiale ad alta conducibilità, per evitare spiacevoli inconvenienti specie in presenza di animali domestici e soprattutto di bambini, vi conviene utilizzare un trasformatore all'uscita dei pannelli radianti in modo da scongiurare a priori il problema. Un alimentatore a 12 V è più che sufficiente per ottimizzare il risultato, e regalare un riscaldamento adeguato all'intera struttura per poi veder fiorire rigogliosamente le piantine scelte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Consigli per gestire un'iguana aggressiva

L'iguana è un animale molto comune nei negozi, ma questo non vuol dire che sia anche facile da allevare, molto spesso questi animali diventano aggressivi, anche con il padrone stesso. Essendo un rettile, l'iguana è un animale a sangue freddo, e perciò...
Cura dell'Animale

Come proteggere il criceto dal freddo

I criceti sono animali domestici molto dolci ma anche tanto delicati. È quindi necessario fare attenzione nella loro cura, per evitare che prendano freddo. Va anche detto che, fortunatamente per il padrone, il criceto non necessita di cure troppo impegnative....
Cura dell'Animale

Come riprodurre tartarughe d'acqua dolce

Le tartarughe d'acqua dolce sono dei rettili disponibili in gran quantità, in qualsiasi forma e dimensioni, ed affascinano sia i bambini che gli adulti. Tuttavia, possono essere veramente difficili da allevare a causa della loro natura delicata, dei...
Cura dell'Animale

Come rimuovere le pulci con rimedi naturali

Possedere animali dentro casa richiede sempre degli impegni continui finalizzati a garantire il loro benessere fisico. Molto spesso accade che il nostro animale si porta dietro sgradevoli parassiti (come le pulci o le zecche) quando ritorna da una passeggiata....
Cura dell'Animale

Come costruire box per cavalli

Il cavallo, animale fiero, elegante e raffinato per antonomasia, rappresenta uno dei migliori alleati dell'uomo. Utile per svolgere le più disparate attivita' di supporto agli umani fin dai tempi più antichi, il cavallo deve essere tenuto ed accudito...
Cura dell'Animale

Come costruire un recinto per i maiali

Quando si ha a disposizione un allevamento di animali da fattoria, è necessario fare attenzione a rendere sicuro il posto in cui si fanno stare. Per poter sistemare al meglio un allevamento all'aperto, è sicuramente necessario utilizzare una recinzione...
Cura dell'Animale

Come costruire una cuccia ecologica con i pallet

I pallet a quanto sembra sono l'invenzione del secolo, perché si sono rivelati come una fonte inesauribile di materia prima per la realizzazione di simpatici a volte utilissimi oggetti di bricolage. Presentano, infatti, una caratteristica versatilità...
Cura dell'Animale

5 consigli per gestire un gatto anziano

Per tanti anni abbiamo avuto con noi un gatto. Ci ha rallegrato nelle giornate più tristi, si è raggomitolato vicino quando sentiva che ne avevamo bisogno. Ci ha consolato con le sue fusa e fatto ritornare il sorriso. Quanti gomitoli di lana abbiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.