Come riscaldare un terrario per serpenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Avere degli animali domestici è quasi una necessità per milioni di persone. La compagnia di queste creature diventa essenziale per il nostro benessere. Chi possiede un cane o un gatto sa bene quanto le giornate sarebbero vuote senza di loro. Ma c'è anche chi ha esigenze meno "convenzionali" quando si tratta di animali da compagnia. Sono sempre di più, infatti, gli appassionati di rettili. Avere in casa alcune specie è legale anche in Italia. Ma anche i rettili, come ad esempio i serpenti, hanno bisogno di cure specifiche. E sebbene siano animali a sangue freddo, necessitano comunque di riscaldamento. Per questo motivo scopriremo come riscaldare un terrario per i nostri serpenti.

25

Occorrente

  • Un terrario per serpenti di dimensioni variabili
  • Un cavetto termico, un tappetino riscaldante per terrari o un pannello radiante
  • Pannelli isolanti (plexiglass, vetro, policarbonato alveolare)
35

Il cavetto termico

Prima di procedere con i lavori è essenziale conoscere le esigenze biologiche del nostro animale. Per farlo effettuiamo le necessarie ricerche, soprattutto consultando veterinari specializzati. Dovremo quindi scegliere le migliori attrezzature e testarle, prima di alloggiare i serpenti. Per un terrario di grandi dimensioni, è consigliabile usare il cavetto termico. Si può installare tanto all'esterno quanto all'interno della teca. Scegliamo quest'ultima soluzione se utilizziamo una teca in legno. Per materiali sintetici come la plastica è meglio una disposizione esterna. Dovremo isolare i cavetti interni per evitare il contatto con l'animale. A tal scopo sono consigliabili i pannelli di policarbonato alveolare.

45

Il tappetino riscaldante

E se abbiamo un terrario di piccole dimensioni? Possiamo installare un pratico tappetino termico. Questo apparecchio riscalda in modo uniforme la teca. Anche in questo caso, il tappetino può stare all'interno o all'esterno del terrario. È importante che i serpenti non entrino in contatto con l'apparecchio. Potremo isolarlo con pannelli in plexiglass o vetro. Queste prime due soluzioni sono le più pratiche, veloci ed economiche. Ma esiste anche l'opzione dei pannelli radianti, installabili direttamente all'interno del terrario.

Continua la lettura
55

Il pannello radiante

Il pannello radiante permette di riscaldare un terrario uniformemente. È inoltre impermeabile, il che lo rende adatto anche a terrari dall'atmosfera umida. In teoria, i pannelli radianti non hanno bisogno di schermature. Tuttavia i serpenti potrebbero arrotolarvisi. Per questo è necessario, da parte nostra, montare una schermatura. Il pannello radiante avrà inoltre bisogno di un termostato a impulsi, che garantisce una temperatura più costante. In tutti i casi accertiamoci che l'isolamento sia ottimale. Proteggeremo sia l'animale sia l'attrezzatura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Tutto sui serpenti

Negli ultimi anni, sempre più curiosi e appassionati di animali hanno scelto di accogliere alcuni rettili come animali domestici da coccolare e crescere con diligenza. Questo per avere il piacere di addomesticare un animale più unico che raro. Attualmente,...
Rettili e Anfibi

Serpenti da appartamento: quali scegliere

Cani e gatti sono senza dubbio tra gli amici più apprezzati. Esistono anche molti amanti dei piccoli roditori, di criceti e conigli. E poi tanti adoratori dei pesci, che trovano rilassante e stimolante curare i piccoli ospiti e il loro habitat artificiale....
Rettili e Anfibi

Come allestire un terrario per rane

Il terrario è una struttura che permette di ospitare differenti specie di animali, come serpenti o alcuni roditori, e anche piante; tra questi sicuramente può accogliere le rane, degli anfibi che molte persone decidono di acquistare come animali domestici....
Rettili e Anfibi

Come allontanare i serpenti da casa

I serpenti sono rettili da sempre temuti dall'uomo europeo, che spesso non ne sopporta nemmeno la vista. Per alcune religioni i serpenti sono animali sacri, per altre (come il cristianesimo) sono sempre associati a immagini di peccato o malvagità. Al...
Rettili e Anfibi

I serpenti più letali del mondo

I serpenti sono predatori formidabili ed estremamente evoluti. Pur essendo privi di arti, palpebre e orecchi esterni, si muovono agevolmente e riescono ad individuare le prede grazie a un sofisticato sistema sensoriale. Tutti i serpenti si nutrono di...
Rettili e Anfibi

Come organizzare il terrario per l'iguana

L'iguana è un animale simile alla lucertola scoperta da Darwin nelle isole Galapagos. In Italia non è possibile trovarle allo stato brado, ma solo in cattività; i negozi per animali, oltre a vendere questi rettili, sono forniti di materiali adatti...
Rettili e Anfibi

Serpenti: guida alla muta

Prima di adottare un animale si dovrebbero cercare più informazioni possibili sulle cure di cui ha bisogno. Per farlo potremo rivolgerci al nostro veterinario di fiducia, oppure, potremo ricercare su internet una delle moltissime guide che ci spiegherà...
Rettili e Anfibi

Come costruire un terrario per rane

Il terrario è una funzionale struttura che consente di ospitare diverse specie di piante e soprattutto di animali; infatti in riferimento a questi ultimi è importante sapere che è particolarmente indicato per rettili ed anfibi. Se dunque avete intenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.