Come sapere se il mio cane ha freddo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Amare un cane vuol dire prendersi cura di tutte le sue esigenze oltre che trattarlo con il dovuto rispetto e coccolarlo spesso. I cani hanno bisogno di moltissime cure e devono essere amati per tutta la loro vita. Un cane è per sempre, non è un giocattolo e dobbiamo rispettarlo e prendercene cura nel migliore dei modi. Oltre al nutrimento e alle attenzioni quotidiane, il cane ha come noi umani, caldo e freddo. È molto importante tenere in considerazione questi fattori per evitare che il cane si possa ammalare o, con il tempo, averne dei problemi. Il cane ha una temperatura corporea di circa 39 gradi ed una resistenza al freddo nettamente maggiore rispetto alla nostra. Tuttavia, nonostante i cani siano dotati di pelliccia, spesso questa non risulta completamente sufficiente (ad esempio ci sono esemplari a pelo raso abbastanza freddolosi, cuccioli ed anziani sono più sensibili alle basse temperature) ed è necessario il nostro intervento per poterli tutelare al meglio da possibili complicanze, soprattutto quando le temperature si fanno ostili. Per questo è importante sapere e seguire semplici suggerimenti che ci permetterebbero una tranquilla convivenza con i nostri amici a quattro zampe. Vediamo come fare!

27

Occorrente

  • cuccia
  • cappottino
  • tessuti caldi o vecchi maglioni
  • coperte
37

La prima cosa da fare, per scoprire se il cane ha freddo, è quella di controllarlo attentamente. Chi ha un cane lo conosce bene e, di conseguenza, sa quali sono i suoi atteggiamenti tipici e quali invece sono fuori dalla norma. Un cane infreddolito è un cane che cerca costantemente fonti di calore. Pertanto il cane sarà più letargico e sarà più propenso a dormire vicino a fonti di calore quali, ad esempio, stufe, caloriferi o direttamente su divani e letti. In questo caso, per risolvere il problema, sarà opportuno spostare la cuccia o il lettino del vostro cane vicino alle stesse, dandogli la possibilità di riposarsi e scaldarsi allo stesso tempo.

47

Allo stesso modo, per capire se il cane ha freddo, sarà importante verificare se fisicamente dimostra di avere freddo. Un cane infreddolito trema e ha il naso secco o sgocciolante. Se il naso del vostro cane è secco è meglio portarlo immediatamente dal vostro veterinario di fiducia per un controllo. Infatti il naso del cane in salute è sempre leggermente umidificato. Se invece il naso del vostro cane risulterà molto bagnato, e starnutirà spesso, sarà probabile che il vostro cane si sarà raffreddato. Anche in questo caso sarebbe consigliabile far controllare il cane dal veterinario ma, se la situazione non peggiora, potrete sempre coprirlo con amore, fargli qualche coccola in più e vestirlo con un cappottino prima di portarlo fuori a fare i suoi bisogni. Qualora la situazione non migliorasse dopo pochi giorni, portatelo al veterinario per un controllo. È importante anche durante l'inverno, ridurre le passeggiate al minimo necessario.

Continua la lettura
57

La terza cosa da fare, per capire se il cane ha freddo, è quella di toccarlo. Toccando la testa, le orecchie e le zampe del vostro cane potrete capire, a grandi linee, la sua temperatura corporea. Il maggior indicatore della temperatura di un cane si trova nelle orecchie e, se dovessero essere eccessivamente fredde, copritelo quanto più possibile, utilizzando anche borse di acqua calda, cappottini su misura o coperte. Toccandolo potrete rendervi conto anche di eventuali tremori sopra enunciati.

67

Altro indizio importante è la reazione del cane alla passeggiata. Se il cane si blocca durante la passeggiata e fissa il padrone è un chiaro sintomo di non voler proseguire; alcuni cani si rifiuteranno di uscire nascondendosi per casa o restando al caldo nella cuccia, ignorando magari le attenzioni e il richiamo del padrone.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di evitare che il vostro cane subisca troppi sbalzi di temperatura, sono proprio quelli a fargli patire molto il freddo.
  • Se avete un cane di piccola taglia, copritelo sempre con un cappotto.
  • Se il cane si bagna dopo una passeggiata, asciugatelo accuratamente.
  • Prestare attenzione agli atteggiamenti del cane, soprattutto ad eventuali tremori degli arti.
  • Se avete un cane a pelo lungo ed abitate in montagna, accertatevi di curare il mantello; spesso i nodi potrebbero trattenere neve e di conseguenza raffreddare il cane.
  • Evitare di lasciare il cane al freddo: se vive in giardino, fatelo entrare in casa.
  • Controllare anche le razioni di cibo: i cani tendono a bruciare più calorie con l'arrivo dell'inverno. Quindi è importante fornire la giusta dose di nutrimento.
  • Evitare assolutamente di tosare il cane in inverno: la pelliccia è la prima barriera che il cane possiede contro il freddo.
  • Lavare il cane solo se strettamente necessario e con poca frequenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come misurare la temperatura di un coniglio

Quella di avere un coniglio come animale domestico è ormai diventata una vera e propria moda. È necessario ricordarsi che un animale domestico rappresemta un essere vivente a tutti gli effetti. E in quanto tale necessita di una buona dose di impegno...
Cani

5 consigli per gestire la vecchiaia del cane

La speranza di vita media di un cane è di 8 anni. Questa aspettativa è pero fortemente influenzata da fattori quali la razza, la taglia e lo stile di vita condotto dall'animale nel corso della sua esistenza. Oggi, grazie ai progressi della Scienza e...
Cani

Come allevare un bassotto

Il bassotto è uno delle razze canine più particolari. Solitamente è un segugio che viene allevato ed addestrato per la caccia di animali come tassi, conigli e volpi. Oggi però il bassotto entra nelle case degli amanti di questa razza, principalmente...
Cani

5 regole per fare il tuo cane felice

Non bisogna pensare che avere un animale in casa sia un aspetto di poco conto. Occorre impegnarsi sempre al massimo per garantire al proprio amico a quattro zampe la piena salute, sia da un punto di vista fisico che della sua psicologia. Un cane in salute...
Gatti

10 trucchi per mantenere il vostro gatto sano

Avere un gatto in casa rappresenta qualcosa di veramente unico. Si dice a ragione che questi simpatici animali siano molto indipendenti. Ma senza dubbio l'affetto, la vicinanza, la considerazione che i gatti riconoscono a chi gli vuole bene, ripaga tutti...
Cani

5 segnali che il mio cane è felice

Chiunque possiede un animale sa quanto sia importante accudirlo e farlo crescere sano e forte. In particolare, chi ha un cane è come se avesse un figlio. Bisogna costantemente portarlo dal veterinario e stare attenti a come lo si nutre perché si sa,...
Gatti

Guida a una corretta alimentazione del gatto

L'animale è un amico a quattro zampe che ti tiene in compagnia. Tra gli animali da compagnia troviamo sia il gatto che il cane. Il cane rappresenta un animale che ti ascolta, e soprattutto che gioca con te. Il gatto è moto indipendente, e decide lui...
Cani

Come rendersi conto che il cane non sta bene

Il nostro amico cane condivide con noi tanti momenti della nostra giornata ed è quindi naturale avere appreso intuitivamente tutti i suoi comportamenti e le sue abitudini. Se improvvisamente egli dovesse cambiarli immotivatamente e manifestare dei segnali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.