Come sapere se il mio gatto ha freddo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra gli animali domestici più affascinanti e eleganti, troviamo il gatto. Il gatto è un animale che non richiede molte cure rispetto, ad esempio, al cane, perché è molto indipendente. Questo comunque non è motivo valido per non prendersi cura del gatto. Infatti bisogna porre attenzione al benessere di cui ha bisogno. Quindi dovete fare attenzione all'alimentazione, all'igiene, ma soprattutto alla temperatura del luogo in cui vive. Infatti, anche se il pelo dei gatti è lungo, ovviamente dipende dal tipo di razza, possono sentire freddo. In questa guida, attraverso passaggi facili e veloci, vedremo come sapere se il mio gatto ha freddo.

27

Occorrente

  • Coperte.
37

Nel periodo più freddo dell'anno, tutti gli esseri viventi, compresi i gatti, possono risentire di questo clima rigido. Se il gatto durante il periodo di freddo, si nasconde sotto il letto, oppure entra dentro le coperte quando siete a letto, evidentemente sente freddo. Dinnanzi a questi comportamenti potete utilizzare delle coperte inutilizzate e metterle all'interno della cuccia del gatto. Oppure esistono delle cuccette chiuse dove il gatto può rifugiarsi facilmente. Sono acquistabili in qualsiasi negozio di animali.

47

Un ottimo metodo, per capire se il gatto risente del freddo, è il seguente. Se il gatto tende ad avere sempre il naso asciutto, significa che sta male. Infatti è sintomo di febbre, questo può dipendere dal freddo. Quindi cercate di mantenere la casa più calda possibile. Accendete i termosifoni e manteneteli a temperatura costante. Questo evita lo sbalzo di temperatura e lo stress del gatto.

Continua la lettura
57

Quando il gatto non si sente bene, è possibile capire il suo malessere attraverso le azioni che esso mette in pratica. Per esempio se il vostro gatto tende a coricarsi sopra il termosifone, significa che è alla ricerca di calore. Questo è motivo di preoccupazione. Perché vuol dire che sente freddo, e la temperatura del termosifone non raggiunge il calore giusto per diffonderlo in tutta l'area della casa. Quindi cercate di aumentare la temperatura del termosifone. Il comportamento del gatto, che cerca di appoggiarsi al termosifone, non è motivo di preoccupazione per il suo benessere. Questo perché il gatto può sopportare temperature fino a cinquanta gradi sulla loro pelle. Cercate comunque di migliorare il clima dell'ambiente in cui vive il gatto. Soprattutto per i gatti malati, ma anche per i piccoli gatti, cioè appena nati. Infatti quest'ultimi risentono molto di temperature troppo basse. In questa guida, attraverso passaggi semplici e interessanti per chi ama i gatti, abbiamo visto come sapere se il nostro gatto ha freddo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia di controllare accuratamente la temperatura della vostra casa.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come proteggere il gatto dal freddo

In montagna, di sera, ma anche con l'allungarsi delle giornate, il nostro amico gatto potrebbe soffrire per una eccessiva esposizione all'aria aperta. Il freddo non risparmia gli animali, soprattutto quelli abituati a trascorrere molte ore in casa, al...
Gatti

5 consigli per far espellere al mio gatto le palle di pelo

In questa guida sono esposti 5 consigli per far espellere al gatto le palle di pelo.Il problema delle palle di pelo nasce poiché i gatti tendono ad ingerire parte del proprio pelame durante la pulizia corporea. Parte del pelo passa attraverso l'intestino....
Gatti

Come comunicare con il mio gatto

Il gatto, insieme al cane, è uno dei migliori animali da compagnia sempre pronti a dimostrarci tutto il loro affetto. Se stiamo decidendo di adottare una animale, per prima cosa dovremo valutare se saremo sempre in grado di offrirgli tutte le cure e...
Gatti

5 segnali che il mio gatto è felice

Sempre più famiglie italiane hanno deciso di adottare un gatto nelle proprie case. Questi animali affascinano per il loro spirito libero e per la loro intraprendenza, ma anche per l'affetto che sanno dimostrare verso i loro padroni.  È dovere dei padroni...
Gatti

In viaggio col gatto: 5 cose da sapere

Viaggiare con il proprio animale domestico, e nella specie, con il proprio gatto è sicuramente una bellissima esperienza a cui non si deve necessariamente rinunciare, per delle paure inutili che talvolta sono infondate. Infatti se si seguono i giusti...
Gatti

Come sapere se un gatto sta per attaccare

Come per gli esseri umani, anche nel caso degli animali, il linguaggio del corpo è molto importante per capire esattamente quali possono essere bene le loro intenzioni. Non importa essere conoscitori specializzati in materia, ma sarà sufficiente imparare...
Gatti

5 cose da sapere per adottare un gatto in gattile

È arrivato il momento di allargare la famiglia o di formare una coppia ed è per questo che finalmente avete preso in considerazione l'idea di adottare un gatto. Solitamente si sente parlare molto dei canili e a riguardo ci sono molte informazioni disponibili:...
Gatti

10 cose da sapere prima di prendere un gatto

Adottare un amico a 4 zampe non è solo un modo per garantirci compagnia e amore incondizionato. È anche (e soprattutto) un serio impegno nei confronti di un essere vivente. Prima di prendere un cane o un gatto dovremmo sempre essere consapevoli di ciò...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.