Come sapere se un gatto sta per attaccare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Come per gli esseri umani, anche nel caso degli animali, il linguaggio del corpo è molto importante per capire esattamente quali possono essere bene le loro intenzioni. Non importa essere conoscitori specializzati in materia, ma sarà sufficiente imparare ad interpretare alcuni segnali. Vediamo allora come sapere se un gatto ci sta per attaccare.

27

Occorrente

  • Osservare
  • Conoscere il nostro animale
37

Il gatto, a differenza del cane, è un animale molto schivo e diffidente. Mentre il cane è più propenso a donare la sua fiducia anche ad una persona estranea, il nostro amico gatto invece è più attento e circospetto. Qualsiasi gatto, anche il più pacato e tranquillo, che ama sdraiarsi sulle nostre gambe, può da un momento all'altro "attaccarci".

I segnali sono davvero inequivocabili, basta saperli individuare in tempo. Facciamo l'ipotesi che il nostro gatto si sia spaventato e per ripararsi corra sotto il letto. Noi da bravi proprietari vogliamo prenderlo per cercare di tranquillizzarlo. Da qui in poi, solo la sua postura può farci capire come comportarci.

47

Se allungando la mano per afferrarlo, cominceremo a sentire un miagolio sordo e basso, significherà che ci sta dando i primi avvertimenti a non continuare con le nostre avance. Assieme al miagolio possiamo notare che anche le orecchie hanno cambiato posizione, si sono abbassate e vengono tenute leggermente aperte. Inoltre non mostrano alcun segno di movimento.

La coda è un altro elemento da osservare molto attentamente; infatti, nel caso in cui il nostro gatto sia in procinto di attaccare, questa viene allungata e solamente la punta è in movimento spostandosi da destra a sinistra con movimenti a scatti.

Continua la lettura
57

Se proprio non capiamo questi segnali e continuiamo a voler, per forza di cose, stanare il nostro amico dal suo rifugio, ecco che lui continuerà ad inviarne altri. A questo punto il miagolio basso e roco cambierà totalmente e diventerà un piccolo lamento continuo, nel mezzo possiamo chiaramente sentire gli sbuffi di rabbia emessi dal nostro gatto.

Le orecchie continueranno a rimanere basse, quasi incollate alla testa, e la coda si muoverà sempre più nervosamente. Cambierà invece completamente lo sguardo, gli occhi si accenderanno, le pupille si dilateranno. Da questo momento in poi tutte le nostre azioni possono avere una conseguenza poco gradevole. In conclusione, se non vogliamo provocare reazioni spiacevoli nel nostro piccolo amico, impariamo a conoscere i segnali che ci invia attraverso la postura del suo corpo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per avere sempre un buon rapporto con il nostro amico è molto importante che impariamo a conoscerlo.
  • Disinfettiamo sempre i graffi che possiamo ricevere dai nostri gatti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come comprendere il linguaggio del gatto

Fortunati possessori di un micio…vi sarete certamente accorti che anche il vostro inquilino a quattro zampe cerca di stabilire un rapporto di comunicazione con voi. A suo modo, naturalmente… Vediamo come comprendere il linguaggio del nostro gatto...
Gatti

Come fare se il gatto miagola troppo

Sono moltissime le persone che adottano un animale per ricevere affetto e compagnia, ma alcune volte i versi di questi potrebbero infastidire i propri vicini di casa, in particolare se si abita in condomini o case plurifamiliari. Ad esempio se avete deciso...
Gatti

Come capire il gatto

Il gatto è uno degli animali domestici più diffuso in Italia, assieme al cane. Percepire le sue esigenze e le sue abitudini non è facile e richiede esperienza. Solo con il tempo si riconoscono le sue caratteristiche e i suoi comportamenti. Il carattere...
Gatti

10 luoghi comuni sulla sterilizzazione del gatto

Niente paura, voi che siete padroni di gatti. La sterilizzazione del micio è divenuto un intervento ormai di assoluta routine. Anzi, quasi doveroso, si direbbe. E non solo per evitare il triste fenomeno del randagismo felino, ma anche per far godere...
Gatti

Come sapere se il nostro gatto ha la febbre

I gatti sono a tutti gli effetti membri della famiglia, e prendersi cura di un animale significa provvedere alle sue cure, dunque non solo un'alimentazione sana e completa ma anche le cure mediche del caso, per esempio in caso abbia la febbre. Sì, perché...
Gatti

Tutto sul gatto Foreign White

Le persone prendono un animale da compagnia per un motivo molto semplice, per essere felici. Per ogni persona, o meglio, per ogni carattere c'è sempre un animale da compagnia simile alla persona, noi umani ci ritroviamo nel loro comportamento e ci rendono...
Cani

Come farsi capire dal cane

In questa guida vi spiego come farvi capire dal vostro cane. Essi variano molto in aspetto fisico e carattere, ma presentano stili di comunicazione simili. A differenza di altri animali domestici, i cani si prodigano per cercare di stabilire un contatto...
Gatti

5 segnali dell’invecchiamento del tuo gatto

Come tutti gli esseri viventi, anche gli animali quando invecchiano lanciano dei segnali. I segnali inviati, vengono inviati per un tempo molto breve (essendo più corta la vita degli animali) per questo bisogna prestare molta attenzione ad ogni cambiamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.