Come scegliere i pesci pulitori per l'acquario

Tramite: O2O 07/08/2017
Difficoltà: facile
17
Introduzione

Ogni acquario che si rispetti deve contenere al suo interno dei pesci pulitori. Nonostante alcuni ne facciano a meno, occorre tenere presente che essi sono una componente fondamentale per la fauna del nostro acquario. I pesci pulitori mantengono pulito il fondale dell'acquario, eliminando le sostanze di rifiuto. Diamo ora inizio a questa guida su come scegliere i pesci pulitori per l'acquario grazie anche a qualche sito esterno che tratta lo stesso argomento.

27
Occorrente
  • Libri di acquariologia
37

Storia del pesce pulitore

Iniziamo con lo sfatare fin da subito il mito dei pesci pulitori come totali "spazzini" dei fondali d'acquario. Questo genere di pesce, chiaramente, non è in grado di ripulire il fondale da tutte le sostanza di rifiuto che li si depositano. I cosiddetti pesci pulitori essenzialmente si nutrono degli avanzi del cibo somministrato agli altri pesci e di tanti altri piccoli organismi presenti nel fondale. Gli escrementi, come le foglie fluttuanti, ed elementi simili, rimangono lì dove si trovano se non rimosse da noi o se non si trova un eccellente equilibrio tra la loro produzione e degradazione da parte dei microrganismi ed eventuali piante. Ecco un sito molto utile che tratta l'argomento in modo approfondito. https://www.casaegiardino.it/animali/pesci-pulitori-chi-sono-e-a-cosa-servono.php/amp.

47

Specie di pesce pulitore

Possiamo ora passare alle varie specie. Il più venduto ed ineffetti anche più comune è certamente il Corydoras, di cui potrete trovare in commercio diverse varietà, comprese quelle albine. Il Corydoras è un pesce tipico del Sud America, che raggiunge i 5 cm. È in grado di sopportare anche elevati valori di durezza dell'acqua, ma preferisce temperature che non vadano oltre i 25-26° C. È inoltre un pesce gregario per cui sarà essenziale allevarlo in gruppi. Richiede un'alimentazione copiosa e si consiglia inoltre la tipologia di pacche di cibo in grado di posarsi sul fondale. Altro pesce pulitore, fitofago, cioè che si nutre di alghe, è il Grynochelius. Questa specie di pesce generalmente, viene acquistato per il suo valore estetico, essendo infatti molto bello, e soprattutto particolare, con l'abitudine di attaccarsi con la bocca a ventosa alle pareti vetrose dell'acquario. Va ricordato però che con il tempo aumenta visibilmente le sue dimensioni, fino a raggiungere addirittura i 15-18 cm e quindi diventa del tutto ingestibile in piccoli acquari. In questo sito sono presenti alcune informazioni molto utili alla nostra guida. http://balabam.altervista.org/catfishes/.

Continua la lettura
57

Dimensioni e alimentazione

Esiste anche il Crossochelius siamensis, ottimo mangiatore di alghe, ma con il brutto istinto di attaccare spesso gli altri pesci. Provate quindi a tenerlo con pesci che abbiano il suo stesso temperamento e, in generale, in acquari di grandi dimensioni. Raggiunge i 16 cm in 2-3 anni e ama vivere in gruppi. Può capitare inoltre che talvolta preferisca mangiare il cibo liofilizzato piuttosto che le alghe nel vostro acquario. Altri divoratori di alghe e cibo in eccesso sono gli Ancistrus e l'Hypostomus plecostomus della famiglia dei Loricaridi. Sono piuttosto facili da allevare (anche questi con una caratteristica bocca a ventosa risultano ottimi pulitori di vetri). Le ultime specie citate però diventano generalmente molto grandi, è necessario perciò, prima dell'acquisto, regolarsi con raziocinio in base alle dimensioni effettive dell'acquario posseduto. Infine parliamo degli Otocinclus. Questi sono pesci di indole pacifica ed ottimi mangiatori di alghe, purtroppo sono davvero molto delicati e spesso per questa ragione non vengono allevati, ma sono "di cattura", per questa ragione sconsiglio di acquistarli. I pesci di cui ho parlato si adattano facilmente a tutte le condizioni, ma in generale è preferibile cercate di mantenere il ph intorno a valori neutri e il GH a circa 10, a meno che non vogliate fare un acquario con particolari caratteristiche di durezza e ph. Ultimo essenziale consiglio: prima di procedere all'acquisto dei pesci per il vostro acquario, informatevi sempre sui libri, da conoscenti vari, da chi ne sa di più di voi e su internet, preferibilmente non direttamente dal negoziante che ha interesse nel vendervi il "prodotto" e spesso e volentieri ne sa meno di voi. È importante cercare sempre un giusto equilibrio di rapporto tra pesci e ambiente in modo tale da armonizzare il tutto. Ecco un sito esterno che fa proprio a caso nostro.https://www.ideegreen.it/pesce-pulitore-per-acquario-55680.html.

67
Guarda il video
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come scegliere i pesci per l’acquario tropicale

Scegliere i pesci per il nostro acquario può essere molto semplice ma nello stesso tempo impegnativo. Bisogna conoscere le specie di tutti i pesci o chiedere informazioni al venditore se i pesci che stiamo comprando o che compreremo andranno d'accordo...
Pesci

I pesci più resistenti da mettere in acquario

Se intendiamo allestire un acquario magari di tipo tropicale, è necessario per ottimizzarne il funzionamento, scegliere dei pesci più resistenti ovvero facili da allevare e che riescono a sopravvivere a lungo. Nella seguente guida, passo dopo passo,...
Pesci

10 pesci facili per l'acquario d'acqua dolce

La prima cosa da fare, dopo aver sistemato e messo in funzione un acquario, è ovviamente quella di avere le idee chiare sui pesci da acquistare. Popolare un acquario con le specie giuste di acqua dolce, infatti, è una condizione essenziale per far vivere...
Pesci

Come aggiungere altri pesci nell'acquario senza farli morire

L'acquario è un oggetto di arredamento che ormai molti possiedono per accogliere pesci di vario genere. Spesso però i pesciolini, una volta introdotti nell'acquario, muoiono dopo poche ore dall'arrivo. Questo perché non sono stati immessi nel nuovo...
Pesci

Come allevare i pesci pagliaccio in acquario

Quella per l'acquario e per i pesci è una passione che coinvolge numerosissime persone. Tuttavia, non è sufficiente la passione e la dedizione, poiché è necessario avere anche un minimo di conoscenza di questi animali e del loro ambiente. L'acquario,...
Pesci

Come trasferire i pesci da un acquario all'altro

Come tutti gli esseri viventi, anche i pesci hanno i loro bisogni: acquario pulito, salute (ebbene sì, anche loro si ammalano) e cibo al bisogno. Ed è proprio su questo che il rapporto fra umano e animale si basa. I pesci infatti, come i cani e i gatti...
Pesci

Come utilizzare l'attivatore batterico in acquario

L'attivatore batterico è un prodotto utilizzato negli acquari per poter creare un ambiente adatto alla vita dei pesci in cattività. L'obbiettivo principale è appunto realizzare un microclima che rappresenti il più possibile l'habitat naturale delle...
Pesci

Come allestire un acquario per guppy

Uno dei tipi di pesci più diffusi in appartamento è il guppy, perché sono molto semplici da allevare, con un po' di attenzione e seguendo un minimo di regole, perché sono purtroppo anche fragili. Allestire un acquario per guppy non è un'impresa...