Come scegliere il cibo secco per un gatto

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Scegliere la giusta alimentazione per il proprio amico felino è una decisione importante. Da una scelta corretta dipende la sua salute e la sua longevità. Il gatto è un animale carnivoro, la sua dieta deve essere quindi principalmente a base di carne e una piccola quantità di cereali. Nella sua dieta non devono mai mancare: proteine, grassi, minerali, vitamine. Nessuno dei nutrienti necessari deve eccedere o essere carente per non creare problemi di salute al gatto. Per essere certi che nell'alimentazione del micio non manchi nessuna sostanza utile si può ricorrere ad un cibo secco di buona qualità. Vediamo allora come scegliere il cibo secco per un gatto.

24

Criteri di scelta

Nel valutare quale tipo di cibo secco dare al proprio micio si devono considerare diversi fattori. Il primo elemento da prendere in esame è l'età, ovviamente un micino avrà necessità diverse da un gatto adulto, fino ai sei mesi si somministrerà un alimento per gattini. Dopo i sei mesi e fino ad un anno, si alternerà il cibo per gattini a quello per un gatto adulto. I gatti di età superiore a sette, devono consumare il cibo secco indicato come senior. Se il gatto adulto è sovrappeso o svolge poca attività fisica è bene alimentarlo con crocchette light. Dato che l'alimentazione con cibo secco non garantisce il giusto apporto di acqua, lasciare sempre a disposizione del gatto una ciotola di acqua fresca. Da molti veterinari è consigliata l'integrazione ci cibo umido con quello secco.

34

Cibo biologico

Molti proprietari di gatti negli ultimi anni stanno scegliendo per i propri amici a quattro zampe il cibo secco biologico. Questo tipo di crocchette garantisce materie prime biologiche al 100% e soprattutto OGM free. I cibi biologici sono privi di conservanti, esaltatori di sapidità o aromatizzanti. Per conservare i prodotti vengono utilizzate erbe aromatiche e la vitamina E. Le aziende che producono cibo per gatti biologico, inoltre, si dichiarano cruelty-free.

Continua la lettura
44

Leggere l'etichetta

Una volta individuato il prodotto giusto per il proprio gatto non resta che decidere la marca. Per farlo si devono leggere le etichette per conoscere i valori nutrizionali di ogni prodotto. Un cibo di buona qualità per gatti conterrà principalmente carne e solo un 5% di elementi vegetali. Se nell'etichetta è indicata anche la presenza di "sottoprodotti di origine animale" è importante che essi siano indicati in dettaglio. La percentuale di grassi dovrebbe consistere tra il 20-30%. I carboidrati devono essere inferiori all'8%. Un aminoacido che non deve mai mancare è la taurina, indispensabile per la salute del gatto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Gattino appena nato: consigli su latte e cure

Soprattutto per chi abita in campagna, ma ormai anche nei centri cittadini, è molto facile trovare dei gattini neonati che non hanno più la loro mamma a prendersi cura di loro e che necessitano di nutrimento e attenzioni. Molto spesso i gatti randagi...
Gatti

Idee per realizzare giocattoli per un micio piccolo

I gatti sono degli animali unici e fantastici che amano giocare e sono sempre alla ricerca di qualche cosa nuova che desti la loro curiosità. Soprattutto un micio piccolo ha bisogno del divertimento, di scoprire gli oggetti e conoscere il mondo. Ecco...
Gatti

Come alimentare gattini appena nati

Le prime settimane di vita del gattino sono, sicuramente, il suo periodo più delicato e a cui è necessario prestare grande attenzione. Fondamentale è l'alimentazione del gattino appena nato, soprattutto se non ha la possibilità di avere accanto la...
Cura dell'Animale

I cibi più adatti a una mamma gatta

Una mamma è sempre una mamma, anche se gatta. Quando la nostra micetta dà alla luce i piccoli, attraversa la fase delicata di tutti i mammiferi. In quella circostanza, per nutrire i suoi cuccioli necessita di un'alimentazione particolare. Sarà un valido...
Gatti

Gatti e svezzamento: 5 regole d'oro per una corretta alimentazione

Le prime settimane di vita di un gattino sono importantissime, perché in tale periodo esso sviluppa ossa, muscoli, pelo e denti. In questa fase delicatissima l'alimentazione riveste una fondamentale importanza e l'alimento preferito dai gatti è senza...
Animali da Compagnia

Gattini: le coccole che adorano

Tutti coloro che possiedono un gatto amano coccolarlo e giocarci assieme, ma data la natura schiva del felino a volte può risultare difficile che apprezzi i nostri trattamenti affettuosi e che si stufi subito delle nostre coccole. Può dunque essere...
Gatti

Consigli per svezzare i gattini

I gatti, come tutti i mammiferi che per un certo tempo della loro vita si nutrono solo con il latte materno, una volta passato tale periodo vanno svezzati. Svezzare significa infatti passare gradualmente dall'allattamento alla progressiva introduzione...
Gatti

Come fare ingrassare un gatto

Chi possiede un gatto normalmente è molto attento alla sua alimentazione e cerca, per quanto possibile, di evitare che esso ingrassi troppo: questo perché l'aumento smodato di peso nel gatto comporterebbe una sterilizzazione e castrazione. Ma ci sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.