Come soccorrere un gatto aggredito da un cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Che cani e gatti non vadano molto d'accordo, si sa, è diventato un fatto proverbiale. Anche se si assiste sempre di più a pacifiche convivenze fra questi due animali così diverse, può capitare che scoppino delle liti fra i due, specie se il cane e il gatto in questione non si conoscono e si incontrano per caso.
Questo evento può avere ripercussioni drammatiche su entrambi gli animali, e, nonostante il gatto abbia artigli affilati, spesso è quello che fra i due ha la peggio, a causa delle dimensioni decisamente contenute rispetto alla maggior parte dei tipi di cani. In questa guida troverete qualche consiglio su come soccorrere un gatto aggredito da un cane in modo tempestivo ed efficace, senza mettere a repentaglio la sicurezza di nessuno.

24

Se la situazione sembra grave bisogna recarsi immediatamente in un ambulatorio, possibilmente il più vicino: potrebbero verificarsi gravi emorragie, rendersi necessari interventi chirurgici e medicazioni di vario tipo.
Se invece, fortunatamente, le lesioni sono minime, potete prestare voi il primo soccorso al vostro gatto e portarlo successivamente dal veterinario. L'ideale è depilare, delicatamente, la zona interessata dalla ferita e disinfettarla accuratamente con soluzione fisiologica.
Mantenete la calma e parlate con dolcezza al vostro animale, non fate nulla che possa spaventarlo ulteriormente o, peggio ancora, farlo scappare.

34

Una volta dal veterinario, sarà egli a decidere come procedere affinché l'animale possa guarire il più presto possibile. Potrebbe rendersi necessaria, specie se non si dispongono di informazioni sul cane e sul suo proprietario, una profilassi antirabbica, che comporta numerosi controlli clinici, in questo caso a carico del proprietario del gatto. Ad ogni modo, la parola chiave è: tranquillità. Mantenete la calma, siate lucidi ed organizzati, e le probabilità che una semplice zuffa finisca in tragedia saranno davvero poche.

Continua la lettura
44

Per quanto la tentazione possa essere forte, non intervenite "fisicamente" mentre la lite è ancora in corso perché potreste riportare ferite molto gravi, specie se il cane coinvolto è di grossa taglia.
Piuttosto, cercate di separare gli animali attirando la loro attenzione, magari chiamandoli per nome - se li conoscete - o lanciando loro una palla o del cibo: insomma, qualsiasi cosa distolga anche solo momentaneamente la loro concentrazione dall'"avversario".
A questo punto, i padroni degli animali, se presenti, dovrebbero richiamare a sé i rispettivi amici a quattro zampe e accertarsi del loro stato di salute. È molto importante, inoltre, incaricare qualcuno di chiamare le autorità competenti (vigili, veterinari...) in modo che si possano fare i necessari rilievi.
Infatti, il padrone dell'animale che ha attaccato per primo, deve risarcire il proprietario dell'aggredito di tutte le spese mediche che dovrà affrontare a causa dell'incidente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come assistere un cane dopo un incidente

Molto spesso capita di incrociare dei cani abbandonati che causano degli incidenti e ciò può provocare non soltanto dei problemi agli animali ma anche ai conducenti. Per cui è molto importante conoscere dei piccoli accorgimenti per effettuare un primo...
Cani

10 consigli per la salute del cane

Chiunque decide di prendere con se un cane deve essere consapevole del fatto che dovrà prendersene cura fino a quando vivrà. Questo vuol dire che fido entrerà a far parte della famiglia a tutti gli effetti e quindi, oltre che trattarlo con il rispetto...
Cani

Come riconoscere la presenza di forasacchi nelle orecchie o nel naso del cane

Quando con l'arrivo della bella stagione ci sono delle bellissime giornate di sole da poter trascorrere all'esterno delle nostre abitazioni e ci prepariamo ad effettuare delle lunghe passeggiate per i parchi cittadini in compagnia dei nostri animali domestici,...
Gatti

Come capire se la gatta è incinta

Prendersi cura del proprio animale è fondamentale per assicurargli una vita sana e lunga, soprattutto se si ha una gatta ed è incinta. Gli animali sono dei compagni importanti per la propria vita, in quanto rappresentano la migliore compagnia che si...
Rettili e Anfibi

Tutto sul cobra

Il cobra è un serpente appartenente alla famiglia degli Elapidae, è diffuso principalmente nel sud est Asiatico e in India. Si tratta di un serpente estremamente feroce e aggressivo, capace di uccidere qualsiasi essere vivente in pochi minuti, con un...
Altri Mammiferi

Come comportarsi in presenza di cinghiali

Da sempre preda dall'uomo per le sue carni saporite e magre, il cinghiale è un animale dalle carni prelibate che fa da protagonista sulle nostre tavole. Considerato pericoloso per la sua indole aggressiva, in realtà questo comportamento non fa parte...
Gatti

Come rendere il giardino a prova di gatto

Io lo asserisco sempre, per l'amore che ho verso i gatti: averne uno è un grande privilegio, ma soprattutto avere un giardino dove egli possa sbizzarrirsi e farne il proprio habitat è una grande fortuna. Possiamo fare in modo di lasciargli libero accesso,...
Cani

Come aiutare un cane investito

Quando portiamo il nostro cane in giro per la solita passeggiata, una delle paure più grandi è che possa inavvertitamente essere investito da un'automobile. Se ci troviamo in questo sfortunatissimo caso, è molto importante sapere come comportarsi per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.