Come spazzolare un gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I gatti sono degli splendidi animali, capaci di dare tanto amore, soprattutto se vivono in casa. Per quanto siano animali discreti, la presenza di un gatto in casa, però, è visibile per la grande quantità di peli che perde ogni giorno. In questa guida ti mostro come spazzolare continuamente il suo mantello e che un'alimentazione corretta e poco stress riducono notevolmente la perdita di pelo dal nostro micio.

25

Occorrente

  • spazzola dentata
  • guanto antistatico
35

Caduta del pelo

La caduta del pelo del micio può essere, inoltre, stimolata da situazioni stressanti. Soprattutto se l'animale è tendenzialmente ansioso, bisogna cercare di trovare per lui un ambiente (una stanza a sè, pochi rumori, poche persone) tranquillo. Ovviamente, il caldo incide più di tutto sulla perdita del pelo; è bene che il gatto abbia sempre a disposizione acqua fresca per essere sempre idratato. Per tutti questi motivi esposti, è consigliabile spazzolare continuamente il proprio gatto. A maggior ragione se il suo pelo è lungo, perché tende a fare nodi che spesso lui stesso si strappa via con i denti. Esistono differenti tipi di spazzole per il pelo che possono essere utilissime se usate contemporaneamente.

45

Il modo naturale

Il gatto ricambia continuamente il pelo in modo naturale. Per cui, le sue tracce sono ovunque: sull'abbigliamento, sui divani, sui letti, sul pavimento. È bene sapere che, per quanto sia fisiologico, un micio può perdere tanto pelo anche perché, magari, si ritrova ad affrontare situazioni molto stressanti o perché l'alimentazione è sbagliata. Per quanto riguarda l'alimentazione, infatti, si consiglia di dare sempre il cibo apposito, preferibilmente il secco, perché ha il giusto bilancio di proteine, sali e vitamine di cui tutti i gatti hanno bisogno. Anche dargli un tuorlo d'uovo a settimana (assolutamente solo il tuorlo) è utile al benessere, alla lucidità e alla integrità del pelo.

Continua la lettura
55

Dentini stretti

Le prime spazzole da utilizzare sono quelle con i dentini molto stretti. È bene che questi dentini siano poco profondi (mezzo cm), se il gatto è a pelo corto, altrimenti rischiate di fargli del male o, ancor peggio, di provocargli delle dermatiti. Bisogna spazzolare sempre seguendo il senso del pelo, dalla testa dell'animale alla coda, mai contropelo. Queste spazzole rimuovono tutto il sottopelo del gatto, ovvero il pelo che sta per essere rimosso. Nonostante ciò, però, dopo il loro uso, molto pelo resta sulla superficie dell'animale. È bene, dunque, usare un guanto apposito. Ce ne sono molti double-face, in vendita, con un lato dentato in gomma, per tirare via meglio il pelo in eccesso, e un lato antistatico, che lo attira a sé. Passando il guanto antistatico sulla superficie dell'animale vi libererete anche di quel pelo che la spazzola dentata non era riuscita a portar via e il manto del vostro micio sarà pulito e lucido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come spazzolare il gatto norvegese

Avere un gatto maschio originario delle foreste norvegesi è senza dubbio bellissimo, se non altro per il pelo soffice e voluminoso che questa specie di felino per natura si ritrova. Un problema riguarda però il pelo, che esige un metodo ed una tecnica...
Gatti

Come spazzolare un persiano

Il gatto persiano rappresenta una delle più belle razze dei gatti domestici: Il suo carattere è affettuoso ed è un animale ottimo per fare compagnia ai bambini. Questa razza di gatto ha il pelo piuttosto lungo, il muso schiacciato, gli occhi grandi...
Gatti

Come fare se il pelo del gatto è stato trascurato

Il gatto è un'animale molto autonomo e di per se molto pulito. Infatti i gatti dedicano molto tempo alla pulizia del loro pelo. Allo stesso tempo però a causa della vivacità e lo spirito di avventura possono rovinare il loro pelo. In questa guida ci...
Gatti

La corretta cura di unghie, pelo e orecchie del gatto

Come certamente tutti ben sanno, il gatto è uno degli animali più puliti in assoluto. Se osserviamo attentamente il gatto di casa nostra, ci accorgiamo che gran parte della giornata la passa pulendosi con molta attenzione. Questo però non preclude...
Gatti

5 modi naturali per lavare il proprio gatto

Si sa, molte volta, lavare un gatto diventa una vera e propria impresa! Infatti, l'acqua irrita gli animali appartenenti alla categoria dei felini, tende a spaventarli e ad innervosirli, tanto da non riuscire a stare fermi una volta posti in acqua. Normalmente...
Gatti

Tutto sul gatto turco Van

Quando desideriamo un amico di zampa, scegliamo spesso un gatto per diversi motivi: è un animale piuttosto indipendente e dimostra il suo affetto in modo molto discreto. A volte può capitare di prenderci cura di un gatto trovato oppure di un gatto che...
Gatti

10 cose che fanno vivere più a lungo il tuo gatto

Il gatto, insieme al cane, è l'animale da compagnia più apprezzato. Gli amanti del gatto amano in particolare la sua indole indipendente. Il suo carattere un po' schivo e allo stesso tempo curioso lo rende una creatura particolare. Prendersi cura di...
Gatti

Come rimuovere la resina dal pelo del gatto

Una cosa molto importante quando si ha un gatto è capire come si rimuove la resina dal pelo. Infatti, in questa guida vi spiegheremo e vi daremo soprattutto delle indicazioni o consigli su che prodotto usare ma soprattutto se è possibile usare una spazzola...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.