16

Come svezzare una cucciolata di cani

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Gli animali meritano attenzione e protezione, sapranno a loro volta, amarci e ricambiarci con grande slancio. In questa guida ci occuperemo proprio di animali e precisamente di cuccioli di cani. Affronteremo l'argomento dello svezzamento e vedremo come procedere nello svezzamento di una cucciolata.
Lo svezzamento dei cuccioli rappresenta un momento molto importante. Commettere errori potrebbe dar luogo a problematiche che condizionano la salute e la morfologia dei cuccioli. Il periodo ideale per iniziare a svezzare i cuccioli si aggira attorno alle 4 settimane di vita. Vediamo insieme come svezzare una cucciolata di cani.

26

Occorrente

  • carne vaccina di buona qualità
  • un frullatore o un omogeinizzatore
  • latte vaccino o latte per cuccioli
  • riso soffiato
  • omogeneizzati da svezzamento
36

Nelle cucciolate poco numerose e nei non rarissimi casi di "figli unici" lo svezzamento potrà essere posticipato, mentre in cucciolate numerose o qualora la madre abbia carenza di latte si procederà anche un poco prima delle 4 settimane di vita. Per tale motivo è necessario procedere allo svezzamento inserendo come alimento base solo della carne macinata tritata finemente. Nello specifico per iniziare è consigliabile carne omogeneizzata o frullarla. La carne potrà, in un secondo momento, essere affiancata anche da latte vaccino o a latte per cuccioli acquistabile nei negozi per animali ben forniti.

46

La consistenza della pappa dovrà somigliare a una sorta di salsa, simile a quella della senape e della maionese; in alternativa si può optare per le soluzioni già presenti in commercio, come degli specifici omogenizzati adatti allo svezzamento delle cucciolate di cani. Il pasto deve essere servito tiepido. I cuccioli all'inizio dello svezzamento sembreranno non apprezzare e mangeranno ben poco, esattamente come i bambini, quindi dovrete aiutarli a cibarsi mettendo un dito nella pappa e facendovi leccare, di modo che credano di nutrirsi ancora dalla madre. Dopo alcuni pasti comprenderanno come nutrirsi da soli e si staccheranno gradualmente dalla madre.

Continua la lettura
56

All'inizio dello svezzamento la mamma continuerà ad allattare i suoi cuccioli. Motivo per cui si somministrerà un solo pasto al giorno aggiuntivo passando poi a due, fino ad eliminare completamente l'allattamento da parte della madre. Ma se il latte materno dovesse scarseggiare dovrete inserire più pasti omogeneizzati da somministrare ai cuccioli. Intorno ai cinquanta giorni è possibile dare ai cuccioli le pappe preparate in casa iniziando ad unire al latte ed alla carne una piccolissima quantità di carboidrati. Proprio a questo fine, optare per del riso soffiato potrebbe essere una scelta azzeccata, in quanto esso, se idratato, si amalgama molto bene con gli altri ingredienti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguire i processi descritti con attenzione e pazienza
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
17

Come accudire una cucciolata di cani

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Accudire e vedere crescere i cuccioli, è una esperienza molto gratificante. Per occuparsene in maniera adeguata è però necessario conoscere alcune regole fondamentali, semplici comportamenti che ti permetteranno di accudire una cucciolata di cani nel migliore dei modi. La maggior parte del lavoro lo farà la madre e lo farà bene, se sarà da te supportata. Ecco come accudire una cucciolata di cani.

27

Occorrente

  • Cassa da parto
  • Tappeto gommato
  • Lampada ad infrarossi
37

La presenza della madre è ciò che sostiene i cuccioli al momento della nascita, essi non devono essere separati dalla madre in nessun caso, durante questo periodo critico. Dato che la madre ha appena partorito, deve avere il giusto tempo di riposo. È la madre che fornisce il nutrimento ai cuccioli allattandoli, fornendogli un sistema immunitario sano e un maggiore sviluppo. L'alimentazione si svolge di norma ogni due o tre ore, per i cuccioli che non sono ancora in grado di mangiare cibo solido (normalmente le prime quattro settimane di vita). I cuccioli tra le quattro e le otto settimane di vita, possono mangiare sia il cibo solido che il latte. Se la madre non è presente nelle prime settimane di vita dei cuccioli, è consigliabile contattare un veterinario per trovare un latte farmaceutico sostitutivo perfettamente al suo latte.

47

Fino a quando i cuccioli sono allattati dalla madre non ci sarà bisogno di cure particolari per la loro pulizia, verranno da lei leccati nella parte anale e genitale per stimolarne la minzione e la defecazione.

Puoi usare una spugna ed acqua calda man non impiegare detersivo (un risciacquo non perfetto può essere dannoso; inoltre, i profumi persistenti lasciati dal detergente possono essere gradevoli per te ma non per i cani).

Continua la lettura
57

I cuccioli nascono con una termoregolazione corporea imperfetta, devono quindi rimanere ad una temperatura adeguata, mite, senza sbalzi di caldo o freddo. Il problema non si pone se è estate o se la cucciolata è in casa, ma se la cagna partorisce all'esterno è opportuno sistemarla in un posto riscaldato magari da una lampada a raggi infrarossi.

67

A 15 giorni dalla nascita dovrai sverminare i cuccioli utilizzando prodotti facilmente reperibili da veterinari o in negozi dedicati; passato il mese, entreranno nella fase di svezzamento, che affronterai proponendo loro pappe composte da omogeneizzati, latte e crema di riso, sostituendoli poi (trascorsi almeno 15 giorni) con mangime per cani ammollato in acqua.

77

Mantieni un costante contatto con il veterinario per monitorare la salute dei cuccioli e per eseguire le vaccinazioni necessarie, accarezzali durante il pasto perché si abituino alla presenza dell'uomo e la associno ad un momento piacevole.

111

10 cose da sapere per svezzare una cucciolata di cani

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Le prime 3 o 4 settimane di vita di un cane dipendono esclusivamente dal cibo che la madre riesce a produrre per rifocillarlo. Il latte materno viene sostituito con il cibo solido a partire dalla quarta settimana, quando la dentatura dei cuccioli fa la sua comparsa e la suzione provoca dolore alla cagna. In questa delicatissima fase, il proprietario di una cucciolata deve prestare particolare attenzione affinché la transizione avvenga in modo non traumatico. Vediamo assieme una lista di 10 cose da sapere e da fare per svezzare correttamente una cucciolata di cani.

211

Comprare cibo specifico per cuccioli

Con la salute dei propri amici a quattro zampe non si scherza: vestire i panni dello chef e preparare cibi a caso, è fuori discussione. Quando si entra nella terza settimana di vita dei cuccioli, va controllata la dentatura e vanno acquistati cibi solidi specifici per cuccioli. Questi cibi hanno formule particolarmente ricche di nutrienti e possono essere assunti anche dalla cagna, sia durante la gestazione che durante la lattazione. Prepararsi allo svezzamento acquistando i prodotti specifici è una tappa obbligata.

311

Allontanare la madre durante il pasto

Ai cuccioli non va data un'alternativa al cibo solido, pertanto non si deve mai tenere la madre nei paraggi mentre si inizia lo svezzamento. Portatela fuori, a fare una passeggiata, mettetela temporaneamente in un'altra stanza, distraetela in qualsiasi modo: la sua assenza è necessaria. All'inizio, i cuccioli si sentiranno spaesati, non avendo mai visto una ciotola prima di allora e avendo immagazzinato l'dea che il loro nutrimento proviene dal corpo della madre. Tuttavia, carezzandoli ed incoraggiandoli, impareranno con rapidità la nuova lezione.

Continua la lettura
411

Controllare le reazioni dei cuccioli al cibo

Sebbene i cibi formulati per cuccioli siano sicuri, la reazione del cucciolo al nuovo cibo non è altrettanto scontata. Se dopo aver iniziato lo svezzamento si presentano sintomi anomali, quali diarrea o vomito, bisogna consultare un veterinario. Potrebbe trattarsi solo di un problema momentaneo così come potrebbe essere necessario cambiare tipo di prodotto da offrire al proprio animale.

511

Modificare l'alimentazione della madre

Se avete nutrito la cagna con cibi molto nutrienti durante la gravidanza, avete fatto bene ma adesso dovete favorire il suo ritorno alla normalità. Essa deve cessare la produzione di latte che, di riflesso, spingerà ulteriormente i cuccioli verso la ciotola. Nutritela quindi con cibi per cani adulti.

611

Aumentare gradualmente il cibo solido

I cuccioli smettono di assumere il latte materno attorno alla settima settimana di vita. Ciò vuol dire che saranno 4 le settimane in cui l'alimentazione sarà ibrida. Tutto ciò è normale e non arreca alcun danno, l'unica attenzione che dovete fare è quella di aumentare gradualmente la quantità di cibo solido che mettete nella ciotola del cucciolo. La prima settimana di svezzamento prevede un in-take calorico fornito dal 10% di cibo solido e dal 90% di latte materno. La settima settimana, invece, la suzione si arresta e l'alimentazione del cane dipenderà esclusivamente da quello che versate nella sua ciotola.

711

Avvicinare i cuccioli alla ciotola

Cosa sia una ciotola e cosa siano i bocconcini o i biscottini, questo un cucciolo non lo sa. Avvicinatelo voi, dunque, alla sua nuova fonte di cibo. Nella maggior parte dei casi, l'animale percepirà il profumo e inizierà a mangiare. Se ciò non avvenisse subito, comunque, non scoraggiatevi e riprovate ad avvicinare la ciotola. Se i denti sono già spuntati, il cane è infatti pronto per il cibo solido, voi dovete solo fargli capire dove può reperirlo.

811

Mettere a disposizione una ciotola d'acqua

Il latte, per il cane, non fornisce solo nutrienti ma anche liquidi. Durante lo svezzamento, dunque, dovete munirvi di ciotole basse, da riempire con acqua. Queste devono essere sempre tenute a disposizione del cucciolo. Ricordatevi che per natura, la madre non allatterà più così frequentemente i suoi figli quando questi inizieranno a mangiare autonomamente quindi questi avranno bisogno di idratarsi in qualche modo.

911

Miscelare il cibo solido con liquidi

Se il cucciolo è incerto davanti la sua ciotola, sebbene abbia già provato ad addentare qualcosa, forse è il caso di ridurre il suo stress rendendo più cremoso ciò che vogliamo fargli mangiare. Aggiungere dell'acqua al suo pasto, ad esempio, è una buona idea. I più avventurosi possono addirittura frullare le due componenti e produrre un omogeneizzato.

1011

Aggiungere al cibo solido il latte specifico per cani

Mai dare al cane il latte vaccino: per il più fedele amico dell'uomo, è necessario acquistare un prodotto specifico. Questo, si presenta in polvere, è ricco di nutrienti e ricorda (sostituisce, in caso di necessità) quello materno. Per abituare il cane all'uso della ciotola, lo si può attrarre verso quest'ultima riempiendola con un po' di questo latte. E si può anche provare a "correggere" il latte stesso con qualche crocchetta specifica per cuccioli. Attenzione però alle quantità: 20 grammi di crocchette, per un cane di taglia piccola che abbia 3 settimane di vita, rappresentano già quel famoso 10% di cui abbiamo parlato in precedenza. Se invece il cane è una futura taglia grande, potrebbero essere necessari più di 100 grammi di tale tipologia di cibo.

1111

Rifocillare il cucciolo 3 volte al giorno

Non importa se siete entusiasti che il vostro cucciolo sta crescendo: non alimentatelo in modo disordinato. Dare bocconcini o crocchette ad ogni ora del giorno oppure ogni volta che lo vedete avvicinarsi alla ciotola, è un comportamento scorretto. Il vostro amico va rifocillato esattamente 3 volte al giorno, ad intervalli di tempo regolari. Questo tipo di schema alimentare va mantenuto fino al compimento del sesto mese di vita del cane, quando il numero dei pasti giornalieri decrescerà.

16

Come alimentare i cuccioli di cane

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Alimentare i cuccioli di cane è un procedimento che richiede particolari cure ed attenzioni. Nelle prime quattro settimane, infatti, i cuccioli si nutrono solo del latte della mamma. Si tratta di un alimento ricco di proteine, grassi e sali minerali, ideale per la loro corretta alimentazione. Il passaggio da una dieta liquida ad una solita non si deve effettuare in modo brusco. Un errore in questa fase, infatti, andrebbe a sconvolgere il corretto processo digestivo dei cuccioli. Come precedere? Semplice, leggete i consigli della guida! Vi forniremo dei validi suggerimenti a riguardo.

26

Occorrente

  • Cibi morbidi e cedevoli (durante lo svezzamento)
  • Alimenti ben cotti (per la dieta solida)
  • Somministrazione regolare dei pasti
36

Svezzamento

Durante le prime fasi dello svezzamento, bisogna preparare ai cuccioli degli alimenti molto morbidi e cedevoli. E’ un ottimo escamotage per farli abituare al cambio di alimentazione. Potete optare per omogeneizzati o latte in polvere. In alternativa, potete alimentare i cuccioli di cane con una pappa di crocchette ed acqua. Dovete ottenere un composto liquido e ben disciolto. Le crocchette assicureranno ai cuccioli il giusto apporto proteico.

46

Dieta solida

Alimentare i cuccioli con una dieta solida è un passaggio lento e graduale. Vi consigliamo di diminuire progressivamente la quantità di acqua. In questo modo, i cuccioli si abitueranno lentamente al cambiamento. Uno degli errori da evitare è l’utilizzo del latte al posto dell’acqua. Il latte, infatti, è un alimento completo. Aggiunto alla razione di cibo, fornirebbe ai cuccioli un eccesso di calorie. A lungo andare, potrebbe causare problemi di cattiva alimentazione ed obesità. Se decidete di alimentare i cuccioli con la carne, ricordate di cuocerla bene. Non aggiungete sale ed unitela ad una razione di verdure lesse. Anche pasta e riso solo alimenti utili per la crescita dei cuccioli. Fateli bollire a lungo, così che si sfaldino facilmente.

Continua la lettura
56

Somministrazione dei pasti

Uno degli aspetti da non sottovalutare nell’alimentazione dei cuccioli di cane è la somministrazione del cibo. Durante i primi cinque mesi di vita, è bene dividere la razione in quattro pasti giornalieri. Successivamente, potrete diminuire a tre. Quando i cuccioli di cane avranno raggiunto gli otto mesi, potete passare alle due razioni previste. In questo modo, riuscirete ad alimentare i vostri cuccioli in maniera corretta ed adeguata.
Un ultimo consiglio. Non dimenticate mai di fornire acqua ai cuccioli e di pulire regolarmente la ciotola. La giusta idratazione è indispensabile per la salute del cane.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate di dare cibo fuori pasto ai cuccioli. In questo modo, li educherete ad un corretto regime alimentare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.