Come tenere una tarantola in casa

Tramite: O2O 09/04/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

È nata da poco la moda di avere come animale di compagnia, generalmente considerati pericolosi, come rettili e anfibi. Rientra nella categoria rettili, la tarantola (o platidattilo muraiolo) che ormai non è insolito ritrovare in un'abitazione. Se anche tu sei affascinato da questo animale, a tal punto da volerne accudire uno, ecco la guida che ti insegnerà come tenere una tarantola in casa.

25

Alimentazione

Parliamo, innanzitutto, dell'alimentazione della tua tarantola. Inserisci nel terrario un piattino per l'acqua, e cambia il contenuto ogni giorno per non far proliferare batteri e mettere l'animale a rischio di infezioni provocate dalla disidratazione. Per le cibarie dovrai "cacciare" piccoli insetti, come cavallette, grilli e coleotteri. La tarantola non necessita di eccessivo cibo, ne basterà uno solo a settimana, ma dovrà essere rigorosamente vivo.

35

Consigli utili

In questa seconda fase, invece, illustrerò alcuni piccoli accorgimenti. Attenzione a non mettere nello stesso contenitore due tarantole, perché essendo cannibali, si mangerebbero tra di loro. La tarantola non ama le coccole, quindi se proprio vuoi tenerla tra le mani, afferrala tenendola dall'alto molto delicatamente e appoggiala sul palmo della mano, quindi lascia che ti esplori pian pianino camminandoti sulle dita. Può succedere che per difesa ti morda, ma sappi che il veleno non è letale per l'uomo. Nel caso ciò avvenga, consulta il medico che ti indicherà una pomata contro l'infiammazione. Come ultima raccomandazione, non spostare il ragno se noti che è appoggiato sul dorso nella ghiaia, poiché significa che sta facendo la muta della pelle e non va assolutamente disturbato per almeno dieci giorni.

Continua la lettura
45

Terrario

Anche se non richiede eccessivo spazio, l'ambiente deve essere idoneo a contenerla. Dovrai procurarti un terrario sufficientemente grande e con un coperchio ermetico da tenere ben chiuso, poiché la tarantola tende a scappare per andare ad esplorare l'ambiente circostante. All'interno del terrario dovrai inserire un cuscino morbido, ma non eccessivamente alto e ponilo sul fondo, facendo attenzione che non ricopra tutto il pavimento. La temperatura ideale deve mantenersi intorno ai 24 gradi, perché questo ragno è abituato ad ambienti molto caldi e non umidi. Metti, inoltre, circa sei centimetri di ghiaietta nel terrario per i bisogni dell'animale. Una volta reso l'ambiente confortevole, non ti resta che renderlo familiare. Aggiungi qualche roccia e qualche piantina, così come dei rametti.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili