Come tosare il cane: tecniche di tosatura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l'aumento della temperatura si può prendere in considerazione l'idea di tosare il cane, aiutandolo in questo modo a sopportare meglio il calore corporeo. Si tratta di un'operazione abbastanza delicata e non adatta a tutte le tipologie di pelo - dal momento in cui vi sono cani più predisposti di altri all'adattarsi a temperature elevate, non sempre è necessaria. Per questo è preferibile rivolgersi sempre ad un esperto: tuttavia, con molta prudenza potrete occuparvene anche voi. Come? In questa guida analizzeremo le tecniche di tosatura migliori.

26

Occorrente

  • Rasoio elettrico con testina; spazzola; lubrificante per il rasoio;
36

Il primo passo è l'acquisto di un rasoio elettrico specifico, reperibile in un qualsiasi negozio di animali. Ad esso va applicata una testina, concepita per regolare la lunghezza del pelo rimanente - si raccomandano circa due centimetri. Se vi è possibile accertatevi che il rasoio sia più silenzioso possibile, di modo che il rumore non spaventi il cane che potrebbe spostarsi e rischiare di ferirsi. Inoltre, fate delle pause per evitare che l'apparecchio si surriscaldi, scottandolo. Di solito nella confezione è compreso il lubrificante per limitare l'emissione di calore.

46

L'animale va preparato alla tosatura con un lavaggio del pelo e un'adeguata spazzolatura, per rimuovere eventuali nodi. Proseguite bloccandolo con un collare, o eventualmente chiedete a qualcuno di aiutarvi a tenerlo fermo. Adesso potete finalmente iniziare a tagliare il pelo, sempre nel verso in cui cresce, con movimenti lenti e delicati. Per evitare che il vostro amico si spazientisca, è meglio che iniziate a muovervi dalle zone più difficili da raggiungere, come la testa, e proseguite con le ascelle, il sottocoda, il retro della testa, schiena, fianchi e addome, tralasciando il muso.

Continua la lettura
56

Per le ascelle, sollevate la zampa anteriore del cane quando è alzato: assicurandovi che la posizione sia confortevole, proseguite nella zona sottostante e ripetete con l'altra zampa. Potete ripetere nuovamente l'operazione con le zampe posteriori, tosando l'inguine. Per quanto riguarda il fondoschiena, vi basterà sollevare la coda prima di passarvi il rasoio attorno. L'attenzione per queste ultime due zone aiuterà l'animale a mantenersi pulito anche dopo l'evacuazione. Ora potete rasare il resto del corpo: da dietro la testa scendendo lungo il collo, la schiena, i fianchi e infine l'addome.

66

Adesso siete al corrente di tutte le tecniche di tosatura appropriate. Ricordate che bisogna avere una mano ferma, pertanto non eseguite l'operazione a meno che non vi sentiate estremamente sicuri: non si può tornare indietro o lasciare l'animale rasato per metà. Abbiate quindi cura e state attenti: badate bene che non tutti i cani andrebbero tosati. Se è vero che il pelo li mantiene al caldo d'inverno, questo ha anche la duplice funzione di protezione dai raggi solari. Senza pelo, il cane è più soggetto a scottature e ad eventuali tumori della pelle. Evitate, inoltre, la tosatura di cani a doppio pelo: si tratta di uno strato sottile e soffice, talvolta poco visibile, presente in molte delle razze canine più diffuse.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come tosare il pelo al cane

I cani sono i migliori amici dell'uomo e come tali hanno bisogno di cure e attenzioni, specialmente quando sono ancora dei cuccioli. Quando si adotta un cagnolino e si ospita in casa questo piccolo amico a quattro zampe, è molto importante prendersene...
Cani

Come tosare un cane maltese

Il maltese è un adorabile cagnolino di medie/piccole dimensioni, perfetto qualora cerchiate un cane che non cresca troppo e che sia dolce, socievole e adatto al contatto con i bambini. Una delle maggiori particolarità di questa razza è proprio il suo...
Cani

5 motivi per cui è meglio non tosare il cane

Se in questa estate torrida. Guardando il vostro cane, provate il desiderio intenso di tosarlo per proteggerlo dalla calura, fermatevi, siete ancora in tempo. Tosare il cane non è mai una buona idea a meno di gravi problemi come la miasi, disturbo in...
Cani

Come tosare un cane a pelo lungo

I cani a pelo lungo richiedono molte più cure ed attenzioni, rispetto ad altre razze. Il loro manto va giornalmente spazzolato, tenuto sempre in ordine, in quanto intrappola facilmente fogliame, fango e parassiti. Con l'arrivo della stagione calda, la...
Cani

Come tosare un barboncino

Tosare un cane appartenente alla razza barboncino è molto più difficile di quanto possa sembrare. Con la tosatrice è facile lasciarsi prendere dalla mano e arrivare a creare disastri antiestetici sul proprio povero cane. Risulta quindi essere opportuno...
Cani

Come tosare un cane

Avere cura del manto del proprio cane è una pratica importante, specialmente se la caratteristica del vostro amico peloso è quella di avere il pelo lungo facile ai nodi e alla sporcizia. Indispensabile è affidarlo alle mani di un esperto che sarà...
Cani

Come tosare un pastore bergamasco

Quella del Pastore Bergamasco è sicuramente una delle razze canine più particolari ed interessanti. Questo cane ha origine sulle Alpi Italiane in vicinanza di Bergamo, come il nome stesso suggerisce, dove veniva impiegato per governare e condurre le...
Cani

Come tosare un cocker

Quando comprate un cucciolo di cocker dovrete tenere in conto che è un cane che necessita di molte cure, soprattutto quel che concerne il suo pelo. Per mantenerlo lucido, pulito e bello, occorrerà tosarlo una volta al mese, oltre che pettinarlo tutti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.