Come trattare i finimenti del cavallo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I finimenti del cavallo sono un insieme di lacci, cinghie e pettorine di cuoio che consentono all'animale di trainale vari veicoli, come una carrozza, un carro o una slitta. Le pettorine, in particolare, possono anche essere utilizzate per attaccare il cavallo ad altri carichi come ad esempio un aratro o una barca. Questi finimenti, essendo per l'appunto di cuoio, hanno bisogno di cure costanti e diligenti che impediscono loro di diventare fragili e inclini alla rottura. Le alte temperature, l'uso frequente e la sporcizia intrappolata nei pori del cuoio può provoca secchezza e screpolature, che danno origine alle crepe. Una corretta manutenzione e pulizia consente di avere un'imbracatura sana ed efficace. Vediamo allora come trattare i finimenti del cavallo.

25

Occorrente

  • grasso per cuoio
  • sapone di glicerina
  • lucidante per cuoio
  • panno di lana
  • panno in microfibra
  • acqua
35

Trattandosi in gran parte di oggetti in cuoio, il costo di questi elementi non è certamente irrisorio: ne deriva che l'attenzione che dovremo riservargli dovrà essere la massima possibile, così da non incorrere in ulteriori spese. Tra i tanti strumenti che possono essere importanti per assicurare un trattamento adeguato dei finimenti, due possiamo ritenerli indispensabili: il sapone e il grasso. Sono disponibili in commercio molte soluzioni: spray, liquidi, creme, e a seconda delle nostre esigenze troveremo con facilità il prodotto di cui intendiamo disporre.

45

Nello specifico, il sapone più indicato per garantire il giusto quantitativo nutrizionale a tutti i finimenti dei cavalli è senz'altro quello alla glicerina. Grazie alla sua particolare composizione infatti, questo tipo di sapone, se affiancato da una dose non eccessiva di acqua, è in grado di penetrare in profondità il cuoio, assicurando a questo materiale un'idratazione tale da preservarne la qualità. Per fare in modo che però i vari finimenti non vadano incontro ad un fisiologico deterioramento, è importante che questi vengano lucidati, se non giornalmente, quanto meno ogni volta in cui il cavaliere ne fa uso.

Continua la lettura
55

Dopo aver lavato con acqua e sapone, è bene passare sui finimenti un panno in microfibra in grado di assorbire l'umidità ed eliminare la polvere in eccesso, riducendo al minimo il livello di opacità del cuoio. Fatto ciò, sarà arrivato il momento di spalmare l'apposito grasso per il cuoio su tutta la superficie interessata dal nostro trattamento; lasciamo ad asciugare in un luogo al riparo dalle intemperie, considerando che potrebbe servire anche un'intera giornata. Trascorso il periodo indicato, potremo passare un panno di lana su tutti i finimenti così da non rischiare che tracce di grasso si depositino intaccando la qualità delle pelli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Tutto sul cavallo murgese

Esistono svariate razze di cavalli e si distinguono tra loro per caratteristiche morfologiche e fisiche. In questa guida illustreremo tutto sul cavallo Murgese. Questa razza equina origina dall'altopiano delle Murge. Le Murge si elevano in Puglia tra...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella pulizia del cavallo

Una delle operazioni più importanti da compiere, se si possiede un cavallo, o se ne cavalca uno, è la sua corretta pulizia. La cura del cavallo, detta, con termine anglosassone, grooming, serve non solo a rimuovere la sporcizia che potrebbe essersi...
Cani

Come mettere la pettorina al cane

Ecco una bella ed interessante guida, molto utile per tutti gli amanti degli animali ed in particolar modo per coloro che hanno in casa, un cane. Infatti tenteremo di capire insieme come e cosa fare per mettere, nella maniera corretta, la pettorina al...
Cani

Come portare il cane a fare jogging

Correre è salutare e molte persone praticano jogging regolarmente per tenersi in forma. Sebbene godersi una corsetta in piena solitudine, mentre un lettore mp3 suona le traccie audio preferite, abbia un je ne sais quoi di poetico, portare con sè il...
Animali da Compagnia

Come trasportare un coniglio

Sono moltissime le persone che decidono di adottare un animale domestico ma quando si organizza un viaggio bisogna pensare anche ai nostri piccoli amici e se non abbiamo nessuno che possa accudirli in nostra assenza, dovremo necessariamente trovare un...
Cani

Come scegliere la pettorina per cani

Negli ultimi anni l'attenzione ai nostri amici a quattrozampe cresce sempre di piú, e non è raro imbattersi in gruppetti di persone al parco che si scambiano consigli a riguardo. Tra le news riguardanti i nostri amici pelosi, c'è la nuova abitudine...
Cani

Pettorina per cani: come metterla

Passeggiare col proprio cane non è solo piacevole e divertente, ma è importante per mantenere energico e in salute il vostro cucciolo. Andare a spasso col proprio padrone è per lui motivo di passatempo e piacere. Per uscire in tutta sicurezza con il...
Cani

Come viaggiare con un Beagle

Il tuo Beagle è parte della famiglia. Di certo conoscerai le sue doti intellettive, la sua curiosità e la sua indole socievole. Ama condividere tutto con i suoi padroni e ricambia con tanto affetto. Non è amante della solitudine. Pertanto, sia che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.