Come trattare il colpo di calore nel cane

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nei mesi caldi dell' anno, è bene prestare attenzione ad un fenomeno, che può colpire frequentemente i nostri amici cani. Questo fenomeno è il colpo di calore che porta ad un innalzamento della temperatura corporea detto ipertermia. I cani non sono in grado di disperdere facilmente il calore per via del pelo e sudano solo attraverso i cuscinetti delle zampe ed espellendo il vapore attraverso il naso, ma quando ciò non è sufficiente ad eliminare il calore abbiamo un aumento della sua temperatura corporea. Come si può trattare e prevenire il colpo di calore?

26

Occorrente

  • Acqua
  • Ciotola
  • Ventilatore
  • Ombra
36

Cosa è il colpo di calore

Si parla di colpo di calore moderato quando la temperatura è tra i 40° ed i 41°, in questo caso, se si prestano i primi soccorsi, il cane si riprenderà in un' ora. Si parla, invece, di colpo di calore grave quando la temperatura è oltre i 41° ed in questo caso è richiesto un tempestivo intervento medico per scongiurare un esito letale.

46

Quali sono i sintomi del colpo di calore

Un cane colpito da colpo di calore mostrerà: debolezza, respiro affannato, mucose rosso sangue, letargia, nausea, vomito spesso con sangue, diarrea e coma. In questi casi , la prima cosa da fare, è allontanare il cane dalla fonte di calore, rinfrescare l' aria usando per esempio un ventilatore, abbassare poi la temperatura bagnando l' animale con acqua che però non dovrà essere gelida. La temperatura corporea, dovrà essere costantemente monitorata ed una volta raggiunti i valori normali, tra i 38° ed i 39°, si devono interrompere le manovre di raffreddamento per evitare che non ci sia una continua dispersione. Si dovrà anche idratare adeguatamente l' animale.L' animale dovrà essere poi, portato dal veterinario, che controllerà la temperatura, fornirà eventuali liqui e se necessario anche ossigeno. Potrebbe anche effettuare esami ematici per controllare i tempi di coagulazione del nostro amico.

Continua la lettura
56

Come si può prevenire il colpo di calore e conclusione

Per prevenire tutto questo, sarà bene: non uscire nelle ore più calde, evitare di lasciare il cane in auto sotto il sole, evitare attività fisiche stressanti e pesanti, portarsi sempre dietro acqua e una ciotola e garantire sempre un posto all' ombra.I cani più a rischio sono i cuccioli, i cani anziani, quelli sovrappeso, quelli con malattie cardiache, con disturbi respiratori o i cani brachicefalo come i carlini e boxer ossia quei cani con il muso schiacciato e che presentano a causa della loro anatomia facciale anomalie respiratorie.E comunque anche se il cane sembra stare meglio è sempre meglio rivolgersi al proprio medico veterinari di fiducia per evitare eventuali effetti collaterali.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non lasciare il cane in auto
  • Evitare le ore più calde

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Cosa fare quando il cane sente caldo

Il "colpo di calore" non è da imputare solo alle elevate temperature, ma anche all'elevata percentuale di umidità nell'aria, soprattutto sopra una certa soglia. Il primo sintomo sia per l'uomo che per il cane è la difficoltà respiratoria, ma ci sono...
Cura dell'Animale

5 modi naturali per lucidare il pelo del proprio cane

Essere dei padroni responsabili di un cane significa anche accudire l'animale nel giusto modo, praticandogli tutte le cure necessarie per farlo vivere bene e in buona salute. Da questo punto di vista, curare in modo giusto il pelo di un cane rappresenta...
Cura dell'Animale

Come ridurre la caduta dei peli del cane

Il problema della caduta dei peli del cane affligge molti possessori di questo delizioso quadrupede. Di norma, il pelo del cane si rinnova due volte all'anno, in primavera ed in autunno. Si tratta della "muta", un normale fenomeno fisiologico. Anche se...
Cura dell'Animale

Come trattare un coniglio ferito

È ormai diffusa la presenza di animali come conigli nani nelle nostre abitazioni. Sono animali molto delicati: bisogna avere molta cura di questi piccoli esseri viventi, poiché in caso contrario potrebbero ammalarsi e in alcuni casi anche morire. Quindi...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione estiva

In tutte le stagioni, secondo la temperatura, è necessario prendere gli opportuni accorgimenti. Ciò non è valido soltanto per le persone. Bensì anche per gli animali domestici. Nella stagione estiva, con il clima spesso torrido, occorre adottare alcune...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione invernale

Se avete un cane ed intendete curarlo e coccolarlo nel migliore dei modi, è importante proteggerlo nella stagione invernale poiché le temperature basse e la forte umidità generata dalla pioggia, potrebbero arrecargli danni alla salute. Per massimizzare...
Cura dell'Animale

Come limare le unghie al cane

Limare le unghie al cane è un compito che si rende necessario nei casi in cui la crescita dell'unghia risulti maggiore rispetto al normale consumo della stessa. Ciò può accadere soprattutto in quegli animali che hanno una scarsa possibilità di muoversi...
Cura dell'Animale

Effetti della sterilizzazione in un cane o in un gatto

Molto spesso, chi possiede animali domestici come un cane o un gatto, si trova davanti ad un dilemma: sterilizzare o non sterilizzare proprio animale? In molti, infatti, si chiedono se sia giusto o meno procedere con la sterilizzazione che risulta essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.