Come Trovare Una Natrice

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

All'interno di questa articolo, vi spiegherò come trovare una natrice dal collare. Quest'ultima è un rettile davvero molto particolare, conosciuto soprattutto per la sua intelligenza ma anche per il suo aspetto, che lo rende parecchio identificabile rispetto ad altre specie simili. La natrice dal collare è essenzialmente una specie tipica della biscia, chiamata anche "biscia dal collare" per via della striscia striata di colore bianco presente poco prima della testa, proprio come se fosse un piccolo collare. Non c'è bisogno di preoccuparsi, la ricerca della natrice dal collare non sarà affatto pericolosa o rischiosa. La natrice dal collare, infatti, non è un serpente velenoso e non può fare del male all'uomo. Tuttavia, è consigliabile un po' di attenzione se si desidera procedere con precisione: è sempre meglio evitare di infastidire o toccare l'animale, ed effettuare la ricerca in assenza di bambini. Iniziamo!

26

Occorrente

  • Macchina fotografica
  • Prudenza
36

Anzitutto, la natrice dal collare è uno dei serpenti più diffusi sul territorio italiano, pertanto è possibile trovare un esemplare di questa specie in numerose zone senza troppe difficoltà. La riproduzione della natrice dal collare può essere sia ovipara che vivipara; la prima predomina nelle specie nostrane, mentre la seconda è frequente tra le specie dell'America settentrionale. Le nostre natrici dal collare sono solite scavare buche nel terreno, in cui depongono da dieci a trenta uova di discrete dimensioni, condensate tutte tra loro.

46

Oltre a ciò, le uova della natrice dal collare hanno un involucro elastico e forma oblunga. La deposizione avviene in primavera, al termine del letargo invernale. Le specie americane sono più prolifiche, e partoriscono fino ad un centinaio di piccoli per volta. Questi serpenti si tengono relativamente lontani dall'acqua, che diventerà successivamente il loro habitat naturale. Da adulte, le natrici dal collare non si allontanano quasi mai dai bordi delle paludi o dagli ambienti simili, prediligono gli specchi di acqua stagnante e sono perciò frequenti negli stagni e nelle paludi; si possono rinvenire in grande abbondanza anche nelle risaie.

Continua la lettura
56

Inoltre, sono diffuse nell'intera regione Olartica, nelle zone temperate dell'emisfero settentrionale. La natrice dal collare è un animale molto furbo: infatti, se avvistato, tenderà a nascondersi e lo farà gettandosi in acqua e, se capace, nuotando via o immergendosi in profondità. Se avvistata, una natrice dal collare cercherà di difendersi e proteggersi, fingendosi morta, arrotolandosi su sé stessa sul terreno ed aprendo la bocca lasciando fuori la lingua. In questo caso, non bisognerà spaventarla in alcun modo!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come trovare un serpente a sonagli

Il serpente a sonagli (scientificamente chiamato Crotalo Adamantino Occidentale) è un rettile appartenente alla famiglia dei viperidi. Questi rettili vengono chiamati così per una loro caratteristica fondamentale, la coda. Essa, infatti, è provvista...
Rettili e Anfibi

I principali rettili innocui

Una delle specie animali più interessanti è indubbiamente quella dei rettili che racchiude una varietà molto ampia di specie animali. Non si tratta di una cqtegoria particolarmente amata dalla maggior parte delle persone in quanto i rettili sono spesso...
Rettili e Anfibi

Come fare per entrare nella guardia forestale

Senza dubbio, quando arriva il momento di trovarsi un lavoro, bisogna guardarsi bene intorno e cercare il modo, per quanto possibile, di conciliare la sicurezza economica e le proprie passioni. Se sei un amante della natura e stai cercando un lavoro,...
Rettili e Anfibi

L'alimentazione del pitone reale

Il pitone reale è un particolarissimo serpente appartenente alla famiglia dei pitoni, chiamato anche pitone a palla proprio per la classica posizione che assume questo rettile quanto si sente intimorito. Se ci troviamo a dover curare questo animale,...
Rettili e Anfibi

Come catturare una rana

Se abbiamo un giardino e con esso un piccolo stagno, è importante sapere che può essere visitato dalle rane che con il loro tipico gracchiare specie nelle ore notturne, potrebbero dare non pochi fastidi, per cui bisogna trovare la soluzione adeguata...
Rettili e Anfibi

Le principali specie di anfibi presenti in Italia

Al contrario di ciò che si pensa, in Italia esistono una varietà notevole di anfibi. Grazie anche al territorio alquanto favorevole per questi particolari animali sospesi tra la terra ferma e l'acqua, i quali possono vivere e riprodursi in totale tranquillità....
Rettili e Anfibi

Come Riconoscere il ramarro

Con la seguente guida andremo a parlare di Ramarro. Nello specifico, come avrete compreso attraverso la lettura del titolo stesso, ora andremo a parlare, in modo particolare, di Come Riconoscere il ramarro.Il ramarro è una lucertola tipica delle regioni...
Rettili e Anfibi

5 modi per proteggere le tartarughe dal caldo

Le tartarughe, essendo rettili, sono creature eteroterme, il che significa che la loro temperatura corporea è la stessa dell'ambiente in cui vivono. Esse non sono, a differenza dei mammiferi, dotate di strutture che permettono di regolare il calore del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.