Come utilizzare i tappetini riscaldanti per terrario

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I terrari sono contenitori in cui allevare in casa animali esotici o insetti particolari: molti degli insetti e dei rettili che si allevano nei terrari provengono da zone del mondo in cui il clima è diverso da quello che è presente nelle nostre abitazioni; oltre a questo, i rettili sono animali a sangue freddo, che utilizzano direttamente il calore del sole per la loro termoregolazione. Per questi motivi, molti terrari necessitano di essere corredati di qualche sistema riscaldante. Tipicamente, i sistemi riscaldanti sono costituiti da lampadine a incandescenza o da tappetini riscaldanti che si posizionano sul fondale del terrario, oppure ancora da rocce o finte pietre che contengono una serpentina riscaldante. Andiamo quindi a vedere come utilizzare i tappetini riscaldati per terrario.

25

Scegliere il tappetino

Esistono prodotti completamente impermeabili, che possono venire posizionati direttamente all'interno del contenitore, altri invece funzionano soltanto in ambiente completamente asciutto o hanno cavetti che potrebbero venire rosicchiati dagli animali e quindi vanno posizionati all'esterno del terrario. È molto importante che ci sia del materiale tra l’animale ed il substrato riscaldante: generalmente si utilizza materiale inerte, quale sabbia, ghiaietta, sughero. Evitiamo in ogni caso che gli animali giungano a contatto diretto del tappetino, perché potrebbero subire scottature, anche se il tappetino non raggiunge temperature elevate; questo avviene perché alcuni animali hanno l’epidermide molto delicata o tendono ad appisolarsi stesi direttamente sopra il tappetino acceso, dove permangono per lunghi periodi di tempo.

35

Posizionare il tappetino

La scelta dipende prevalentemente dalle tipiche condizioni di vita dell’animale; oltre a questo, sicuramente un tappetino esterno è di posizionamento molto facile; se invece scegliamo un tappetino da interno, dovremo con pazienza posizionarlo e sistemarvi sopra del materiale di copertura, quale ghiaia o sabbietta. Lo strumento forse più complicato da posizionare è la serpentina, perché va posta in spire abbastanza precise e fissata in più punti sul fondo o sui lati del terrario.

Continua la lettura
45

Regolare la temperatura

Può capitare che il nostro amico necessiti per sopravvivere di condizioni climatiche molto particolari. Per questo motivo, oltre a vari strumenti per riscaldare il terrario, sono disponibili termometri, igrometri, sistemi di umidificazione dell’aria o di distribuzione del cibo. Tutti questi strumenti possono venire connessi a dei timer, in modo da poter regolare diverse condizioni climatiche a seconda dell’ora del giorno.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliete sempre il più corretto sistema di riscaldamento, in base all'animale che state allevando
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come tenere i ragni come animali da compagnia

Nonostante molte persone abbiano paura dei ragni, altre li amano e arrivano al punto di adottarne uno da tenere come animale da compagnia. Ovviamente, nonostante siano animali da compagnia inusuali e poco comuni, anche questi hanno bisogno di particolari...
Invertebrati e Insetti

Ragni giganti: 5 esemplari da allevare in casa

Se siete appassionati di insetti ed in particolare dei ragni, è importante sapere che c'è la possibilità di allevarne alcuni giganti in casa, seguendo però delle specifiche linee guida indicate nei passi successivi. A tale proposito, ecco una lista...
Invertebrati e Insetti

Gli invertebrati che possono vivere in terrari

Gli invertebrati sono degli animali senza ossa o meglio senza uno scheletro interno. Infatti, molti invertebrati sono di un corpo molliccio mentre altri hanno uno scheletro o meglio una casa come ad esempio una conchiglia. Questa specie di animali tendono...
Invertebrati e Insetti

Come tenere una tarantola in casa

È nata da poco la moda di avere come animale di compagnia, generalmente considerati pericolosi, come rettili e anfibi. Rientra nella categoria rettili, la tarantola (o platidattilo muraiolo) che ormai non è insolito ritrovare in un'abitazione. Se anche...
Invertebrati e Insetti

Metodi per allevare i vermi della farina

A volte i nostri animaletti domestici possono sembrare strani per molti, ma sono i nostri cuccioli e per loro vogliamo solo il meglio. Se abbiamo pesci o rettili sappiamo perfettamente che il mangime può essere molto costoso, ma che alla fin fine si...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le coccinelle

Il termine coccinella deriva dal greco "Kòkkinos" o latino "Coccinus", che significa "rosso scarlatto". È proprio da tale caratteristica che deriva il nome di tali insetti. Fin dall'antichità sono considerate simbolo di buon auspicio, reputazione dovuta...
Invertebrati e Insetti

Come allevare il ragno crociato

I ragni nella catena alimentare sono molto più importanti di quanto si possa immagginare. Sono sostanzialmente animali predatori con due precise caratteristiche: anno una forte capacità di adattamento, anno una marcata diversità fra specie e famiglia....
Invertebrati e Insetti

L'allevamento dell'insetto foglia

Al giorno d'oggi sempre più persone si dilettano nell'allevamento di specie animali molto particolari. Da chi si limita ad avere i classici animali da compagnia, a chi preferisce avere in casa serpenti delle più svariate dimensioni e persino quelli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.