Come viaggiare con il pappagallo in macchina

Tramite: O2O 09/01/2016
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se possedete animali saprete sicuramente che ogni anni durante le vacanze si presenta un piccolo problema: portare i propri animali ed esporli ad uno stress non indifferente o affidarli a strutture in cui si possono occupare di loro o a paersone di fiducia. Se decidete di portarli con voi dovrete tener presente che dovrete rispettare alcune regole fondamentali. Rispettare i tempi e le esigenze degli animali è fondamentale. In questa guida in particolare vi daremo qualche consiglio su come viaggiare in macchina con un pappagallo.

25

Di fondamentale importanza per il trasporto in macchina del pappagallo, è assicurarsi che ci sia una gabbietta adeguata con relativo bastoncino di sostegno, il contenitore per l'acqua e la mangiatoia. Questi elementi sono di fondamentale importante affinché il pappagallo non rimanga traumatizzato dal trasporto. L'ideale sarebbe munirsi di una gabbia circolare, per evitare che le ondulazioni dovute al percorso in macchina, magari a seguito di curve o dossi possa farlo ferire, cosa molto probabile se si utilizza una classica forma quadrata.

35

Vediamo adesso nel dettaglio come preparare adeguatamente il trasporto del nostro pappagallo. Innanzitutto è opportuno depositare sul fondo della gabbia un cartoncino, come ad esempio quello utilizzato per gli imballaggi che ha delle scanalature adatte a non farlo scivolare, ed inoltre è un ottimo assorbente di acqua in caso dovesse tracimare dall'abbeveratoio. Per quanto riguarda il cibo e l'acqua, possiamo aggiungere al contenitore dell'acqua dei pezzetti di frutta come ad esempio la mela o la pera, in modo da evitare che possa fuoriuscire. Le cassette con cibo e acqua vanno inoltre fissate, per evitare che possano sganciarsi. Se l'ambiente esterno è particolarmente freddo, è opportuno prendere ulteriori precauzioni. In questo caso bisogna isolare le pareti esterne della gabbia con dei cartoni opportunamente bucati in più punti, per non togliere del tutto l'ossigeno al pappagallo, oppure ricoprirla parzialmente con un panno di lana. Se decidiamo inoltre di trasportare la gabbia con il pappagallo nel bagagliaio dell'auto, è importante lasciare accesa la luce, in quanto con i forti rumori esterni anomali e la luce spenta, potrebbe impaurirsi molto.

Continua la lettura
45

Infine, da evitare in modo assoluto l'uso dello stereo della macchina, poiché il volume alto potrebbe farlo spaventare e subire un inquinamento acustico. Infatti, da tener presente che il loro apparato uditivo rispetto al nostro, non sopporta i decibel molto elevati, per cui potrebbe danneggiargli irrimediabilmente i timpani o quantomeno spaventarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Pappagallo Amazzone: caratteristiche e cura

Se in un centro di ornitologia acquistiamo un Pappagallo Amazzone, è importante conoscere a fondo le sue caratteristiche, e soprattutto la cura necessaria affinché possa vivere tranquillamente nell'ambiente domestico. A tale proposito nei passi successivi...
Volatili

5 alimenti da non dare al pappagallo

I pappagalli appartengono all'ordine dei Psittaciformi. Tutte le varietà hanno in comune il becco robusto ed adunco. Mediante la sua particolare conformazione possono manipolare qualsiasi oggetto con la massima precisione e delicatezza. Gli occhi del...
Volatili

Come curare la congiuntivite al pappagallo

Le nostre case accolgono diversi tipi di animali domestici, che sono entrati, ormai da anni, a far parte della famiglia, considerati a pieno titolo amici e componenti del nucleo. C' è chi sceglie un cane, ritenendolo il più fedele tra gli amici a quattro...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o come si può riconoscere. Purtroppo in molti, come per il pappagallo cenerino, non è possibile riconoscerlo. Il pappagallo...
Volatili

Come insegnare a parlare ad un pappagallo

I pappagalli certamente sanno comunicare, ma non hanno quella capacità di linguaggio tipico degli esseri umani. Gli animali, e in questo casi i pappagalli, sono in grado di trasmettere informazioni utilizzando canali uditivi, olfattivi, tattili e anche...
Volatili

Come insegnare al pappagallo a parlare

I pappagalli sono stupendi e intelligenti uccelli che hanno un folto piumaggio colorato ed il becco ricurvo. Si muovono in modo molto aggraziato, quasi come a pavoneggiarsi per mostrare le loro bellissime piume variopinte. Alcune specie di pappagalli...
Volatili

Pappagallo Ara: caratteristiche e cura

Il Pappagallo Ara è un volatile regale, dal piumaggio meraviglioso e dal portamento fiero. Nonostante sia un animale più adatto a vivere in cattività, non è raro trovarne alcuni esemplari all'interno delle abitazioni come animale domestico e da compagnia....
Volatili

Come prendersi cura di un pappagallo

Gli animali da compagnia sono molti; tra essi il cane, il gatto ed il coniglio. La maggior parte delle persone sceglie di avere in casa uno di questi animali, ma ci sono anche alcuni che preferiscono avere un acquario colmo di pesci oppure un altro genere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.