Consigli per il furetto durante la muta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il furetto è un piccolo animaletto che appartiene alla famiglia del mustelidi, e come ogni animale di questo genere, durante le stagioni intermedie (primavera ed autunno) è interessato dal fenomeno della muta. Questo vuol dire che prima dell'inverno il suo pelo si infoltirà per aiutarlo a sopportare i rigori del freddo mentre a primavera si diraderà gradualmente per andare incontro alla stagione calda. Mentre la specie selvatica svolge questa operazione in completa autonomia, il furetto domestico va aiutato in questo periodo delicato seguendo alcuni accorgimenti. In questa guida andremo a vedere alcuni consigli per il furetto durante la muta.

26

Aumentare le proteine

Per il furetto domestico il periodo della muta è una fase che richiede un aumentato dispendio energetico il quale deve essere opportunamente controbilanciato dalla corretta alimentazione. Durante la muta è quindi necessario aumentare l'apporto proteico di circa il 30%, per andare incontro alla maggior richiesta di proteine data dalla muta.

36

Aggiungere vitamine all'alimentazione

Anche l'apporto vitaminico andrebbe incrementato in questa fase, almeno del 20%, per cui è necessario somministrare al furetto alimenti ricchi di questi principi nutritivi, come frutta e verdura, qualora risultino gradite oppure ricorrere a degli appositi integratori alimentari.

Continua la lettura
46

Somministrare un po' di olio per un pelo brillante

Per far crescere al vostro furetto un pelo morbido e brillante, potrete aggiungere alla carne, una volta al giorno, un filo di olio. In questo modo il suo pelo crescerà lucente e vellutato e si manterrà sano, allontanando anche spiacevoli parassiti.

56

Spazzolare quotidianamente

Il furetto che vive allo stato brado può contare sull'aiuto degli altri membri della comunità per la rimozione del pelo in eccesso, mentre il furetto domestico potrà contare solo sul vostro aiuto. Per questo motivo, ogni giorno è necessario sottoporre il vostro animaletto ad una spazzolata completa, facendo attenzione che le setole della spazzola siano sufficientemente morbide e che l'animale non senta dolore.

66

Massaggiare il sottopelo

Per una rimozione più efficace del pelo in eccesso si può procedere prima della spazzolatura ad un massaggio con le mani della cute e del sottopelo del furetto. In questo modo è possibile agevolare la caduta naturale del pelo morto e la spazzolatura diventerà meno traumatica e stressante per il vostro piccolo amico.
Ovviamente se non siete esperti o se non vi sentite tranquilli nello svolgere questo compito, potrete poi semplicemente rivolgervi saltuariamente ad un centro di toelettatura per animali, dove troverete professionisti preparati ed efficienti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Muta del furetto: consigli per gestirla

Mustela puturius furo, nome scientifico del furetto comune, un simpatico animaletto che negli ultima anni sta sempre più condividendo l'ambiente domestico e la compagnia dell'uomo. Il furetto è un piccolo predatore, appartiene alla famiglia dei mustelidi,...
Cura dell'Animale

Muta del cane: consigli pratici

La scelta di adottare un cane, sia che esso abiti dentro casa con voi, oppure nel giardino, il vostro amico ha inevitabilmente bisogno di alcune cure specifiche che lo faranno vivere più agiatamente e che creerà meno problemi per voi. Nello specifico...
Cura dell'Animale

Consigli per la scelta delle crocchette per furetto

I furetti per essere alimentati correttamente hanno bisogno solo di crocchette, poiché altri cibi magari gli stessi consumati dagli esseri umani, possono nuocergli a livello intestinale. A tale proposito ecco una lista, in cui ci sono alcuni importanti...
Cura dell'Animale

Come proteggere il furetto dal freddo

Oggi ll furetto è diventato a tutti gli effetti un animale domestico esattamente come il cane o il gatto: questo simpatico mammifero riscuote sempre un gran successo; questo perché è un compagno vivace e molto affettuoso oltre ad essere un animale...
Cura dell'Animale

Come ridurre l'odore del furetto

Il furetto è un piccolo animale domestico dall'aspetto innocuo e davvero molto simpatico. Il furetto sa essere anche un animale molto dolce e docile con chi lo accudisce. È il piccolo animaletto da compagnia da tenere in casa. Tuttavia il furetto emana...
Cura dell'Animale

Come proteggere il furetto dal caldo estivo

Come le persone anche gli animali addomesticati soffrono molto il caldo durante il periodo estivo. Mentre delle temperatura calde moderate possono far molto bene per gli animali domestici il caldo ad alte temperature può diventare molto pericoloso per...
Cura dell'Animale

Come scegliere la pasta al malto per il furetto

Il furetto è un animale carnivoro la cui dieta dovrà quindi essere a base di carne o apposite crocchette, limitando al massimo le eccezioni. I prodotti da offrire devono contenere un alto numero di proteine, ed il cibo secco può essere lasciato a disposizione...
Cura dell'Animale

5 cose da sapere sull'alimentazione del furetto

Il furetto appartiene ai Mustelidi, una famiglia di mammiferi di cui fanno parte anche la faina e l'ermellino. Il nome scientifico del furetto, Mustela putorius furo, significa "faina puzzolente ladra", in riferimento al forte odore che emana se non sterilizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.