Cosa fare quando il coniglio non mangia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il coniglio è un animale molto delicato, che bisogna tenere costantemente sotto controllo. Nel momento in cui esso non mangia, è meglio recarsi presso il proprio veterinario di fiducia. Non attendete una diagnosi veloce. Di fatti saranno necessarie varie visite del veterinario più degli accertamenti diagnostici per capire quali sono le motivazioni che hanno spinto il vostro coniglietto a non mangiare più. Vediamo quindi insieme nello specifico cosa fare quando il coniglio non mangia.

26

Occorrente

  • Coniglio
  • Veterinario di fiducia
36

Il coniglio è un animale che dovrebbe mangiare continuamente, non soltanto per mantenere limati i propri denti, ma anche per far si che il proprio intestino funzioni continuamente. Quindi se il coniglio non si alimenta almeno da mezza giornata, vorrà dire che c'è qualcosa che non va nel suo organismo. Svariate possono essere le motivazioni ma in ogni caso si tratta sempre di situazioni gravi che richiedono l'intervento di un esperto. Uno dei motivi del digiuno del vostro coniglio potrebbe essere dovuto ad un blocco gastrointestinale. Rappresenta una delle principali cause che comporta anche la morte nei conigli.

46

Alcune volte è soltanto un rallentamento intestinale che porta il coniglio a non mangiare per poche ore e poi l'animale si riprende, se ciò non avviene nell'arco di tre ore allora recatevi presso il veterinario più vicino. Esso farà un visita, dei raggi e vi darà una cura adeguata. Quest'ultima potrà comprendere delle flebo per reidratare il coniglio, dei farmaci per favorire la fuoriuscita dei gas e per stimolare l'intestino. Un ulteriore problema per cui un coniglio non mangia potrebbe riguardare i suoi denti, in quanto essi sono in continua crescita. Potrebbe verificarsi una cattiva occlusione degli incisivi e dei molari. Può essere causato da una cattiva alimentazione o semplicemente un fattore ereditario.

Continua la lettura
56

Bisogna che vi rivolgiate essenzialmente ad un veterinario, che effettuerà una tac o una risonanza magnetica; in casi gravi si procede con l'estrazione dei denti e in seguito al coniglio verrà somministrata erba finemente tagliata, in modo che l'animale riprenderà a mangiare seppur lentamente. Infine un'altra motivazione è data dalla presenza di parassiti interni che causano anoressia, diarrea, manifestandosi con feci acquose e maleodoranti e una successiva disidratazione dell'animale. Anche in questo bisogna che vi rechiate presso il vostro veterinario di fiducia, che vi darà una adeguata cura.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgetevi tempestivamente al vostro veterinario di fiducia.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come misurare la temperatura di un coniglio

Quella di avere un coniglio come animale domestico è ormai diventata una vera e propria moda. È necessario ricordarsi che un animale domestico rappresemta un essere vivente a tutti gli effetti. E in quanto tale necessita di una buona dose di impegno...
Cura dell'Animale

5 motivi per portare il coniglio dal veterinario

Forse non tutti lo sanno, ma il coniglio è l'animale domestico più diffuso, dopo il cane e il gatto. E non c'è motivo di farsene meraviglia perché il coniglio è un animale affettuoso ed intelligente, con una grande capacità di integrazione nelle...
Animali da Compagnia

Come alimentare il coniglio nano

I conigli nani sono considerati la specie più piccola di lepri sul pianeta a causa di un gene che ostacola la capacità di sviluppare la loro crescita. Ma non tutti sono uguali. Esistono, infatti, tre razze maggiormente conosciute di conigli nani: la...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un coniglio anziano

Molte persone decidono di adottare un animale come proprio compagno, da tenere in casa e crescere. Diventano quindi parte integrante della famiglia e continuano a vivere con noi per molti anni, soprattutto se li curiamo come si deve. Gli animali da compagnia...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura del coniglio

In Italia, al terzo posto tra gli animali domestici più diffusi, dopo cane e gatto, si trova il coniglio. È proprio così: sono in molti tra i nostri connazionali a scegliere questo buffo animaletto, che appartiene alla famiglia dei leporidi, come animale...
Animali da Compagnia

I cibi da non servire al proprio coniglio

Il coniglio è uno degli animali più delicati che sia. Allevare un coniglio non è affatto semplice, questo perché l'animale richiede particolari attenzioni ed è molto facile che si ammali. In primis occorre tenere il coniglio sempre pulito e in secondo...
Cura dell'Animale

Come capire se il coniglio sta male

Negli ultimi anni, oltre ai cani e ai gatti, anche i conigli (in particolare quelli nani) si sono ritagliati uno spazio importante all'interno delle abitazioni di molti italiani. Sono i bambini ad innamorarsi di tali animali, grazie soprattutto alla morbidezza...
Animali da Compagnia

Come fasciare la zampa al coniglio

Le lesioni del coniglio possono essere difficili da diagnosticare. Un coniglio non può vocalizzare il dolore come un cane ferito o un gatto. Se sospetti una lesione, dovrai esaminare fisicamente le zampe del coniglio per segni di irritazione, infiammazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.