Cosa fare se il cane piange di notte

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo degli amanti dei cani, sicuramente ci piacerebbe adottarne uno per farlo vivere con noi nella nostra abitazione. Tuttavia prima di prendere questa importante decisione dovremo essere consapevoli che un cane ha bisogno di essere sempre curato alla perfezione, di essere nutrito adeguatamente e di passare quotidianamente un po' di tempo in nostra compagnia, solo in questo modo potrà crescere sempre felice. Se siamo decisi ad adottare questo animale, sopratutto all'inizio, dovremo insegnargli a vivere con noi, mostrandoli tutte le nostre abitudini. Su internet potremo trovare moltissime guide che ci mostreranno come fare per addestrare il nostro amico a quattro zampe in maniera molto semplice. Nei passi successivi vedremo come comportarci se il nostro cane piange di notte.

25

Occorrente

  • cesta in vimini o plastica.
35

La prima cosa da fare è stabilire dove dormirà il cucciolo: la scelta della cesta e la sua collocazione, infatti, sono importantissime.
La cesta deve essere realizzata in vimini o in plastica.
Teniamo presente che la maggior parte dei nostri amici a quattro zampe adorano dormire in uno spazio raccolto, dove potersi sentire sicuri e protetti. Per questo motivo, assicuriamoci che sia confortevole, asciutta e calda, provvedendo a mettere una copertina e anche un cuscino.
Non appena avremo preparato il suo "lettino", preoccupiamoci di scegliere un buon posto dove sistemarlo. Infatti, è necessario che il suo giaciglio sia abbastanza lontano dal nostro, non permettiamo al cucciolo di dormire al letto con noi, neanche per una volta, altrimenti esigerà sempre di salire sul nostro letto. È bene che ognuno abbia chiari i suoi spazi fin da subito. Inoltre, è sconsigliabile farlo dormire in diversi posti poiché ciò provocherebbe smarrimento e confusione. Pertanto, nel momento in cui decideremo dove posizionarlo, il suo posto dovrà essere sempre lo stesso e, per di più, ricordiamo di farlo dormire sempre alla stessa ora, così si abituerà più facilmente ai nostri ritmi.

45

Se il nostro cucciolo è stato separato prematuramente dalla madre, allora sarebbe bene acquistare un diffusore a base di ferormoni, per accenderlo prima di andare a dormire, in modo che il nostro animale senta il calore materno.
Non sempre questa pratica funziona, ma è sempre meglio provare. In alternativa al diffusore si possono utilizzare una bottiglia di acqua calda e una sveglia, in modo che la bottiglia di acqua calda gli ricordi il calore che il corpo della madre emanava, mentre il ticchettio della sveglia assomigli al pulsare del suo cuore. Con questi due semplici oggetti, quindi, si può rimediare ai primi giorni lontani dalla madre, che per un cucciolo sono quelli più duri.

Continua la lettura
55

Un altro consiglio molto utile consiste nel mettere accanto al cucciolo qualche giocattolo o peluche che gli terranno compagnia durante la notte, facendolo sentire meno solo e, di conseguenza, il nuovo arrivato avrà modo di familiarizzare meglio con l'ambiente e con tutto ciò che lo circonda. Importante è non farlo abituare troppo a dormire insieme a noi, nello stesso ambiente, almeno da piccolo, questo si spiega dal sistema di famiglia che ha il cane, infatti il migliore amico dell'uomo ha un sistema famigliare di tipo gerarchico, quindi farlo dormire nello stesso posto del padrone equivale a elevarlo allo stesso rango gerarchico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come abituare un cucciolo a dormire tutta la notte

Avete da poco adottato un cane e già siete disperati perché passate le notti in bianco in quanto il cucciolo piange e non vuole saperne di dormire? Se la risposta è sì, allora mantenete la calma e non lamentatevi: accertatevi, prima di tutto, che...
Cani

Cosa fare se il cane fa danni in casa

I cani sono i migliori amici dell'uomo. Tenere in casa un cane apporta dei benefici emotivi, per cui farsi coccolare dalla loro morbidezza, o tenersi compagnia a vicenda garantisce un apporto di felicità. Ma spesso, questi, non garantiscono tranquillità...
Cani

Come accudire un cane anziano

I cani rappresentano, tra gli animali domestici, i migliori amici dell'uomo. Si tratta di animali estremamente affettuosi, leali e giocosi ed accompagnano il padrone in tutto l'arco della sua vita. Purtroppo però i cani hanno un'aspettativa di vita piuttosto...
Cani

Come addestrare i cani

L'addestramento di un cane, può variare a seconda delle esigenze del padrone, dall'ambiente in cui viene tenuto e in ultimo, ma non meno importante, dall'indole della razza scelta. Per questo ultimo motivo, prima di prendere in casa un cucciolo è opportuno...
Cani

Ansia da separazione del cane: come gestirla

Anche i cani, come gli esseri umani, sono composti da carattere e stati d'animo. Per cui, proprio come accade all'uomo, anche il nostro migliore amico, può subire delle situazioni decisamente stressanti. Queste vengono causate da molteplici fattori,...
Animali da Compagnia

Come trovare un gatto che si è perso

Per chi possiede un animale domestico sa bene quanto sia doloroso e spesso difficile ritrovarlo. I gatti in questo caso, sono animali che riescono facilmente a scappare senza nemmeno accorgersi di averlo fatto. Sono felini che si muovono lentamente e...
Cani

Come riconoscere le malattie della pelle del cane

I cani come gli esseri umani sono predisposti ad alcune malattie ed in particolare a quelle della pelle. E che sono particolarmente pericolose oltre che fastidiose sia per l'animale stesso che per noi che gli stiamo accanto; infatti, ad esempio troviamo...
Cani

10 consigli per affrontare la perdita del proprio cane

Il vostro cane ha fatto sempre parte della vostra vita. Ora che è morto soffrite tantissimo e in casa purtroppo nessuno vi capisce. Vi sentite soli, temete di non averlo amato abbastanza e i sensi di colpa vi stanno schiacciando. Vorreste che fosse qui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.