Cosa fare se si trova un animale selvatico ferito

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il nostro territorio è sempre più popolato da animali selvatici. Orsi, cinghiali, cervi, possono molto spesso invadere strade o paeselli. Purtroppo sono sempre più diffusi gli incidenti o i ritrovamenti di animali feriti. Ma come comportarci se troviamo un animale selvatico ferito per strada, o se ci capita di investirlo? Con gli animali non selvatici potremmo ricorrere subito a degli interventi diretti, ma in questo caso bisognerà seguire delle particolari accortezze. Vediamo allora cosa fare se si trova un animale selvatico ferito.

27

Occorrente

  • Cartone
  • Guanti
37

Soccorrere un animale ferito è ormai un obbligo stradale. In caso soprattutto di incidente è nostro dovere chiamare i soccorsi e prestare le cure agli animali feriti. Con gli animali selvatici bisognerà inoltre avere una maggiore attenzione, sia per le reazioni improvvise dell'animale, sia per la nostra incolumità. Naturalmente si consiglia di evitare un ravvicinamento, poiché questi animali non sono abituati al contatto umano. Quindi anche se l'animale in questione giace a terra, apparentemente inerme, sarà consigliabile non intervenire in presa diretta.

47

Quindi non avviciniamoci creando rumori improvvisi o facendo movimenti bruschi, che possono irritare l'animale selvatco. Principalmente dovremmo subito attivarci nel chiedere soccorso a chi di competenza. Potremmo quindi rivolgerci subito alla Polizia provinciale, oppure al Corpo Forestale, chiamando il numero 1515. Mentre dovremmo contattare i Vigili del Fuoco se il ritrovamento sarà in casi particolari, come nel caso in cui l'animale venga ritrovato vicino a delle tane, alberi o tetti. Se l'animale selvatico viene invece trovato in spiaggia (tartarughe, cetacei ecc), dovremmo contattare la Guardia Costiera.

Continua la lettura
57

Mentre attendiamo i soccorsi ricordiamoci di non somministrare all'animale selvatico del cibo di qualsiasi genere. Il trasporto dell'animale, fatto dal personale addetto, dovrà sempre avvenire in sicurezza, indossando dei guanti e utilizzando dei cartoni idonei per il trasporto. L'animale dovrà essere lasciato al buio durante il trasporto, così che possa essere più tranquillo. Sempre se non viene direttamente sedato sul luogo. Viene sconsigliato l'uso di trasportini o gabbie, poiché potrebbero provocare ulteriori traumi. Ricordiamoci infine che se troviamo dei piccoli cuccioli feriti (uccellini, cincghiali ecc), non dovremmo pensare a curarli personalmente, credendo di poterli strappare dal proprio habitat, ma dovremmo sempre rivolgerci ad un veterinario.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se investiamo un animale selvatico, per legge, siamo obbligati a soccorrerlo
  • Alcuni uccellini spesso vengono abbandonati dalla madre per la propria crescita, quindi accertiamoci che non siano veramente feriti e che non hanno bisogno delle nostre cure
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Come addomesticare un cavallo selvatico

Il cavallo è un animale conosciuto ed apprezzato per la sua tranquillità e docilità, nonostante le dimensioni; tuttavia, di questo mammifero esistono alcune specie che sono meno abituate alla presenza dell'uomo, pertanto potrebbero assumere dei comportamenti...
Volatili

Come allevare un gufo

Adottare un animale è un atto di immensa gioia. La maggior parte di noi infatti ospita in casa un piccolo amico. I cani e i gatti sono sicuramente quelli più comuni. Ma tantissime persone si occupano quotidianamente anche di animali meno convenzionali,...
Cura dell'Animale

Come trattare un coniglio ferito

È ormai diffusa la presenza di animali come conigli nani nelle nostre abitazioni. Sono animali molto delicati: bisogna avere molta cura di questi piccoli esseri viventi, poiché in caso contrario potrebbero ammalarsi e in alcuni casi anche morire. Quindi...
Gatti

Come catturare un gatto selvatico senza fargli male

Catturare un gatto selvatico non è affatto semplice; infatti, se l'animale è abituato alla strada, a scansare i pericoli e ad essere diffidente, riuscire a prenderlo sarà molto difficile per cui ci vorranno svariati giorni. La tecnica per catturarlo...
Volatili

Uccelli: guida alle specie protette

Ci sono oltre 250 specie di uccelli selvatici che sono a rischio estinzione, e per questo motivo sono considerate specie protette. Pertanto, è un reato intenzionalmente o incautamente: uccidere, ferire o catturare un uccello selvatico; danneggiare, distruggere...
Gatti

Come prendersi cura di un Ocicat

I gatti, come i cani, sono gli animali più amati dalle persone, e non è insolito trovare persone che li curano in maniera maniacale tanto da considerarli come parte integrante della propria famiglia. Ma affinché il proprio gatto abbia vita lunga è...
Gatti

Come addestrare un bengalese

Il gatto bengalese è una razza ibrida nata dall'incrocio tra un gatto domestico e un gattopardo. Nel 1973 il dottor Centerwall ebbe in mente di sperimentare un incrocio tra un gatto domestico e un esemplare di leopardo asiatico, in modo da rendere immuni...
Altri Mammiferi

Come comportarsi in presenza di cinghiali

Da sempre preda dall'uomo per le sue carni saporite e magre, il cinghiale è un animale dalle carni prelibate che fa da protagonista sulle nostre tavole. Considerato pericoloso per la sua indole aggressiva, in realtà questo comportamento non fa parte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.