Cosa fare se si trova una tartaruga

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La tartaruga, essendo una specie in via di estinzione, ha ricevuto dal nostro ordinamento normativo una protezione più accentuata rispetto a quella che viene solitamente garantita alla maggior parte delle specie animali. Ed è per questo che, qualora ci si imbattesse nel ritrovamento di una tartaruga, occorrerà prestare la massima attenzione per non disattendere le leggi. In questa guida vi illustreremo cosa fare e come comportarsi se si trova una tartaruga.

26

Occorrente

  • Conoscenza delle normative sul possesso di animali protetti.
36

Lasciare l'animale sul luogo del ritrovamento

Per prima cosa sarebbe opportuno, una volta trovata una tartaruga, non portarsela con sé ma cercare il più possibile di lasciarla nei pressi del luogo di ritrovamento. Ciò deve avvenire soprattutto quando l'animale viene trovato in prossimità di un luogo che non sia pericoloso per la sua incolumità. Qualora, viceversa, la presa in carico della tartaruga fosse necessaria perché l'animale si trova in pericolo di vita (staziona su strade o luoghi particolarmente pericolosi), occorrerà comportarsi nel modo che segue.

46

Contattare il Corpo Forestale dello Stato

In tutti questi casi è possibile prelevare la tartaruga per condurla al sicuro, prestando le cure del caso allo sfortunato animale. Ma sappiate che il possesso e la detenzione di una tartaruga è soggetto a specifiche restrizioni. Quindi dovrete immediatamente contattare il Corpo Forestale dello Stato ed avvertirlo del ritrovamento. Non dimenticate di dichiarare che siete stati costretti a prelevare la tartaruga perché essa era in pericolo di vita, visto il luogo particolarmente pericoloso nel quale l'avete avvistata. Se necessario e se l'animale fosse ferito o menomato, recatevi immediatamente da un veterinario per prestare le cure del caso alla sfortunata bestiola.

Continua la lettura
56

Pubblicare annunci sul ritrovamento della tartaruga

Un'altra intelligente soluzione, in attesa di recarvi presso il Corpo Forestale, può essere quella di pubblicare degli annunci relativi al ritrovamento della tartaruga nel luogo nel quale è avvenuto l'avvistamento. Ciò potrebbe consentire al legittimo proprietario di tornare in possesso dell'animale. Tuttavia, dal momento che di disonesti e malintenzionati ne esistono molti, vi consigliamo di scrivere nell'annuncio che è stato ritrovato un animale, senza specificare la specie o le caratteristiche. Chi sa di aver perso una tartaruga di certo vi contatterà, specificandovi la specie dell'animale scomparso. Se nel giro di una quindicina di giorni non dovesse presentarsi nessuno, recatevi dunque presso la più vicina sede del Corpo Forestale dello Stato e denunciate il ritrovamento dell'animale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Recatevi presso la più vicina sede del Corpo Forestale dello Stato e denunciate il ritrovamento dell'animale.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come Distinguere Un Nandù Da Uno Struzzo

Quando ci si trova dinnanzi ad un nandù e a uno struzzo, a prima vista questi possono sembrare del tutto identici. Dunque, per cercare di comprendere le loro differenze, nella seguente guida vi sarà spiegato proprio come distinguere un nandù da uno...
Volatili

Tutto sul condor

Il condor è un grande rapace diurno appartenente alla famiglia Catartidi dell'ordine Falconiformi. Affine agli avvoltoi dell'Eurasia e dell'Africa è lungo oltre un metro e la sua apertura alare può superare i 3 metri. Il condor è diffuso sulla Cordigliera...
Volatili

Airone: le differenti specie

L'airone è un uccello della famiglia degli ardeidi dell'ordine dei Pelecaniformes. Il nome di questi uccelli, secondo la leggenda narrata da Ovidio, viene dalla cittadina di Ardea, dalla quale un airone spiccò il volo dopo che Enea la distrusse completamente....
Volatili

Tutto sul passero del Giappone

Il Passero del Giappone rappresenta, sicuramente, una delle specie di uccelli maggiormente note nel Mondo. Si tratta di animali abbastanza semplici da allevare, e pertanto alla portata di tutti quanti i neofiti. Il loro prezzo, tra l'altro, è molto accessibile....
Volatili

Curiosità sull'albatro

L'albatro (famiglia Diomedeidae) è un grande uccello marino dal piumaggio candido e il becco uncinato. Prima di svelarvi le principali curiosità sull'albatro, ve lo presento. La sua famiglia comprende 21 specie, che in totale popolano vaste aeree oceaniche...
Volatili

Come alimentare un pettirosso

Capita di trovare un pettirosso in difficoltà perché è caduto dal nido o che per qualunque altro motivo non riesce più a mettersi in volo. I pettirossi sono dei tipici uccelli che si distinguono dai normali perché possiedono un particolare petto...
Volatili

Tutto sul tucano

Il Sud America è caratterizzato da un'ampia varietà di specie, sia nella flora che nella fauna. L'elevata estensione del suo territorio, che ha come conseguenza la coesistenza di più tipi di ambienti, permette, infatti, lo stanziarsi di numerosi animali,...
Volatili

Come scegliere il canarino

Ultimamente il canarino è un animale che si trova sempre più spesso nelle abitazioni. Questo animale necessita di poco impegno ed inoltre ha un costo inferiore rispetto a cani e gatti. Per poter mantenere un canarino occorre soltanto una gabbia con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.