Cosa fare se un cane abbandona i cuccioli

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando decidiamo di adottare un animale, dobbiamo prima di tutto essere sicuri di potergli garantire sempre tutte le cure di cui ha bisogno, oltre ad alimentarlo correttamente e dedicargli quotidianamente un po' del nostro tempo. Tuttavia ci sono alcuni particolare comportamenti del nostro animale, che potremmo non essere in grado di interpretare correttamente ma che potrebbero indicarci una esigenza del nostro amico. Grazie ad internet, sarà sufficiente riportate su un qualsiasi motore di ricerca il comportamento del nostro animale che ci allarma e in brevissimo tempo riusciremo a trovare moltissime guide che ci illustreranno il problema e alcune possibili soluzioni. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare se il nostro cane abbandona i suoi cuccioli.

25

La prima cosa da fare se mamma cagna abbandona il proprio piccolo, è cercare di capire se le condizioni del cucciolo sono particolarmente gravi. Infatti è necessario controllare come prima cosa la temperatura corporea del piccolo. Per questa operazione, potrà essere utilizzato un normale termometro per bambini. La temperatura rettale varia in relazione all'età del cucciolo, nella prima settimana di vita è compresa fra i 35 e i 37,2 gradi; nella seconda settimana va dai 36 ai 37,7 gradi; nella terza settimana dovrebbe stabilizzarsi tra 38 a 38,8 gradi, la temperatura normale di qualsiasi cane. Se risulta inferire a questi dati il cane è in ipotermia, quindi bisogna riscaldarlo. Il metodo più veloce è riempire una bottiglia di acqua calda e avvolgerla per bene in delle asciugamani, in modo che il cucciolo non si bruci.

35

La seconda cosa da fare è controllare il livello di idratazione del nostro cucciolo. Per far ciò basta controllare il colore e l'umidità delle gengive, queste non devono essere appiccicose ma umide. In caso contrario è bene portarlo dal veterinario che provvederà all'idea trazione tramite flebo. Se il cucciolo ha degli spasmi involontari e si muove poco probabilmente è in ipoglicemia, è necessario mettere alcune gocce di sciroppo sotto la lingua e portarlo subito dal veterinario.

Continua la lettura
45

Adesso possiamo considerare il problema dell'alimentazione. Diversamente da quanto sarebbe istintivo fare non bisogna dare del latte di mucca al cucciolo, perché questo potrebbe causare delle diarree al cucciolo. È preferibile iniziare l'allargamento con del latte artificiale e cercare al più presto una cagna balia, che molto amorevolmente si prenderà cura del cucciolo fino al completo svezzamento. Se questo non può avvenire è necessario munirsi di tre cose: pazienza, latte e un biberon adatto alle dimensioni del nostro piccolo.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come stimolare i cuccioli di cane

Stimolare la mente del proprio cucciolo è un piacere, ma spesso può rappresentare una sfida.Nonostante il cane sia un animale socievole, all'inizio, instaurare un legame con il proprio cucciolo non è sempre facile. Sapere come stimolare il proprio...
Cani

Alano: i cuccioli e l'addestramento

Educare in modo corretto un cane è un ottimo modo per rendere felice il cane e farlo integrare al meglio nella società, in particolar modo se esso deve essere messo a contatto con bambini o è di grande taglia. In questa guida vorremmo parlarvi del...
Cani

5 cose che un bambino può fare con il suo cane

Si dice che il cane è il migliore amico dell'uomo, ed è una cosa estremamente vera, ma lo è soprattutto con i cuccioli dell'uomo, ossia con i bambini. Infatti è incredibile l'amicizia che si instaura tra un cane e un bambino e a volte è commovente...
Cani

Come occuparsi di un cane appena nato

La nascita di alcuni cuccioli è sempre un lieto evento, ma bisogna organizzarsi perfettamente per un momento così delicato. Per prenderci cura dei cuccioli appena nati bisognerà far attenzione a tanti aspetti e seguire alcune semplici procedure. Vediamo...
Cani

Cosa fare se il cane rifiuta l'accoppiamento

Quando si decide dell'adozione o acquisto di un cane di razza, si incorre prima o poi nella scelta se farlo accoppiare o meno. Per chi decide di non farlo accoppiare si consiglia di sterilizzare il cane. Questo soprattutto se il cane è una femmina, onde...
Cani

Come Educare Il Cane A Rimanere Da Solo In Casa

L'ansia da separazione, che impedisce al cane di rimanere sereno in nostra assenza, è un problema che colpisce tanto i cuccioli quanto i cani adulti. Il cane si innervosisce quando ci vede andare via, e adotta un comportamento distruttivo con gli oggetti...
Cani

Come ottenere l'affidamento di un cucciolo di cane sequestrato

Sempre più spesso si sente parlare ai vari tg locali di animali sequestrati per maltrattamenti, in particolar modo di cuccioli di cani di razza che vengono tenuti in condizioni pessime o che vengono importati in Italia in maniera clandestina per poi...
Cani

Sterilizzazione del cane: pro e contro

La decisione di far sterilizzare il proprio cane potrebbe inizialmente sembrare un gesto inutilmente crudele nei confronti del nostro amico a quattro zampe, trattandosi di un'operazione chirurgica che va a bloccare la sua attività riproduttrice. In realtà,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.