Cucciolo in arrivo: gli errori da evitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Condividere la propria vita con un cane, può essere un percorso davvero entusiasmante. Comprendere come crescerlo, quali cure fornire, in che modo addestrarlo, sono i problemi coi quali però è inevitabile confrontarsi. Nella guida che vi proponiamo oggi, e che non sostituisce il parare del professionista veterinario, vi spiegheremo quali sono gli errori da evitare in caso di cucciolo di cane in arrivo.

26

Essere iperprotettivi

I cuccioli sono estremamente teneri, ci fanno provare amore allo stato puro ed il loro essere così indifesi ci spinge a sovraccaricarli di attenzioni. Sfortunatamente, nessuno può fare le veci della madre naturale ed il cucciolo che è stato allontanato da quest'ultima, necessita di tempo per abituarsi al nuovo status quo. In qualità di proprietari, siate presenti poiché ciò fa comprendere all'animale di vivere in un luogo sicuro. Allo stesso momento, però, insegnategli il piacere e la "naturalità" del trascorrere del tempo da soli. Se ad esempio uscite per andare a fare la spesa, comprare il giornale, andare dalla vicina per un caffè, non portate con voi l'animale per paura che, restando a casa, questo possa sentirsi abbandonato. Abituatelo alla vostra assenza, purché temporanea (non lasciatelo mai del tutto solo per più di qualche ora). Grazie a questo stratagemma, l'animale crescerà sicuro di sé e non andrà incontro ad una crisi ansiosa ogni volta che vi allontanerete da lui (nota come "ansia da separazione"). Essere protettivi è corretto, esserlo troppo è invece svantaggioso per il cucciolo, soprattutto a lungo termine.

36

Portarlo a spasso se non vaccinato

Tutelare la salute dell'animale è compito del proprietario, che deve fornirgli le cure necessarie ed un ambiente adatto nel quale crescere. Portare un cucciolo a spasso, anche soltanto per mostrarlo agli amici, quando questo non ha ancora rafforzato il proprio sistema immunitario grazie alle opportune vaccinazioni, può essere molto pericoloso. I cani vanno vaccinati ben presto, a partire dalla sesta/ottava settimana di vita, e vanno sottoposti anche a richiami. Tra i vaccini obbligatori annoveriamo quello contro la parvovirosi, il cimurro, la leptospirosi, l'epatite e la tracheobronchite infettiva. Il cane che non è stato sottoposto al piano di vaccinazioni obbligatorie, è bene che non esca e che non incontri altri animali potenzialmente infetti. Può essere portato nel proprio giardino personale, se lo si possiede, ma questo soltanto se si è certi che in quell'ambiente non abbiano transitato altri animali.

Continua la lettura
46

Pretendere l'immediato corretto uso di tappetini igienici

L'uso di tappetini igienici è necessario sia per i cuccioli che vivono in appartamento che per molti cani adulti. Sfortuna vuole però che il cucciolo non possa comprendere sin da subito la loro funzione e pertanto va aiutato con molta delicatezza. Ci si può servire di tappetini con potere attrattivo, che facilitano il lavoro, ma in linea di massima bisognerà incoraggiare l'animale ogni giorno, finché questo non apprenderà. Chiaramente, questi dispositivi igienici vanno posizionati in ambienti facilmente accessibili al cucciolo e cambiati al bisogno.

56

Essere troppo o poco rigidi nell'educazione

Tutti sappiamo bene quanto i cuccioli riescano con uno sguardo a sciogliere i cuori più duri, tuttavia, questo non deve destabilizzare il proprietario, che deve fungere anche da bravo educatore. I cani, quando sono piccoli, necessitano di tempo per apprendere cosa è loro consentito e cosa no, pertanto, se commettono un errore, è fortemente sconsigliato urlare o, peggio ancora, alzare le mani. Esattamente come avviene per gli umani, infatti, la corretta educazione dipende più dai "rinforzi positivi", ossia i calorosi incoraggiamenti ed i complimenti per una cosa ben fatta, che dagli insulti per aver commesso una marachella. Alla stessa maniera, comunque, non si deve consentire all'animale un raggio di libertà troppo estremo, poiché altrettanto negativo per la sua corretta formazione.

66

Addestrarlo precocemente ed in modo scorretto

Lo so, l'idea di Fido che vi salta in braccio appena tornate a casa dopo una lunga giornata di lavoro è allettante, ma può andar bene soltanto se parliamo di un animale di piccola taglia. Dovete quindi prestare attenzione a tutto quello che insegnate al cane quando questo è un cucciolo, poiché ciò verrà cementato come "comportamento appropriato" ed eseguito anche in età adulta. Inoltre, iniziare il suo addestramento prima che abbia compiuto tre mesi di vita, è sconsigliato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come separare i cuccioli dalla madre

Quando siamo intenzionati ad adottare un cucciolo in casa nostra, dobbiamo saper individuare il momento giusto per farlo. I cuccioli hanno un limite di età prima del quale è sconsigliato separarli dalla madre, poiché proprio come i bambini, dipendono...
Cani

Come prendersi cura di un cucciolo

Accogliere un cucciolo nella propria casa e crescerlo è sicuramente un'esperienza bellissima, che può davvero arricchire l'intera famiglia.Tuttavia è un'avventura che richiede una certa preparazione e un grande impegno, soprattutto perché la gestione...
Animali da Compagnia

10 consigli per scegliere il cucciolo che fa per voi

Molti dicono "tale cane, tale padrone" e spesso, se non quasi sempre, quest'affermazione trova riscontro nella realtà. Infatti è molto frequente vedere una persona con atteggiamenti molto simili a quelli del proprio amico a quattro zampe. Questo dipende...
Animali da Compagnia

10 motivi per adottare un cucciolo

Tutti siamo attratti dai cuccioli, dal loro atteggiamento goffo, insicuro, teneri e giocherelloni, che conquistano subito il cuore di chi li guarda. Tuttavia la scelta di adottare un cane deve essere fatta in coscienza, spinti dalla voglia di condividere...
Cani

Come stimolare i cuccioli di cane

Stimolare la mente del proprio cucciolo è un piacere, ma spesso può rappresentare una sfida.Nonostante il cane sia un animale socievole, all'inizio, instaurare un legame con il proprio cucciolo non è sempre facile. Sapere come stimolare il proprio...
Animali da Compagnia

5 motivi per non comprare un cucciolo in negozio

Alle volte ci si rende conto che, nel corso della vita, la famiglia ha bisogno di un compagno in più. Non un essere umano, bensì un animale. L'affetto, l'allegria e le emozioni che può darvi la presenza di un amico a quattro zampe in casa difficilmente...
Animali da Compagnia

5 cose da sapere quando si acquista un cucciolo di razza

Con la globalizzazione ancora in atto, le usanze di tutto il mondo sono diventate famose; tra queste vi è sicuramente l'adottare un cagnolino e prendersene cura in modo meticoloso. Più del 60 % di loro vengono presi quando sono ancora cuccioli. Il restante...
Cani

Come preparare cibo per il cane cucciolo

È capitato più o meno a tutti di dover accudire un cucciolo appena nato. Sia che sia un trovatello, sia che arrivi dalla cucciolata del nostro cane, le situazioni sono ugualmente critiche. Gli animali appena nati, infatti, hanno bisogno di cure speciali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.