Cura del gatto: l'alimentazione

Tramite: O2O 19/10/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando scegliamo di accudire degli animali domestici dobbiamo essere consapevoli del fatto che non basta dare loro le attenzioni in termini di affetto e di compagnia. Come ben sappiamo, i gatti devono seguire un'alimentazione molto ferrea che non può permettere errori, in quanto esistono moltissimi cibi che i gatti non riescono a sintetizzare per via della mancanza di alcuni enzimi. Dunque questa guida si ripropone di spiegarvi tramite tre semplici passi quale possa essere la cura del gatto ottimale: in particolare ci addentreremo per cercare di capire qual è l'alimentazione che ogni gatto dovrebbe seguire.
Non perdiamo ulteriore tempo e concentriamoci subito sull'argomento che l'articolo vuole affrontare. Ecco a voi i tre passi che vi aiuteranno a comprendere meglio cosa dare da mangiare ai vostri amici a quattro zampe e cosa, invece, evitare tassativamente.

26

La frequenza dei pasti

La prima cosa che dobbiamo spiegarvi è che il gatto non ha bisogno di mangiare in continuazione. Se un gatto mangia spesso, significa che c'è un problema o a livello ormonale o, con più probabilità, ha i vermi, che non gli permettono mai di saziarsi in quanto rubano il cibo che lui ingerisce.
In questo caso vi consigliamo di acquistare la pomata che andrà rilasciata nel cibo del gatto: solitamente la cura non deve superare un paio di giorni, affinché venga purificato del tutto; in qualche caso, però, può essere necessario continuare la cura fino a che tutti i vermi non saranno spariti. In commercio esistono anche delle pasticche da aggiungere al cibo, ma spesso la crema è preferita perché il gatto non la avverte all'interno delle scatolette umide che mangia.

36

Il tipo di cibo

Il gatto ha bisogno innanzitutto di bere moltissima acqua, per cui non dimenticate mai di cambiargliela. Inoltre sappiate che i cibi preferiti dai gatti sono quelli umidi, dunque le scatolette, le lattine, ma anche i croccantini saranno ben apprezzati.
Ogni gatto ha i propri gusti, esattamente come noi, dunque potrà essere che alcuni preferiranno il cibo a base di carne e altri quello a base di pesce.

Continua la lettura
46

I cibi sbagliati

Infine dobbiamo riservare l'ultima parte del nostro articolo per spiegarvi cosa un gatto non può assolutamente mangiare e che, molto spesso, mangia ugualmente, avendo senza dubbio problemi gastrointestinali, disturbi al fegato e agli organi interni.
Ad esempio i cibi come i dolci, di qualsiasi tipo, e tanti tipi di carboidrati, sono necessariamente da abolire nella dieta del vostro animale domestico; inoltre dobbiamo sottolineare che il gatto non ha bisogno né di carboidrati, dunque pasta, pane e farinacei, né di dolci, poiché non riconosce il gusto.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

L'alimentazione del gatto sterilizzato

Perfetto. Avete sterilizzato il vostro gatto, l'avete seguito nel decorso post operatorio e ora vi state chiedendo: La sua alimentazione sarà quella di prima? La risposta è no. La sterilizzazione produce dei cambiamenti a livello metabolico, perciò...
Gatti

L'alimentazione del gatto in estate

Se avete un gatto e vi state chiedendo quale sia l'alimentazione adatta da somministrargli in estate, vi conviene leggere i vari passi di questa guida per saperne di più. I gatti in genere mangiano di tutto, ed oltre ai cibi freschi adorano anche quelli...
Gatti

Consigli di alimentazione per cuccioli di gatto

Quando un nuovo gattino entra a far parte della famiglia, occorre già avere le idee chiare su come alimentarlo correttamente. Non bisogna dunque farsi trovare impreparati ed è necessario avere in casa tutto l'occorrente che serve per garantirgli cibo...
Gatti

Alimentazione del gatto: alimenti e regole da seguire

Il gatto è un carnivoro con gusti alquanto difficili. Se vive fuori casa non ci sono problemi dato che sceglie le sue prede, ma se è domestico dovrete trovare il cibo che meglio lo soddisfa. Inoltre dovrete preoccuparvi di integrare la sua alimentazione...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto persiano

Il gatto persiano ha un pelo davvero folto e lungo e un musetto "schiacciato". Non è una razza sorta spontaneamente ma appartiene ad una specie voluta e selezionata dall'uomo. Proprio per questo non è dotata di difese innate per i piccoli "inconvenienti"...
Gatti

Caratteristiche e cura del gatto Sphynx

Il Canadian Sphynx è un felino dalle origini canadesi. Dall'aspetto singolare è completamente glabro, ovvero nudo, senza pelo. Le rughette sul corpo sono estremamente evidenti da cucciolo. Ha grandi orecchie triangolari a punta ed occhi molto espressivi....
Gatti

Come riconoscere una frattura nel gatto e come si cura

Avere un animale domestico non è semplice. Come accade con i bambini molto piccoli, infatti, soprattutto quando uno di essi si trova in condizioni di salute precarie e non si sente molto bene, è davvero difficile capirlo e correre ai ripari. Scegliere...
Gatti

L'alimentazione del gatto convalescente

Se il vostro gatto ha subito un piccolo intervento chirurgico o è reduce da un periodo di malattia dettata magari da un'infezione intestinale, nel periodo di convalescenza è opportuno dargli da mangiare dei cibi appropriati che servono a ripristinare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.