Curiosità sull'albatro

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'albatro (famiglia Diomedeidae) è un grande uccello marino dal piumaggio candido e il becco uncinato. Prima di svelarvi le principali curiosità sull'albatro, ve lo presento. La sua famiglia comprende 21 specie, che in totale popolano vaste aeree oceaniche e costiere. La sua diffusione ha una maggiore prevalenza nell'emisfero australe, dove si trova dalla Nuova Zelanda al Sudafrica fino all'America del Sud. Nell'emisfero boreale si incontra invece soltanto nell'oceano Pacifico. L'albatro è carnivoro, si nutre di pesci, calamari e krill. Naturalmente sa pescare, ma se incappa in qualche nave, favorisce volentieri gli scarti. I suoi "ristoranti" preferiti, neanche a dirlo, sono i pescherecci. Un tempo era cacciato per le sue piume, utilizzate perlopiù nella modisteria (ossia la creazione dei cappelli). Oggi, purtroppo, 19 specie risultano a rischio d'estinzione. Sarebbe un peccato se accadesse, questo uccello è un capolavoro della natura. Leggete oltre e scoprirete le curiosità che lo riguardano.

26

Apertura alare

Qual è il volatile vivente con la maggior apertura alare? Ebbene, sul gradino più alto del podio c'è lui, l'Albatro urlatore. Quando dispiega le ali, da un estremo all'altro gli esemplari più grossi misurano 340 cm! Segue a ruota l'Albatro reale, che arriva a 305 cm. Per dare un'idea della loro maestosità, basti pensare che la massima apertura alare dell'aquila è di "soli" 230 cm. Con le sue splendide ali, l'albatro può sorvolare l'oceano percorrendo distanze incredibili. I ricercatori hanno scoperto che in una giornata può arrivare a spostarsi perfino di 900 km. Il segreto sta proprio nella grandezza e conformazione delle ali, che gli permettono di planare sfruttando le correnti per lunghissimi periodi. Ecco spiegato perché questo uccello predilige le zone molte ventilate. Il rovescio della medaglia è il decollo. Le ali, oltre che enormi sono anche lievemente ricurve. Sulla terraferma quindi l'albatro si trova impacciato.

36

Monogamia

Un'altra delle curiosità sull'albatro riguarda la sua vita di coppia. Molte specie sono monogame vita natural durante. I rituali del corteggiamento impegnano duramente il maschio, che esegue una danza molto coreografica, bellissima a vedersi, al fine di interessare la femmina. Quando la medesima avrà scelto il suo principe azzurro, pardon, candido, inizierà la fase di accoppiamento. La conclusione sarà un bell'uovo, pesante fino a 500 grammi, da sistemare nel nido preparato da papà albatro. Dopo 3 mesi nascerà il piccolino, che per i successivi 9 mesi sarà accudito e addestrato da ambo i genitori. Alla successiva stagione degli amori, la coppia già rodata ripeterà un iter pressoché identico.

Continua la lettura
46

Longevità

L'albatro ha una vita piuttosto lunga, accidenti e predatori permettendo. I ricercatori hanno documentato che può arrivare, infatti, fino ai 50 anni. Il record spetta a Wisdom, una femmina di albatro di Laysan, che finora ha spento 66 candeline. Questo fa di nonna Wisdom l'esemplare più vecchio al mondo non solo di albatro, ma anche di uccello. Come passa il tempo l'anziana volatile? Sorpresa: pescando, accoppiandosi e covando. Alla pensione, insomma, non ci pensa proprio.

56

Olfatto

Una delle curiosità sull'albatro riguarda senza dubbio il suo olfatto. Questo volatile infatti ce l'ha piuttosto sviluppato, e questo fra gli uccelli non è molto comune. La maggior parte di essi possiede una vista acutissima, spesso anche l'udito, mentre l'olfatto generalmente è mediocre. Non così l'albatro, che lo usa per individuare le sue prede. Gli scienziati stanno cercando di capire se sia proprio questo senso a far sì che l'albatro, annusando, confonda la plastica con il suo cibo abituale. Tale errore purtroppo gli risulta deleterio.

66

Immortalità letteraria

C'è una poesia di Baudelaire, meravigliosa quanto struggente, dedicata proprio all'albatro. Si tratta di una riuscita metafora che descrive il contrasto, irrisolvibile, fra la maestosità dell'uccello in volo e la sua goffaggine sulla terraferma. Baudelaire vi si riconosceva pienamente. Era conscio, infatti, che il proprio sublime genio poetico lo faceva librare ad altezze indescrivibili, mentre nella quotidianità non riusciva ad elevarsi oltre una sconfortante mediocrità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Canarini: 5 consigli sull'alimentazione

Per essere vispi e in buona salute, i canarini necessitano di una dieta equilibrata e varia. Sebbene siano granivori, questi volatili domestici hanno bisogno di integrare la loro alimentazione a base di semi con altre sostanze nutritive. Oltre ai semi...
Volatili

Come riconoscere un albatros

La classificazione degli albatros viene considerata, da sempre, come una sorta di rompicapo anche per gli ornitologi più affermati. Questi splendidi uccelli pelagici, infatti, trascorrono gran parte della propria vita in mare, mentre fanno ritorno sulla...
Volatili

I 10 uccelli più grandi del mondo

Il mondo dei volatili si compone di moltissime specie. È un mondo, il loro, articolato e affascinante. Il volo degli uccelli si può osservare anche nelle metropoli. Infatti alcune di queste razze hanno trovato il loro habitat pure nelle città. Si tratta...
Volatili

I 5 volatili più veloci del mondo

La natura e il mondo animale sono ricchi di curiosità ed offrono all'essere umano affascinanti scoperte. Tutti voi avrete sicuramente avuto delle domande, delle curiosità, riguardanti il mondo animale: ad esempio vi sarete chiesti quale sia l'animale...
Volatili

Come alimentare un tucano

Quando si adotta un animale, è fondamentale sapersi prendere cura di lui in maniera perfetta, in modo da farlo crescere sempre in perfetta forma e non fargli mai mancare niente. Su internet potremo facilmente trovare delle guide che ci forniranno tutte...
Volatili

Guida agli uccelli migratori

Vi sono alcuni momenti dell'anno che sono decisivi per talune specie di uccelli. In questi periodi essi sentono la necessità di lasciare i luoghi freddi in cui hanno vissuto fino a quel momento per spostarsi in paesi con un clima più caldo e mite. Questo...
Volatili

Come affrontare la muta dei canarini

I canarini come tutti gli uccelli cambiano il loro piumaggio, infatti le penne sono delicate e si rovinano per questo c'è bisogno di un rinnovo totale che avviene una volta l'anno.Il rinnovo totale delle penne è chiamato muta e va distinta dalla falsa...
Volatili

Come riconoscere un uovo fecondato

Mentre l'umanità fa passi da gigante verso un mondo sempre più tecnologico, le persone sembrano riscoprire gli aspetti più semplici come l'agricoltura, la natura e gli alimenti genuini. Possedere delle uova fresche e di qualità rappresenta, al giorno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.