Effetti della sterilizzazione in un cane o in un gatto

Tramite: O2O 15/07/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Molto spesso, chi possiede animali domestici come un cane o un gatto, si trova davanti ad un dilemma: sterilizzare o non sterilizzare proprio animale? In molti, infatti, si chiedono se sia giusto o meno procedere con la sterilizzazione che risulta essere una vera e propria operazione chirurgica. Il cane femmina, ad esempio, viene sottoposto ad un'asportazione delle ovaie. In ogni caso, per aiutarsi a prendere la decisione, è bene conoscere quali siano gli effetti della sterilizzazione su questi animali, facendo una valutazione sia degli effetti positivi che di quelli che, invece, possono essere ritenuti negativi. Ecco, allora, gli effetti della sterilizzazione in un cane o in un gatto.

27

Occorrente

  • Budget adeguato alle esigenze
  • Clinica veterinaria
  • Cane o gatto
37

Effetto preventivo generale

È importante sapere che effettuando un'operazione di sterilizzazione su un cane o un gatto, si impedisce il randagismo, la divulgazione di malattie infettive e la sofferenza dell'animale stesso nei periodi troppo caldi. Il randagismo, in particolare, è un fenomeno troppo diffuso in Italia che deve essere controllato anche attraverso la sterilizzazione dei cani e dei gatti. Nei maschi essa avviene con l'asportazione dell'apparato riproduttore, mentre nelle femmine viene impedita la procreazione attraverso la legatura. Perciò l'animale subisce un grosso trauma agli ormoni e può verificarsi una forte instabilità che si rivela in diversi modi.

47

Effetti fisici nel gatto

Gli effetti della sterilizzazione nel gatto comportano, nella maggior parte dei casi, un aumento di peso consistente e un cambiamento nella psiche: diventa più scontroso, meno partecipe al gioco, più pigro e sedentario del solito. Non sono conseguenze particolarmente gravi e in alcuni casi non si manifestano affatto, in genere dopo 24/48 ore al massimo l'umore del felino torna alla normalità. Nel caso in cui si verifichino degli episodi di incontinenza (che sono però più rari nei gatti), basterà aspettare qualche giorno e passeranno da soli, sono comunque normali conseguenze post-operazione.

Continua la lettura
57

Effetti fisici nel cane

Nel cane invece, gli effetti della sterilizzazione possono essere leggermente più consistenti, ma solo per le razze che sono specializzate in un "lavoro" come il cane da caccia o il cane da guardia per esempio. Si manifestano gli stessi sintomi dei gatti, quindi aumento del peso e in generale un cambiamento dell'umore ma, in più, c'è un generale senso di apatia e pigrizia. Per le femmine, può avvenire qualche episodio di incontinenza e di cambiamento del pelo, in genere comunque, dopo qualche settimana, torna tutto alla normalità. Ad ogni modo ci sono delle alternative valide alla castrazione, come per esempio la somministrazione di ormoni per placare i periodi di calore sia nei cani che nei gatti, tuttavia questi non sono comunque efficaci e sicuri come gli interventi di sterilizzazione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chiedi sempre consiglio al tuo veterinario di fiducia.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come comportarsi se il cane e il gatto litigano

Se siamo amanti degli animali e ci piacerebbe poter adottare sia un cane che un gatto, ma abbiamo paura che questi due animali insieme non riescano a convivere, non dovremo assolutamente preoccuparci. Su internet, infatti, potremo trovare tantissime guide...
Cura dell'Animale

Come soccorrere un gatto aggredito da un cane

Che cani e gatti non vadano molto d'accordo, si sa, è diventato un fatto proverbiale. Anche se si assiste sempre di più a pacifiche convivenze fra questi due animali così diverse, può capitare che scoppino delle liti fra i due, specie se il cane e...
Cura dell'Animale

Come prenderti cura del tuo cane appena sterilizzato

Se hai deciso di portare il tuo cane in una clinica veterinaria per sterilizzarlo, è importante che tu conosca precauzioni e rimedi da adottare nei giorni successivi all'intervento. Si tratta in pratica di controllare la ferita, ed apportare alcune modifiche...
Cura dell'Animale

Come prenderti cura del tuo gatto appena sterilizzato

Oggi chi alleva gatti preferisce sterilizzarli sia per evitargli stress fisici e psicologici nei periodi dell'accoppiamento che per non correre il rischio di ritrovarsi poltrone, divani e letti imbrattati dal loro liquido seminale. Premesso ciò, va sottolineato...
Cura dell'Animale

Come curare una puntura d'ape sul cane

Le api se disturbate attaccano gli uomini, e quando ciò accade possono arrecare danni soprattutto in soggetti allergici che a seguito di una puntura da parte di questi laboriosi insetti, potrebbero incorrere in uno shock anafilattico. La stessa cosa...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella pulizia del gatto

Quando si parla di pulizia del gatto, ci si riferisce non solo all'igiene personale del gatto ma, anche a quello del luogo in cui dorme e della lettiera. Ricordiamoci che il gatto è un animale autosufficiente, e che provvede quotidianamente alla sua...
Cura dell'Animale

10 consigli per fare la toletta al gatto

Adottare un gatto si sa che implica una serie di attenzioni e cure da riservargli in maniera attenta e scrupolosa. Sia che il gatto viva principalmente in casa, o a maggior ragione se esce, bisogna prendersi cura della sua igiene ed in particolare del...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un gatto raffreddato

Il gatto, in quanto felino, possiede una particolare tendenza a raffreddarsi. Gli aspetti di questa circostanza sono facilmente riconoscibili. Infatti il gatto si dimostra meno attivo, starnutisce, lacrima e cerca luoghi caldi. Generalmente si tratta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.