Gatto abbandonato: come comportarsi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Forse non è una cosa che capita tutti i giorni, ma quando accade è un fatto che ci tocca nel profondo: l'abbandono di un animale. I gatti, in particolare, sono animali molto sensibili che hanno bisogno di affetto e calore. Per tale motivo, quando vediamo un gatto capiamo subito se è stato abbandonato dalla mamma o peggio da qualche padrone insensibile. Cercano infatti di avvicinarsi a noi e strapparci qualche carezza o gesto di affetto. In questa guida infatti vedremo proprio come comportarsi quando accadono situazioni del genere.

25

Cosa fare se si trova un gattino in strada

La prima cosa da valutare, sia che decidiamo di tenerlo con noi o meno, è quella di assicurarsi che il micio sia davvero in stato di abbandono. I gatti sono dei girovaghi, non è raro che si allontanino da casa per fare delle passeggiate, perciò è bene informarsi nei dintorni se qualcuno riconosce il gatto. Se invece è un micio piccolino, non tocchiamolo e attendiamo di vedere se si fa viva mamma gatta, è meglio non toccarlo, perché se la gatta torna e sente il nostro odore sul piccolo è facile che non lo prenda più con sé. Se passata qualche ora, il gattino è ancora lì, possiamo ragionevolmente pensare che si tratti di un gatto abbandonato.

35

Cosa fare se si decide di portarlo in casa

Prima di portarlo a casa è bene assicurarsi che non abbia problemi evidenti come micosi o parassiti, soprattutto se in casa con noi vivono già altri animali. Se notiamo qualcosa, portiamolo subito dal veterinario, cosa che sarebbe bene fare comunque anche se non dovesse presentare segni di malattie. Se il micio è ancora molto piccolo, va tenuto al caldo ad una temperatura di circa 30°. Procuriamoci anche del latte apposito per gattini, andrà somministrato ogni 2/3 ore, anche di notte, con un piccolo biberon o con una siringa senza ago. Se il gatto vivrà in casa, procurategli una cassettina per i bisogni e, per quanto riguarda il cibo, potrete nutrirlo con mangime secco o umido reperibile in qualsiasi supermercato o negozio di animali. Procurategli infine qualche giochino e un tiragraffi, per evitare che si "faccia le unghie" su divani o mobili di casa.

Continua la lettura
45

Cosa fare se non lo si può adottare

Se non avete la possibilità di adottarlo potete, al fine di trovargli una sistemazione, contattare i vigili urbani, un gattile o qualsiasi associazione che si occupi di questi casi. Con una breve ricerca in Internet, potrete trovare gli enti che opera nel vostro territorio. Colui o colei che si prendono cura di questi animali, possono richiedere formale riconoscimento della propria opera (gratuita e volontaria) al Comune, che insieme all'Asl, deve garantire le norme igienico sanitarie e la sterilizzazione gratuita di tutti i gatti appartenenti alle colonie feline del territorio di competenza.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come comportarsi con un gatto aggressivo

C'è da dire che, mentre alcuni gatti sono timidi, sia con le persone e con gli altri animali, altri sono troppo aggressivi. Questo perché il gatto è stato allontanato prematuramente dalla mamma gatta, che non ha avuto il tempo per educarlo correttamente...
Gatti

Gatto randagio: come comportarsi

Nonostante moltissime associazioni animaliste, comunali o volontarie, facciano del loro meglio per impedire gli abbandoni questi ancora avvengono. Non tutti i randagi sono però abbandonati moltissimi animali sono infatti ancora selvatici. In questa guida...
Gatti

Come comportarsi quando il gatto porta regali indesiderati

Il gatto deriva da una famiglia di animali predatori. Caccia per un istinto innato di sopravvivenza che possiede fin dalla nascita. Per i gatti randagi inseguire prede è una necessità, dato che non hanno altro cibo a disposizione ed altrimenti morirebbero...
Gatti

Come comportarsi con un gatto pauroso

Se avete appena introdotto in casa un gatto e scoperto che è piuttosto pauroso, vi conviene agire subito specie se molto piccolo, per evitare che questa condizione possa turbarlo in modo tale da manifestarsi permanentemente in età adulta. Gli accorgimenti...
Gatti

Come Comportarsi Quando Il Vostro Gatto Partorisce

All'interno di questa guida, come avrete facilmente compreso attraverso la lettura del titolo, andremo a occuparci di gatti. Nello specifico, affronteremo la problematica di come comportarsi quando il vostro gatto partorisce. Questa guida è destinata...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto sordo

Gli animali domestici sono da sempre un'ottima compagnia per noi umani all'interno delle mura di casa; attualmente le abitazioni italiane sono popolate in maggior misura da cani e gatti di varie razze e taglie. Purtroppo molti felini, nonostante se ne...
Gatti

Come comunicare con un gatto sordo

Per un gatto, così come per moltissimi altri animali, l'udito è un fattore molto importante, tanto che è parecchio sviluppato e capace di discriminare gli odori in maniera sorprendente. Tuttavia si possono verificare delle condizioni in cui un gatto...
Gatti

Come insegnare ad un gatto ad usare la lettiera

I gatti, soprattutto quando sono ancora cuccioli, possono essere addestrati per fargli compiere le azioni che preferiamo, educarli quindi a comportarsi nel migliore dei modi, proprio come fossero dei bambini.Siete amanti dei gatti e avete intenzione di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.