Gatto spaventato: come rassicurarlo

Tramite: O2O 19/03/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il gatto è uno tra gli animali domestici più sensibile, dal punto di vista olfattivo e istintivo: si tratta infatti di un esemplare in grado di percepire rumori minimi, odori a noi poco evidenti e soprattutto di avvertire per primo un pericolo che lo spaventa, e lo fa comportare in modo strano. Per evitare questo inconveniente, ecco quindi una guida su come rassicurarlo quando è spaventato.

27

Occorrente

  • Carezze e coccole
37

I gatti come è noto, amano molto l'ambiente domestico e soprattutto la cucina, dove sanno che da lì proviene il cibo, e ci sono sedie o poltrone su cui riposarsi. Come tutti i felini, anche i gatti quando si trovano in un ambiente domestico, si ritagliano un pezzo di territorio, che di fatto diventa di loro proprietà. Un gatto in casa può spaventarsi anche per cose futili, come ad esempio quando più persone della famiglia litigano a voce alta, oppure se il volume di una radio è eccessivo. I sintomi sono quelli di uno sguardo perso nel vuoto, orecchie rigide e miagolii continui e diversi dal solito, che hanno l'aspetto di un lamento.

47

Se vediamo che il nostro gatto si rifugia sotto al letto, c'è qualcosa che non va intorno a lui, per cui bisogna sapere che cosa lo spaventa. I fattori, oltre a quelli appena descritti possono essere tanti, compresa la presenza di un cane all'esterno della casa che abbaia, oppure persone che non li amano molto, e loro riescono a percepire questo atteggiamento ostile. I gatti, hanno anche una buonissima memoria, per cui si possono spaventare e rifugiarsi sotto al letto, soltanto se la persona che qualche giorno prima l'ha maltrattato, bussa alla porta di casa. Questo è solo un esempio, ma ce ne sono altri come i fuochi di artificio, o persino degli eventi sismici che loro addirittura riescono a percepire alcuni minuti prima.

Continua la lettura
57

Il primo metodo da adottare è di prenderlo tra le braccia ed accarezzarlo, senza comunque dimostrarsi spaventati, per evitare che lui possa avvertire questo nostro senso. Un altro ottimo rimedio è di distrarlo con il cibo, e se il pericolo viene dall'esterno della casa, conviene portarlo fuori, e fargli vedere che in realtà il pericolo non sussiste. I gatti, hanno anche paura di oggetti presenti in casa, specie se gli è capitato di farsi male durante i loro giochi. Per evitare questi inconvenienti che potrebbero spaventarlo, conviene rimuoverli o spostarli in un altro posto. Infine ecco un consiglio, per controllare se dopo la paura il gatto si è tranquillizzato: si tratta infatti di appoggiarlo con le zampette su un cartone da imballaggio, e se lui si affila le unghie (come purtroppo ama fare su divani e poltrone), allora significa che si sente protetto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come tranquillizzare un gatto spaventato

Chi ha un animale domestico in casa, sa che bisogna curarlo e fare attenzione a non trascurare le sue esigenze, imparando a capire quali sono le cose che gli piacciono e quali gli facciano paura. Nel caso di queste ultime, può capitare che il gatto si...
Gatti

Come aiutare un gattino pauroso

Fin da cuccioli, i gatti mostrano un'innata curiosità, voglia di esplorazione dell'ambiente che hanno attorno. Tuttavia, può capitare di dover gestire un gatto che abbia timore di un nuovo ambiente dove non riesce a integrarsi nel migliore dei modi....
Gatti

Cosa fare se il gatto rifiuta di uscire

Il gatto è un animale dal carattere affascinante con una forte tendenza all'indipendenza, l'autonomia e la libertà. Per questo è molto facile che il gatto, pur se abituato ad essere un gatto domestico, desideri spesso uscire per esplorare l'ambiente...
Gatti

Come fasciare la coda al gatto

Il gatto è un animale d'affezione, socievole ed adattabile alla vita con gli umani. Come per il cane, il gatto esprime le emozioni attraverso la coda. A secondo delle posizioni che assume, oltre a determinare l'equilibrio dell'animale, la coda comunica...
Gatti

Come far accettare al gatto di casa l'arrivo di uno o più cuccioli

Tra gli amanti degli animali c'è chi preferisce i cani e chi invece si trova meglio ad aver a che fare con i gatti. Vista la loro autonomia ed il poco spazio che occupano capita spesso di decidere di prendere un altro micio o a volte anche più di uno....
Gatti

Come fare la puntura al gatto

Uno degli amici a quattro zampe più buffo e simpatico è proprio il gatto, dal pelo morbido e dagli occhi belli. Ci fa compagnia tutti i giorni e diventa un membro della famiglia a tutti gli effetti. Come per tutti gli animali che decidiamo di adottare...
Gatti

Gatto troppo diffidente: 5 consigli efficaci

Spesso attratti dall'idea di avere un caldo batuffolo di pelo a casa capace di tenerci compagnia e farci le fusa ogni giorno, compriamo o prendiamo in regalo da vicini e parenti un piccolo gatto.Non così di rado capita, però, di stupirci non troppo...
Gatti

Come capire se un gatto è sordo

Anche i gatti come molti altri animali ed esseri umani possono nascere sordi, e quindi diventa difficile comprenderli. In genere i felini sono per natura piuttosto indifferenti ai nostri richiami, e se con questa patologia allora potrebbero non sentire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.