Gli alimenti concessi e vietati per la tua calopsite

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La calopsitta chiamata in gergo calopsite, è una specie di uccello appartenente alla famiglia dei Cacatuidi ed è simile ai pappagallini sia per forma che per dimensione. Nello specifico presenta un corpo piuttosto snello, delle ali decisamente affusolate ed abbastanza lunghe con la parte terminale a punta. Questa tipologia di pappagallo si può allevare in casa, ma necessita di una dieta sana e bilanciata evitando cibi che potrebbero nuocergli alla salute. In riferimento a ciò, ecco una lista con gli alimenti concessi e vietati per la tua calopsite.

26

Optare per un miscuglio di semi

Il cibo tradizionale delle calopsitte (e dei pappagalli in genere) si basa su un buon miscuglio di semi (facilmente reperibile in un negozio di animali), e quindi devi optare su questi ultimi integrandoli con altri alimenti che completano e arricchiscono la dieta. L'alimentazione deve dunque essere varia tenendo ovviamente conto della necessità, della disponibilità degli alimenti e dei gusti del tuo volatile.

36

Comporre la miscela acquistando i semi separatamente

Durante l?estate calda per alimentare correttamente la calopsitte, è opportuno ridurre drasticamente la quantità di semi ed in particolare quelli di girasole e di arachidi che invece sono necessari nel periodo invernale. Per ottimizzare il risultato, la miscela ti conviene comporla acquistando i vari tipi di semi separatamente in modo da escludere a priori quelli appena citati.

Continua la lettura
46

Somministrare periodicamente frutta e verdura

Per la calopsitte oltre ai semi ci sono anche degli altri cibi concessi ed ideali per fornire all?esemplare un?alimentazione sana come ad esempio spighe di semi di miglio e di scagliola, oltre che erbe di prato come il plantago, il centocchio bianco e il tarassaco.Tra gli altri alimenti concessi per la calopsitte non manca la somministrazione periodica di verdure come la cicoria spadona, gli spinaci, la carota opportunamente tagliata a rondelle, il finocchio a foglie, frutta come kiwi, more, lamponi, frutti di bosco, fichi, uva sultanina e ananas.

56

Escludere dalla dieta l'avocado

L'avocado è uno degli alimenti vietati e quindi da escludere a priori per la tua calopsitte; infatti, è tossico per quasi tutte le specie di uccelli. Per quanto riguarda l'acqua bisogna fornirla sempre fresca quindi va cambiata ogni giorno. Nell'impossibilità di fare ciò, alcuni esperti consigliano di acidificarla con 1 ml di aceto (bianco e possibilmente biologico) per litro o con qualche goccia di succo di limone.

66

Eliminare dalla dieta alcuni frutti ed ortaggi

Il cavolo a foglie nella dieta alimentare della calopsitte è vietato e quindi è da eliminare, poiché troppo ricco di vitamina A che tende ad accumularsi nel suo organismo. Anche i pomodori, la mela, le arance e i mandarini sono da evitare in quanto lassativi e disidratanti per l'uccello specie in estate. Infine sono categoricamente vietate le ciliegie poiché il nocciolo è tossico. Eliminandolo lo puoi tuttavia somministrare alla tua calopsitte, ma al massimo due volte a settimana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come allevare i calopsite

I calopsite sono graziosi pappagallini appartenenti alla famiglia dei cacatua. Socievoli e colorati, allietano le giornate con il loro canto. Di piccole dimensioni (raramente superano i 30 cm) e con un piumaggio tra le tonalità del grigio, giallo e bianco,...
Volatili

Come addestrare una calopsite allevata a mano

La calopsite è una specie di pappagallo originario dell'Australia che per le sue ridotte dimensioni è tra i più piccoli al mondo. Si tratta di un esemplare con una forma corporea allungata, una lunga coda e il classico ciuffetto sulla fronte. Vediamo...
Volatili

Come addestrare una calopsite

Per chi non la conoscesse, la calopsitta (Nymphicus hollandicus), comunemente chiamata calospite, anche se il termine non è del tutto corretto, vi presentiamo questo parrocchetto australiano appartenente alla famiglia dei cacatuidi.È un pappagallo di...
Volatili

Come riconoscere il sesso di una calopsite

Chi ha mai sentito parlare delle calopsiti? Sono degli uccelli originari dell'Australia e fanno parte della stessa famiglia del cacatua nero. Si tratta, nella pratica, di pappagalli di taglia media e dalla forma allungata. Di solito hanno la testa gialla...
Volatili

Come Allevare Allo Stecco Una Calopsite

La categoria degli animali domestici si sta sempre piú allargando, e fra questi stiamo certamente includendo sempre piú famiglie di volatili: questi sono animali difficili da trattare poiché vi è il rischio che possano volare se non adeguatamente...
Volatili

5 alimenti da non dare alle quaglie

Se intendiamo allevare delle quaglie per garantirci delle uova giornaliere che si rivelano molto più nutrienti di quelle di gallina, è importante che l'alimentazione sia adeguata, evitando soprattutto di somministrargli cibi non adatti, oppure elaborarli...
Volatili

5 alimenti da non dare al pappagallo

I pappagalli appartengono all'ordine dei Psittaciformi. Tutte le varietà hanno in comune il becco robusto ed adunco. Mediante la sua particolare conformazione possono manipolare qualsiasi oggetto con la massima precisione e delicatezza. Gli occhi del...
Volatili

5 alimenti da non dare alle anatre

Le anatre sono simpatici animali da tenere in un giardino o da andare ad osservare al parco e sono molto versatili in fatto di cibo. Sono ghiotte soprattutto di granaglie e verdura fresca, ma mangiano anche molto altro, motivo per cui risultano spesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.