Guida agli uccelli migratori

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Ogni anno, con estrema puntualità e trepidazione si attende la migrazione degli uccelli. Tutte le primavere e gli autunni, stormi di volatili popolano compatti i cieli spostandosi verso climi più miti. Questo viaggio è essenziale per la sopravvivenza degli esemplari. Tuttavia, la natura è molto selettiva. Non tutti gli uccelli migratori giungono a destinazione, perché disorientati da intemperie ed agenti atmosferici. Prima di partire si preparano al viaggio. Fanno scorte di cibo aumentando di peso. La migrazione costituisce uno degli spettacoli più belli della natura. Quest'avventura incredibile si ripete da migliaia di anni e si tramanda da generazione in generazione. Per i giovani esemplari la prima migrazione avviene dopo lo svezzamento, insieme ai genitori. La seconda, invece, avviene durante la riproduzione. Si spostano in luoghi più freschi per mettere al mondo i piccoli. Ma ecco una guida sugli uccelli migratori.

27

Occorrente

  • Un atlante degli uccelli migratori
37

Le eccezioni

Gli uccelli migratori si spostano principalmente per nidificare e per il cibo. La migrazione è cruciale nella vita degli uccelli, nonché necessaria alla loro sopravvivenza. Gli uccelli hanno sviluppato diversi schemi di migrazione nei vari periodi dell’anno e seguono svariate rotte. Non tutti però migrano. Alcune specie si adattano bene all'ambiente e ne traggono tutti i vantaggi alimentari. Altri uccelli prediligono i climi freddi ed immagazzinano riserve di grasso. Per proteggersi dalle temperature più rigide, inoltre, cambiano il piumaggio.

47

Gli stormi

L'Italia vanta una posizione di assoluto privilegio per osservare gli uccelli migratori. Rappresenta una tappa obbligatoria per i volatili che si spostano dal continente africano e dall'Est Europa. Gli uccelli migratori assicurano uno spettacolo unico. Si differenziano per volo o schieramento, per taglia o velocità. I balestrucci, per esempio, prima di intraprendere il loro viaggio si "allenano". In pratica, si riuniscono in stormi molto numerosi e fanno alcuni brevi percorsi. Tra gli uccelli migratori più veloci ci collocano le rondini, gli storni, le tortore, le anatre ed i cormorani. Abbandonano il Bel Paese in autunno per tornare in primavera.

Continua la lettura
57

I periodi

A Novembre, giungono in Italia le strolaghe dai paesi nordici e ripartono in febbraio. Alcuni uccelli sostano solo per brevi o lunghi periodi, per poi riprendere il viaggio. Una parte di migratori viaggiano la notte; altri esemplari, invece, solo di giorno, come le cicogne ed i rapaci. Sfruttano le correnti ascensionali per migliorare il volo. I tordi, i fringuelli, le cince e i pettirossi viaggiano indifferentemente di giorno e di notte. La migrazione popola i cieli italiani da settembre a novembre e da febbraio a giugno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Osserva i cieli da settembre a novembre e da febbraio a giugno
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

I principali uccelli da stagno

Tra gli animali presenti nel nostro pianeta troviamo gli uccelli da stagno. Lo stagno è uno specchio d'acqua immobile, non molto profondo e abbastanza piccolo. Esso è posto in luoghi dove vi è la giusta alimentazione per la fauna e un fondale resistente....
Volatili

Come riconoscere un fringuello

Svilupperemo la guida che seguirà sulla una tematica riguardante gli animali e, più precisamente, gli uccelli. Infatti, avrete notato anche attraverso il titolo che accompagna il nostro articolo, ora andremo a offrirvi qualche utile indicazione su come...
Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura delle quaglie

Chi decide di allevare quaglie (attività alla quale è stato assegnato il nome di Coturnicoltura) lo fa solitamente per avere a disposizione le uova che, oltre ad avere un sapore invitante, presentano ottimi valori dal punto di vista alimentare. In particolare,...
Pesci

La famiglia dei Salmonidi: caratteristiche

Quando si parla dei Salmonidi, ci si riferisce alla famiglia a cui appartengono diverse specie di pesci tra cui il salmone. Quest'ultimo, nello specifico è quello più conosciuto ed è maggiormente apprezzato per il consumo alimentare; infatti è molto...
Volatili

I 10 uccelli più grandi del mondo

Il mondo dei volatili si compone di moltissime specie. È un mondo, il loro, articolato e affascinante. Il volo degli uccelli si può osservare anche nelle metropoli. Infatti alcune di queste razze hanno trovato il loro habitat pure nelle città. Si tratta...
Volatili

Le differenti tipologie di anatra

Quando si pensa alle anatre si immagina il comune Germano reale o le varie anatre ibride sugli stagni locali. Tuttavia in natura ci sono molti tipi diversi di anatre. L'anatra appartiene all'ordine degli uccelli quelli degli Anseriformi: la sottofamiglia...
Volatili

Tutto sugli uccelli: i pinguini

Quando si pensa alla fauna antartica, i pinguini sono spesso i primi animali che vengono in mente. Infatti, queste creature leggiadre, divertenti ed eleganti sono considerate da molti come la specie firma del sud polare. Lo sapevate che molte specie di...
Volatili

Come riconoscere lo storno

Presente in oltre 100 Paesi, lo storno è una delle specie appartenenti alla famiglia degli Sturnidi più nota al mondo, in particolare per la sua spiccata adattabilità alla convivenza con l'uomo e la capacità di imitare perfettamente il verso di altri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.