Guida alla riproduzione degli uccelli

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli uccelli sono animali semplici ma molto curiosi da osservare, da cui inoltre si può apprendere moltissimo. Molte specie sono a rischio estinzione, e per questa ragione è bene capire come evitare che ciò accada cercando di farli accoppiare nel miglior modo possibile. È un'operazione che richiede una certa pratica e delicatezza, affinché tutto fili liscio. E di seguito cercheremo di darvi utili indicazioni in merito.
Sono molte le persone appassionate di uccelli, che ne studiano i comportamenti, che ne ammirano i colori e il suono del loro canto, tanto che molti, per preservarne la razza, cercano modi per farli accoppiare e continuare a far vivere le razze, anche quelle più rare. Quando in casa abbiamo una coppia di canarini o di pappagalli ed intendiamo ottenere la riproduzione, sono fondamentali alcuni accorgimenti, che servono a creare l'habitat naturale per farli nidificare e dare alla luce i piccoli. Quest'operazione richiede la posa di un nido d'affiancare alla gabbia o all'interno della stessa, e della paglia o ramoscelli per fare in modo che possano costruire come fanno in natura il giaciglio per covare le uova. A tale proposito, stiliamo in merito una guida alla riproduzione degli uccelli, attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili consigli su cosa fare e come muoversi, in modo che possiate avere le linee guida per poter far accoppiare i vostri uccelli nel periodo migliore dell'anno, e avere così una covata con molti pulcini. Mettiamoci quindi all'opera e vediamo come fare.

25

Periodo dell'accoppiamento

L'accoppiamento e la riproduzione degli uccelli avviene nel periodo primaverile, ed è preceduto da fase di corteggiamento reciproco tra il maschio e la femmina. I maschi per accattivarsi le simpatie si cimentano in spettacolari voli acrobatici oppure mettono in mostra il loro piumaggio, in genere sono espedienti che portano a buon fine e riescono ad entrare nella grazie della femmina che tuttavia dal canto suo, collabora all'incontro con un piacevole cinguettio che diventa un richiamo irresistibile per il maschio.

35

Periodo della fecondazione

Una volta che l'intesa tra il maschio e la femmina viene raggiunta, vi è l'accoppiamento e la femmina, inizia la fase di sviluppo embrionale. L'uovo dopo la fecondazione e quando si è del tutto sviluppato, viene espulso dal corpo della femmina che lo cova notte e giorno fino alla schiusa. Il numero delle uova che vengono deposte può variare in base alle specie di uccelli, e durante l'incubazione che varia dai 15 giorni a 2 mesi, gli embrioni quindi si sviluppano nutrendosi delle sostanze presenti all'interno del guscio. Le uova vengono deposte dalla femmina in diversi luoghi, a seconda delle abitudini di ogni singola specie: alcuni infatti, li depongono direttamente al suolo, mentre altri preferiscono il classico nido sui rami di un albero. La composizione del nido avviene con tutto ciò che le femmine e il maschio riescono a trasportare, dalla carta all'erba e anche le piume da loro stessi perse, o appositamente strappate dalla femmina dal suo corpo.

Continua la lettura
45

Periodo di schiusa

Quando la cova è terminata, avviene la schiusa ed il piccolo stesso dall'interno rompe il sottile guscio con un'apposita parte del corpicino che serve proprio per questa funzione. L'uccellino rimane nel nido sotto la ferrea protezione della madre che lo alimenta per un breve periodo di tempo, lo svezza e lo prepara al volo e alla vita indipendente quando sarà del tutto autonomo.
La riproduzione degli uccelli è piuttosto complicata ma è comunque possibile. Seguendo le istruzioni di questa guida sarà possibile far riprodurre i propri uccelli senza troppe complicazioni, in modo da far proliferare la specie nel miglior modo possibile e a lungo. Non mi resta quindi che augurare buon lavoro e buona fortuna.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

I principali uccelli da stagno

Tra gli animali presenti nel nostro pianeta troviamo gli uccelli da stagno. Lo stagno è uno specchio d'acqua immobile, non molto profondo e abbastanza piccolo. Esso è posto in luoghi dove vi è la giusta alimentazione per la fauna e un fondale resistente....
Volatili

Come riscaldare una gabbia per uccelli

Avere degli uccelli in gabbia, soprattutto all'aperto o in particolari condizioni fisiche, significa non solo provvedere alle loro cure ed alla alimentazione. È importante che i loro spazi, soprattutto quelli destinati al riposo notturno, abbiano una...
Volatili

Come rimuovere un nido di uccelli

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di ritrovarci un nido di uccelli in un piccolo spazio esterno della nostra abitazione come un giardino, un sottotetto, un balcone o una finestrella poco utilizzata. È importante rimuovere questo nido in...
Volatili

I 10 uccelli più grandi del mondo

Il mondo dei volatili si compone di moltissime specie. È un mondo, il loro, articolato e affascinante. Il volo degli uccelli si può osservare anche nelle metropoli. Infatti alcune di queste razze hanno trovato il loro habitat pure nelle città. Si tratta...
Volatili

I principali uccelli migratori

Gli uccelli migratori sono alcuni speciali volatili che durante il corso dell'anno, nel passaggio tra le stagioni, decidono di spostarsi dai luoghi troppo freddi in cui vivono verso le zone più calde, allo scopo di portare avanti i processi riproduttivi...
Volatili

Come nutrire gli uccelli selvatici

Quando si avvicinano le stagioni fredde, gli uccelli che sono stanziali, e quindi non migrano verso Paesi più caldi, incontrano notevoli difficoltà a reperire cibo per il sostentamento e la sopravvivenza. È facile, in inverno, trovare un uccellino...
Volatili

Come proteggere i cardellini degli uccelli predatori

I cardellini sono uccelli di piccola taglia della famiglia dei passeriformi. Si distinguono facilmente grazie alla macchia rossa sulla faccia e alla striscia gialla sulle ali, le quali spiccano in mezzo al resto delle piume marroni, nere e bianche. Da...
Volatili

Come Gestire Il Periodo Della Muta Degli Uccelli Da Gabbia

Al giorno d'oggi, quasi in ogni famiglia c'è la presenza, o si sente l'esigenza, di avere un animale domestico. Avere un animale in casa dà sicuramente grandi gioie, fa compagnia quando ci si sente soli e riesce a far distrarre delle preoccupazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.