Guida alle principali specie di meduse

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le meduse non sono certo creature che provocano a primo impatto sentimenti positivi nelle persone. Molti possono associarle alle brutte sorprese che, purtroppo, è possibile incontrare in mare. Certo è che alla fine non sia cosa di tutti i giorni incappare in una medusa. In ogni caso, si tratta di creature estremamente affascinanti. Ne esistono diverse specie che i più interessati si appassioneranno a conoscere. E in fondo anche chi ne ha un po' paura potrebbe interessarsi. Magari per scoprirne i rischi e poterle evitare. Vediamo quindi una guida alle principali specie di meduse esistenti.

25

Specie di meduse: parte 1

Esistono in natura diversi tipi di meduse, diversi per forma, colore e livello di possibile pericolo. Uno di essi è la aequorea forskalea. Questo tipo di medusa risulta essere di piccole dimensioni ed è del tutto innocua per l'uomo. Si può trovare in varie alcune zone costiere e solitamente vive in branco, ma non è pericolosa. Una seconda specie è quella della aurelia aurita, che risulta essere presente in nazioni come la Cina. Proprio in Cina è anche utilizzata per la preparazione di un piatto molto popolare. Si tratta di una creatura assolutamente non pericolosa, nonché molto fragile. Persino un minimo contatto con l'uomo potrebbe danneggiarla, quindi è lei ad essere in pericolo quando incontra l'uomo.

35

Specie di meduse: parte 2

Successivamente troviamo la carybdea marsupialis, una medusa che tipicamente vive lungo le coste australiane. La puntura di questa medusa può essere dannosa per l'uomo. Comunque, ilsuo veleno non è mortale e gli effetti sono intensi ma di breve durata. Poi conosciamo la cassiopea andromeda, che non risulta essere estremamente pericolosa. Il contatto con questo animale può al massimo causare alcune irritazioni. Solitamente i suoi habitat sono i fondali sabbiosi, talvolta anche rocciosi.

Continua la lettura
45

Specie di meduse: parte 3

Tra le specie di meduse più famose, troviamo la catostylus tagi. Questa medusa non punge ma è sempre sconsigliato il contatto. Infatti si potrebbe comunque incorrere in qualche irritazione. Questa medusa è molto diffusa lungo le zone costiere del Portogallo. Come abbiamo visto, ogni tipo di medusa possiede delle caratteristiche diverse. Ne esistono ovviamente tantissime altre, che è difficile elencare in una guida, ma che sui libri potranno appassionare tante persone. Negli ultimi anni infatti sempre più individui si avvicinano alle esplorazioni marine. La conoscenza delle meduse può essere un ulteriore incentivo per immergersi alla scoperta di flora e fauna.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

I 10 animali più pericolosi del mondo

Delle specie solitamente ritenute tranquille, apparentemente amichevoli, in realtà possono essere letali, qualora fossero provocati dall'uomo. Tra cui 10 animali che non ti aspetteresti mai di trovare in questa guida, più pericolosi del mondo. Come,...
Invertebrati e Insetti

Come si suddividono gli invertebrati

Gli invertebrati sono una categoria di animali che si accomuna in base ad una caratteristica specifica, ovvero il fatto di essere privi di colonna vertebrale e scheletro interno. Spesso, infatti, si utilizza il termine "invertebrati" senza avere ben chiaro...
Pesci

Le principali minacce per i pesci marini

L'ecosistema marino negli ultimi decenni soffre di vari problemi, si sa. Purtroppo alla base ci sono fattori negativi che vedono come responsabile l'uomo. La situazione, allo stato attuale, mostra un'evoluzione che non promette miglioramenti, anzi. Le...
Pesci

I principali tipi di pesce azzurro

Chi di noi non ha mai mangiato un delizioso piatto in cui l'elemento predominante era il pesce azzurro? I pesci azzurri sono quei tipi di pesci che sono chiamati così perché hanno una colorazione particolare, tendente al blu e al verde e spesso anche...
Cura dell'Animale

I 5 animali più longevi

La terra è un bellissimo e rigoglioso scrigno, ricco di vita perennemente in fermento e in costante crescita. Anche se attraverso il tempo l'uomo è riuscito a evolversi, pretendendo lo scettro di "animale" più intelligente, esistono in natura creature...
Altri Mammiferi

I 10 animali più velenosi al mondo

Faremo oggi insieme un viaggio virtuale in quello che è il meraviglioso mondo degli animali, creature fantastiche ed affascinanti che rendono più ricco e più bello il nostro pianeta. Ma per quanto essi possano essere intriganti, sono talmente numerosi...
Altri Mammiferi

Gli animali più pericolosi d’Australia

L'Australia è un Paese meraviglioso che, grazie alla sua estensione, offre ai visitatori paesaggi affascinanti nella loro diversità. Oltretutto, la densità di popolazione molto bassa ha lasciato una gran parte del territorio intatta. Ad ogni modo,...
Altri Mammiferi

Gli animali più pericolosi d’America

Il nostro pianeta è abitato da animali pericolosi e, talvolta, misteriosi. Molti di questi animali sono in grado di uccidere, con il loro veleno, un uomo nel giro di pochi minuti. A volte, molti di questi animali, sembrano innocui tanto sono piccoli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.