I principali gruppi di animali

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un gruppo di animali è costituito da animali che sono tutti uguali in modo importante, che gli scienziati hanno raggruppato per rendere più facile studiarli. Ci sono molti gruppi di animali diversi e ognuno di essi in tutto il mondo appartiene ad uno di loro. I cinque gruppu più noti di vertebrati (animali con spina dorsale) sono mammiferi, uccelli, pesci, rettili, anfibi. Ci sono però anche degli animali senza spina dorsale, i quali sono chiamati invertebrati e fanno parte della classe degli Artropodi. Due dei gruppi più comunemente noti degli invertebrati sono gli aracnidi (ragni) e gli insetti. Premesso questo, vediamo quali sono i principali gruppi di animali.

25

I mammiferi

I mammiferi sono caratterizzati dalla pelliccia (che tutte le specie possiedono), il latte con cui allattano i loro giovani e il loro metabolismo a sangue caldo, che, come gli uccelli, permette loro di abitare in una vasta gamma di habitat. I mammiferi sono vertebrati, presentano lo scheletro.

35

Invertebrati

Gli invertebrati si caratterizzano per la loro mancanza di dorsali e scheletri interni, così come la loro semplice anatomia e il comportamento, almeno rispetto alla maggior parte dei vertebrati. Oggi, gli invertebrati rappresentano un enorme 97 per cento di tutte le specie animali; questo gruppo ampiamente vario comprende insetti, vermi, artropodi, spugne, molluschi, polpi e innumerevoli altre famiglie.

Continua la lettura
45

I pesci

I primi veri vertebrati sulla terra, sono i pesci che si sono evoluti da antenati invertebrati circa 500 milioni di anni fa e hanno dominato gli oceani, i laghi e i fiumi del mondo. Ci sono tre tipi principali di pesci: pesci ossei (che include tali specie familiari come tonno e salmone); pesci cartilaginei (che comprende squali, razze e pattini) e pesci jawless (una piccola famiglia composta interamente da Myxinidae e lamprede). I pesci respirano utilizzando branchie e sono dotati di "linee laterali" che rilevano correnti d'acqua e persino elettricità.

55

Gli anfibi

Quando i primi anfibi si sono evoluti dai loro antenati tetrapodi, 400 milioni di anni fa, sono diventati rapidamente i vertebrati dominanti sulla terra. Tuttavia, il loro regno non era destinato a durare; le rane, rospi, le salamandre e le cecilie che compongono questo gruppo sono stati a lungo gareggiati da rettili, uccelli e mammiferi. Gli anfibi sono caratterizzati dalla loro stile di vita semi-acquatica (devono rimanere vicino a corpi d'acqua, sia per mantenere l'umidità della loro pelle e per deporre le uova) e oggi sono tra gli animali più a rischio del pianeta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come avviene il fenomeno della migrazione degli animali

La migrazione rappresenta uno spostamento di un qualsiasi essere, da quella che è la sede abituale verso un'altra, che risulti essere più congeniale ed adeguata a delle nuove necessità. Il fenomeno della migrazione caratterizza molte specie animali...
Cura dell'Animale

Specie animali che vanno in letargo

Il mondo degli animali è ricco di sorprese. Tra nuove specie e novità riguardo gli animali più stravaganti, è sempre una gioia scoprire qualcosa in più sul fantastico mondo degli animali. Anche loro hanno un'anima dopotutto. Come ben sapete, durante...
Cura dell'Animale

Viaggiare con gli animali: consigli utili

Prima di metterci in viaggio ci sono molto cose da programmare, non solo quelle che riguardano noi ma anche i nostri amici a quattro zampe. Chi ha degli animali domestici difficilmente se ne separa. Consideriamo che però per spostamenti di pochi giorni...
Cura dell'Animale

Come sostenere gli animali abbandonati

In questa guida andrete a vedere come sostenere gli animali abbandonati. Ultimamente, infatti, è sempre più frequente questo argomento. Li animali non si devono abbandonare o in loro si instaurerà un comportamento insolito. Si tratta di trauma post-abbandono....
Cura dell'Animale

10 modi per aiutare gli animali abbandonati

A tutti, purtroppo, sarà capitato di imbattersi in animali abbandonati. Oltre 70.000 sono gli animali che vengono abbandonati durante l'anno, con picchi nella stagione estiva. Ma come comportarsi quando ritroviamo un simpatico cagnolino o un gattino...
Cura dell'Animale

Gli animali che vanno in letargo in autunno

Il mondo naturale è senza dubbio qualcosa di affascinante, da cui non si smetterà mai di imparare qualcosa. Gli animali, ad esempio, non sono tutti uguali, ed oltre alle distinzioni più generali tra mammiferi, uccelli e rettili, si può individuare...
Cura dell'Animale

Specie animali che depongono più uova

Se amiamo gli animali, studiare la vita ed i comportamenti degli animali si rivela un qualcosa di molto bello ed allo stesso tempo anche di molto appassionante. Tra le varie specie di animali, sono in molte quelle che depongono le uova, in questa vedremo...
Cura dell'Animale

Come curare animali domestici in modo naturale: le piante più utili

Prendersi cura dei propri animali domestici rappresenta un obbligo assoluto per ogni padrone che si rispetti. Forse non tutti sanno che è possibile curare i nostri amici a quattro zampe anche con l'aiuto e il supporto di alcune comuni piante naturali....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.