La cura del toporagno: 5 errori da evitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il toporagno è una specie di topolino con la "proboscide". È davvero molto piccolo, pare addirittura sia il più piccolo mammifero esistente. Può essere lungo, infatti, da 2 a massimo 15 cm e pesare dai 2 ai 100 grammi. Si tratta di un animaletto selvatico, che vive per lo più sottoterra e predilige la campagna come suo habitat. La sua principale attività è quella di mangiare. Ha infatti un metabolismo davvero molto accelerato, che lo costringe a nutrirsi in continuazione con i suoi piccoli dentini aguzzi. Se però vi dovesse capitare di dovervi prendere cura di un piccolo toporagno, magari ferito o in difficoltà, sarà bene tenere a mente i 5 principali errori da evitare.

26

Evitate il contatto con altri animali

Innanzitutto, tenete ben presente che il toporagno, sebbene piccolo e carino, è un animaletto davvero irascibile e molto legato al suo territorio. È un tipo solitario, non ama la compagnia di altri suoi simili, figuriamoci quella di altri animali. Quindi, occhio a tenerlo ben lontano da altri animali domestici, perché i suoi dentini aguzzi possono rivelarsi molto pericolosi: il suo morso, infatti, può fare davvero molto male.

36

Non consideratelo un animale domestico

Il toporagno non è assolutamente un animale domestico, quindi evitate di trattarlo come se lo fosse. Non si tratta di un tenero porcellino d'india o di un criceto. Il toporagno è un animale selvatico, ha bisogno di spazio, di scavare a volontà e soprattutto di mangiare in continuazione. Quindi, a meno che non vogliate dedicare tutto il vostro tempo libero ad accudire un toporagno, entrate nella mentalità che le vostre cure dovranno essere temporanee, magari giusto il tempo per rimetterlo in sesto e poi lasciarlo libero di tornare nel suo habitat naturale.

Continua la lettura
46

Evitate la luce del sole

Se state prendendovi cura di un toporagno, e ci auguriamo si tratti per poco tempo, assicuratevi di non tenerlo alla luce del sole. Pare, infatti, che il calore e i raggi solari gli siano altamente nocivi, addirittura anche fatali. Ed è per questo, infatti, che il toporagno vive di norma sottoterra, passando il suo tempo tra pisolini e scorpacciate.

56

Non trattatelo da vegetariano

Il toporagno è assolutamente carnivoro, quindi occhio a non trattarlo come un vegetariano. Il piccolo topino in questione, infatti, è sempre costantemente affamato. Dovrete preoccuparvi di dargli da mangiare molto spesso, e una quantità sufficiente di nutrimento giornaliero pari a circa l'80/90 per cento della sua intera massa corporea. Cosa mangia il toporagno? Insetti, piccoli animaletti come altri topolini o rane, e se proprio non ne disponete, potrete ricorrere alla carne macinata.

66

Evitate i distributori dell'acqua

Dopo una bella mangiata, il toporagno avrà bisogno di bere molta acqua. Attenzione però, perché il toporagno è un animaletto davvero molto piccolo, quindi potrebbe avere non poche difficoltà a bere dai normali distributori di acqua ideati per topi e criceti. Se non volete che il vostro toporagno muoia disidratato, assicuratevi che abbia sempre a disposizione un piattino basso di acqua fresca e pulita. Cambiate spesso l'acqua se necessario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura delle galline

Se abbiamo un piccolo pollaio ed intendiamo allevare con cura le galline, ci sono alcuni importanti accorgimenti da prendere per evitare di commettere errori che si ripercuotono sulla loro salute, e non ci consentono più di ottenere le tanto attese uova...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione estiva

In tutte le stagioni, secondo la temperatura, è necessario prendere gli opportuni accorgimenti. Ciò non è valido soltanto per le persone. Bensì anche per gli animali domestici. Nella stagione estiva, con il clima spesso torrido, occorre adottare alcune...
Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura dei conigli

I conigli per merito del loro aspetto buffo e grazioso, sono facili da amare. Tuttavia non è altrettanto facile prendersene cura in modo corretto. Questi animali adorabili sono compagni meravigliosi per le persone che conoscono le loro esigenze e trascorrono...
Cura dell'Animale

Influenza canina: sintomi e cura

Anche se le due patologie hanno una eziopatogenesi ovviamente differente, numerosi sintomi dell'influenza canina sono simili a quelli dell'influenza umana. Chiaramente il malanno influenzale nel cane va curato in una maniera del tutto differente da...
Cura dell'Animale

5 consigli per la cura della cavia

La cavia è un adorabile roditore originario del Sud America. È molto simpatico ed è capace di instaurare un profondo legame con i suoi padroni. Prendersi cura di una cavia è facile, non è un animale di molte pretese. Tuttavia, come ogni animale,...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di uno Shiba - inu

Lo shiba- inu è un cane giapponese dal carattere molto docile che si affeziona molto facilmente e che tiene tantissima compagnia. Ma è anche un cane che sa difendere il suo padrone. In più è un ottimo cane da caccia. Shiba-Inu vuol dire letteralmente...
Cura dell'Animale

Prodotti indispensabili per la cura del gatto

Avete un gatto come animale domestico, però lo trovate infelice? Magari sta male per qualche motivo che nemmeno il vostro veterinario riesce a capire. Spesso la risposta sta nelle piccole attenzioni da dare al proprio gatto, dal tipo di alimentazione...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Il cane è ormai l'amico fedele dell'uomo: vive liberamente nelle nostre case, dorme senza problemi nei nostri letti ma al contempo lecca tutto ciò che trova per strada. Seppure proviamo un amore incondizionato, è necessario ricordare che il cane è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.