Le caratteristiche degli insetti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli insetti sono tra le specie animali più evolute. Infatti, grazie alle loro peculiarità, gli insetti sono a meno rischio di estinzione rispetto ai mammiferi, ai pesci o ai volatili. Basti pensare che nonostante ci siano moltissime varietà di insetti, al mondo ce ne sono milioni ancora da scoprire. Vediamo insieme quindi, le caratteristiche principali degli insetti.

26

L'esoscheletro

A differenza di quanto si crede, gli insetti hanno un esoscheletro abbastanza rigido che gli permette di proteggersi dall'ambiente che li circonda. Molti insetti ad esempio, hanno un esoscheletro così duro da poter essere classificato come corazza. Grazie all'esoscheletro in passato, gli insetti potettero abbandonare gli ambienti umidi in cui si erano abituati per poi spostarsi altrove in modo da moltiplicarsi più facilmente.

36

Le ali

Tra le tantissime specie di insetti, vi sono alcune che possiedono ali e quindi sono in grado di volare. Esse sono dei veri e propri organi esterni. Difatti, sono formate da delle venature dove vi scorre all'interno l'emolinfa, un liquido vitale simile al nostro sangue. Il loro numero e la loro grandezza varia in base al tipo di insetto. Gli insetti con questa particolare caratteristica possono essere classificati in: Rincoti, Lepidotteri e Imenotteri.

Continua la lettura
46

Il capo

La testa, o il capo, degli insetti sembra essere staccato rispetto al resto del corpo. Se non fosse per un piccolo anellino che li unisce chiamato, per l'appunto, collo. Ha una forma che varia a seconda della specie e presenta due aperture: l'apertura boccale e il foro occipitale. Sulla parte dorsale spesso vi sono le antenne, utili per comunicare e percepire suoni. Gli occhi invece, possono essere anche più di due e sono l'elemento principale per determinare se la tipologia di insetto è di natura notturna o diurna.

56

Le zampe

Come per le ali e gli occhi, gli insetti possono avere molteplici zampe, basti pensare al millepiedi ad esempio. La loro funzione principale è senza dubbio la dislocazione, tuttavia, per gli insetti con le ali possono essere un valido supporto durante il volo. Per gli insetti acquatici invece, le zampe chiamate "natatorie" sono utilizzare per muoversi al di sotto della superficie dell'acqua.

66

L'addome

Ultimo ma non meno importante, una delle caratteristiche principali degli insetti è sicuramente l'addome. Quest'ultimo infatti, permette ad essi sia di avere le normali funzioni fisiologiche e sia di riprodursi, poiché è compreso anche l'apparato genitale interno ed esterno. L'addome di un insetto è composto da undici uriti, ovvero dei segmenti che hanno una consistenza più morbida rispetto all'esoscheletro. La forma, come nelle altre caratteristiche sopraelencate, varia a seconda della specie di insetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

La famiglia degli antropodi: caratteristiche e suddivisione

Gli antropodi appartengono al gruppo degli invertebrati che comprende delle specie molto note come ad esempio i ragni gli scorpioni e millepiedi tanto per citarne qualcuno. La specie si suddivide poi in 4 gruppi che vengono identificati come Aracnidi,...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere gli insetti

Ogni giorno attorno a noi ruota un piccolo micro mondo costituito da piccole creature che si muovono e volano. Solitamente li definiamo tutti insetti senza tuttavia saperli distinguere tra loro.Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice...
Invertebrati e Insetti

Come si suddividono gli invertebrati

Gli invertebrati sono una categoria di animali che si accomuna in base ad una caratteristica specifica, ovvero il fatto di essere privi di colonna vertebrale e scheletro interno. Spesso, infatti, si utilizza il termine "invertebrati" senza avere ben chiaro...
Pesci

Le principali minacce per i pesci marini

L'ecosistema marino negli ultimi decenni soffre di vari problemi, si sa. Purtroppo alla base ci sono fattori negativi che vedono come responsabile l'uomo. La situazione, allo stato attuale, mostra un'evoluzione che non promette miglioramenti, anzi. Le...
Rettili e Anfibi

Tartarughe: classificazione e anatomia

Le tartarughe, questi rettili così diffusi in tutto il nostro pianeta, hanno una storia davvero antica. Si considera che la loro presenza risalga all'incirca a 220 milioni di anni fa, nel periodo del tardo Triassico. Le tartarughe riuscirono a sopravvivere,...
Altri Mammiferi

Come riconoscere un armadillo

Oggi in questa guida cercheremo di capire velocemente come riconoscere un armadillo. Questo animale, molto particolare, in quanto corazzato, appartiene alla famiglia dei mammiferi e per tale si presenta al mondo come vertebrato (classe d'animale cosmopolita...
Pesci

I 5 pesci più strani in assoluto

Il mare è forse l'ecosistema che racchiude in sé le specie animali più strane in assoluto. Forse le grandi profondità sono i luoghi che nascondono il maggiore numero di specie dagli aspetti inusuali e apparentemente paurosi. In realtà, le loro forme...
Invertebrati e Insetti

L'allevamento dell'insetto foglia

Al giorno d'oggi sempre più persone si dilettano ne l'allevamento di specie animali molto particolari. Da chi si limita ad avere i classici animali da compagnia, a chi preferisce avere in casa serpenti delle più svariate dimensioni e pericolosità....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.