Le caratteristiche degli struzzi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nel mondo esistono moltissimi animali di tantissime specie e se siamo degli appassionati della natura, sarebbe molto bello conoscere le caratteristiche degli animali che più ci piacciono. Per farlo non dovremo fare altro che ricercare su internet, fra le moltissime guide presenti che ci illustreranno tutto quello che c'è da sapere sull'animale di nostro interesse. In questa guida, in particolare, vedremo tutte le caratteristiche degli struzzi. Questo animale appartiene alla famiglia degli uccelli ed è il più grande pennuto esistente che non è in grado di volare.

25

Anche visto da lontano lo struzzo è inconfondibile. Corpo tozzo e robusto ricoperta da un piumaggio arricciato e folto, collo lungo e sottile, in gran parte nudo, che termina con una testa piccola e piatta ed un becco a punta. Come tutti gli uccelli ha anche le ali, anche se, vuoi anche per la conformazione fisica, non gli permettono di volare. Infatti un esemplare può raggiungere i 150 chilogrammi di peso, per un'altezza di 2 metri e mezzo e una lunghezza di 1 metro e 80. Nonostante ciò è l'uccello corridore più veloce, che in casi particolari ha toccato anche i 100 km/h. I due sessi si differenziano, fra le altre cose, per il colore del piumaggio: il maschio ha tutte le piume del tronco di color nero-carbone, quelle della coda e dell'ala bianche, il collo rosso-vivo e le cosce carnicine; le femmine sono grigio-brune e bianco-sporche sulle ali e sulla coda e ripetono la colorazione dei compagni negli occhi bruni e nel becco giallo-corneo.

35

Gli struzzi in natura vivono in ambienti aridi, con poca disponibilità di cibo, quindi non possono che essere animali che in relazione al fisico mangiano relativamente poco. Si nutrono principalmente di vegetali, ma non disdegnano anche piccoli vertebrati. Il periodo della riproduzione inizia poco prima della primavera. Il nido dove vengono deposte le uova consiste in un buco nel terreno, abbastanza grande, con degli argini in terra fatti con le zampe. Ogni nido può contenere fino a venti uova e i piccoli vedono la luce dopo circa sei - sette settimane.

Continua la lettura
45

Sono tante le curiosità che caratterizzano questo animale. Per esempio si dice che quando hanno paura gli struzzi nascondano la testa sotto la sabbia. In realtà l'uccello assume una posizione di difesa, accovacciandosi in modo da simulare la forma di una roccia o di un cespuglio, e solamente quando il predatore è vicino schizzare via velocissimo. Comunque la testa viene nascosta con il corpo e non sotto terra.

55

A questo punto la nostra breve guida è terminata. Per conoscere tutte le caratteristiche dell struzzo, non dovremo fare altro che leggere con molto attenzione tutti quanti i passaggi riportati nei passi precedenti. Inoltre se vogliamo approfondire la conoscenza di questo particolare animale, potremo facilmente trovare su qualsiasi motore di ricerca, alcuni brevi documentari che illustreranno la vita dello struzzo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come Trovare Un Nandù

Il Nandù non è altro che un grosso uccello molto simile agli struzzi per la sua fisionomia. Può facilmente raggiungere il metro e mezzo di altezza e i 25-30 chilogrammi di peso. Si tratta infatti del più grande uccello che è possibile trovare in...
Volatili

Come riconoscere un uovo fecondato

Mentre l'umanità fa passi da gigante verso un mondo sempre più tecnologico, le persone sembrano riscoprire gli aspetti più semplici come l'agricoltura, la natura e gli alimenti genuini. Possedere delle uova fresche e di qualità rappresenta, al giorno...
Volatili

I 10 uccelli più grandi del mondo

Il mondo dei volatili si compone di moltissime specie. È un mondo, il loro, articolato e affascinante. Il volo degli uccelli si può osservare anche nelle metropoli. Infatti alcune di queste razze hanno trovato il loro habitat pure nelle città. Si tratta...
Volatili

I volatili più longevi al mondo

Tra i primati che si possono rilevare in natura uno dei più interessanti riguarda la longevità, argomento che affascina da sempre scienziati e filosofi. Questa volta ci soffermiamo sui volatili più longevi al mondo, tenendo conto che la media per queste...
Volatili

Come aiutare un Uccellino caduto dal Nido

È possibile che vi sia capitato di trovare un uccellino impaurito caduto dal nido, impietrito e incapace di volare. E vi sarà anche capitato di domandarvi come poterlo aiutare per evitare che la piccola bestiola incorra in eventuali pericoli. Ma per...
Volatili

Airone: le differenti specie

L'airone è un uccello della famiglia degli ardeidi dell'ordine dei Pelecaniformes. Il nome di questi uccelli, secondo la leggenda narrata da Ovidio, viene dalla cittadina di Ardea, dalla quale un airone spiccò il volo dopo che Enea la distrusse completamente....
Volatili

Come riconoscere un'upupa

L'upupa è un meraviglioso uccello di medie dimensioni, che presenta il becco lungo e sottile, ma ciò che lo caratterizza per poterlo riconoscere è il piumaggio formato da un ciuffo di penne sul capo. Il nome di questo animale rappresenta un'onomatopea...
Volatili

Come riconoscere il rondone

Il rondone fa parte della famiglia degli Apodiformi (ordine di classe degli uccelli) e si trova comunemente nella Penisola Italiana da Marzo-Aprile fino a Ottobre-Novembre. Le specie individuate precisamente in Italia sono il rondone comune, pallido e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.