Le piante più tossiche per i porcellini d'India

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per chi possiede un porcellino d'india bisogna prestare molta attenzione a ciò che mangiano. Quando lo facciamo uscire per farlo camminare un po' bisogna prestare attenzione agli alimenti che ingeriscono, o che comunque si trovano lungo la loro strada. Partiamo dal presupposto che i porcellini d'india non mangiano quello che non gli va, ma allo stesso tempo bisogna prestare loro le dovute attenzioni. Vediamo quindi quali sono le varie piante che risultano essere particolarmente tossiche.

27

I tulipani

Una prima pianta di cui il porcellino d'india non può ingerire è il tulipano. Esistono delle tipologie di fiori, come questa, che risulta essere particolarmente nociva per i nostri piccoli amici animali. Quindi eliminate in casa tutto ciò che provenga da questa categoria di fiore.

37

La pianta di pomodoro

Le foglie di pianta di pomodoro sono un'altra categoria di pianta assolutamente pericolosa. Questo tipo di pianta ha due particolarità: uno riguarda la sua specie che risulta essere non molto proficua per l'addome dell'animale, mentre l'altro caso riguarda il fatto che queste piante risultano essere spesso piene di pesticidi e che quindi non assolutamente idonee per la loro salute.

Continua la lettura
47

La lattuga iceberg

Altra pianta, in questo caso verdura, è la lattuga iceberg. Questo tipo di lattuga appartiene alla famiglia del cavolo. Trattandosi di questa tipologia di famiglia, la lattuga risulta non essere molto digeribile per i nostri piccoli porcellini d'india. Basti pensare che anche l'uomo, che si trova nelle condizioni di soffrire di sintomi di colite, non può ingerire questo tipo di insalata proprio perché appartenente alla famiglia del cavolo verde, molto pesante e a volte dolorosa da digerire.

57

Le piante del mais

Altre tipologie di piante che i porcellini d'india non devono trovare sul loro cammino sono quelle che producono il mais. A causa della loro struttura filamentosa questa tipologia di pianta risulta essere piuttosto pericolosa perché bloccherebbe la digeribilità del piccolo roditore. Il loro intestino non permette l'assimilazione di una pianta dalla superficie così spessa e grezza.

67

Il mughetto

Poi entriamo nella categoria delle piante velenose. I mughetti sono dei particolari fiori che nascono nei boschi, ma molto spesso, grazie alla loro forma gradevole, risultano essere delle valide decorazioni per il giardino e la casa e quindi vengono spesso coltivate. Ma bisogna prestare attenzione perché si tratta di una tipologia di pianta che in ogni sua parte risulta essere assolutamente velenosa. Per l'uomo ovviamente si può evitare il problema ma il porcellino d'india sicuramente non ne riconosce il pericolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come scegliere i giochi per il porcellino d’India

Per chi non ama l'euforia dei classici animali domestici come cani e gatti, si può provare a tenere un porcellino d'india. Sono piccoli, innocui, molto dolci e riescono a vivere fino a nove anni. Però hanno bisogno di molte cure veterinarie e di una...
Cura dell'Animale

Come proteggere il porcellino d'india dal caldo

Sono sempre di più le persone che decidono di adottare animali perché oltre a farci compagnia, ci aiutano a rilassarci quando rientriamo in casa dopo una stressante giornata di lavoro. Gli animali che generalmente vengono adottati sono i cani, i gatti,...
Cura dell'Animale

Come proteggere il porcellino d'india dal freddo

Il porcellino d'india appartiene alla categoria dei roditori, facile da accudire. Come proteggere il porcellino d'india dal freddo: sono animali vivacissimi amano i grandi spazi, per questo è bene fornirli di una gabbia capiente e se possibile in compagnia,...
Cura dell'Animale

Porcellino d'india: le malattie più comuni

Chi possiede un porcellino d'india come animale domestico deve essere a conoscenza di eventuali patologie comuni che possono scaturire a tale animale. È giusto prestare le attenzioni su malattie che potrebbe contrarre: in questo modo potremmo dare a...
Cura dell'Animale

Porcellino d'India: i cibi da evitare

Il porcellino d'india è un particolarissimo roditori originario del Sudamerica, ma molto diffuso in tutto il Mondo.Questo roditore è un carinissimo animale domestico, infatti esse viene chiamato anche cavia domestica.Se vogliamo adottare questo simpaticissimo...
Cura dell'Animale

Come tagliare le unghie ad un porcellino d'India

Ecco una bella guida, che vogliamo dedicare a tutti i nostri lettori, che come noi amano il mondo degli animali. Cercheremo di capire meglio, come e di cosa abbiamo bisogno per tagliare, in modo preciso, le unghie al nostro porcellino d’India. Un animale,...
Cura dell'Animale

Come scegliere la gabbia per un porcellino d'india

All'interno di questa semplice ma utile guida, troverete ottimi suggerimenti per la scelta della gabbia più idonea per il vostro porcellino d'india, un delizioso roditore di taglia media, elevato al ruolo di animale da compagnia quando gli inglesi e...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella pulizia del porcellino d'India

Se abbiamo l'intenzione di allevare un porcellino d'India, è importante evitare alcuni banalissimi errori che potrebbero compromettere la sua sopravvivenza. Si tratta, infatti, di un esemplare che per vivere in condizioni ottimali ed a lungo, ha la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.