Le più comuni patologie del coniglio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I conigli sono come gli esseri umani soggetti a varie patologie talvolta gravi e serie, che tuttavia si possono prevenire e curare. Alcune sono dettate da specifici fattori esterni, ed altri associabili invece a vere e proprie malattie. A tale proposito, ecco una lista con le più comuni patologie del coniglio.

26

Difetti ai denti

Una prima patologia tipica che interessa il coniglio è legata ai denti; infatti, questi ultimi crescono continuamente per tutto l'arco della sua vita e se presentano dei difetti, tendono costantemente a formare punte taglienti che danneggiano guance e lingua. Questo problema, provoca dolore ed impossibilità nel mangiare.

36

Infezione batterica

Lo stretto contatto del coniglio con uno infetto, può trasferire facilmente il batterio Pasteurella multocida. L'infezione può infatti influenzare gli occhi (arrossamento) e il naso (starnuti e secrezione), dando così origine alla patologia chiamata malattia "Tartufo". La Pasteurella può infettare anche altre zone del corpo, tra cui le orecchie (con conseguente inclinazione della testa), ascessi (visti come grumi sul corpo) e causare infezioni uterine nelle femmine.

Continua la lettura
46

Peli nello stomaco

I peli nello stomaco sono un'altra patologia tipica del coniglio, proprio come accade ai gatti; infatti, possono essere normalmente trovati nello stomaco di un coniglio, quando si lecca per le sue abituali ed istintive pulizie giornaliere. Tuttavia al contrario dei gatti, i conigli non possono vomitarli, per cui i peli devono per forza essere espulsi nelle feci e quindi passare attraverso l'intestino. In questo caso è consigliabile periodicamente aggiungere olio al cibo, in modo da renderlo più fluido, e quindi eliminare a priori l'inconveniente che spesso comporta un intervento chirurgico.

56

Tumori uterini

I tumori uterini sono molto diffusi nella femmine di coniglio, e nello specifico si tratta di una forma di cancro denominata adenocarcinoma uterino, per cui conviene rimediare in anteprima con la sterilizzazione. Alcuni dei segni clinici più comuni includono macchie di sangue, comportamento aggressivo e cisti ghiandolari e mammarie.

66

Mixomatosi

La Mixomatosi è un virus che viene trasmesso da zanzare, pulci o da uno stretto contatto con un coniglio già infetto. Questa patologia danneggia gli organi interni del coniglio come il fegato e l'intestino, e può anche causare emorragia o sanguinamento. La malattia può progredire molto rapidamente ed è spesso fatale, per cui periodiche visite veterinarie sono altamente consigliate a scopo preventivo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del furetto

Il furetto è un piccolo animale grazioso e simpatico che rappresenta una originale ed allegra alternativa per chi desidera prendersi cura di un piccolo animale domestico ma non vuole adottare un gatto, un cane o un pesce rosso. Il furetto, però, è...
Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del criceto

I criceti sono dei simpaticissimi animaletti. A spiccare è la loro agilità e vivacità, nonché le loro rigide e divertenti abitudini. Noto per la sua tipica routine di allenarsi nella ruota, il criceto è allo stesso tempo un animale particolarmente...
Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del gatto

I felini sono dei meravigliosi animali dotati di grande agilità, eleganza, furbizia, ecc. Un gatto giovane e sano è molto curioso, sempre in movimento soprattutto di notte, con un buon appettito e ritmi regolari in generale. Tuttavia anche gli animali...
Animali da Compagnia

Coniglio nano: le malattie più comuni

Tutti coloro che amano gli animali, e in particolare se sono amanti dei coniglietti, sanno molto bene che il coniglio nano è un animale molto sensibile e delicato, Per questo motivo è fondamentale prestare molta attenzione alla sua salute fisica. In...
Animali da Compagnia

Come allevare un coniglio nano

Esistono molteplici razze di conigli, i quali ormai sono divenuti animali da compagnia molto apprezzati. Essi, infatti, possono vivere anche in appartamento e non richiedono cure costanti come avviene per i cani o per i gatti. Tra le razze più ambite...
Animali da Compagnia

Come fare il bagno al coniglio d'angora

Il coniglio d'Angora è un tipo di coniglio molto particolare. Esso ha origini turche ed è ben diverso da qualsiasi altro coniglio: la sua lunga e davvero folta pelliccia è spesso usata per produrre la lana. Per questo motivo richiede particolare attenzione...
Animali da Compagnia

I cibi da non servire al proprio coniglio

Il coniglio è uno degli animali più delicati che sia. Allevare un coniglio non è affatto semplice, questo perché l'animale richiede particolari attenzioni ed è molto facile che si ammali. In primis occorre tenere il coniglio sempre pulito e in secondo...
Animali da Compagnia

Come fasciare la zampa al coniglio

Le lesioni del coniglio possono essere difficili da diagnosticare. Un coniglio non può vocalizzare il dolore come un cane ferito o un gatto. Se sospetti una lesione, dovrai esaminare fisicamente le zampe del coniglio per segni di irritazione, infiammazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.