Le principali minacce per i pesci marini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'ecosistema marino negli ultimi decenni soffre di vari problemi, si sa. Purtroppo alla base ci sono fattori negativi che vedono come responsabile l'uomo. La situazione, allo stato attuale, mostra un'evoluzione che non promette miglioramenti, anzi. Le principali minacce per i pesci marini e per la flora acquatica si potrebbero, però, ridimensionare con un grande sforzo a livello globale. Tutti dovrebbero fare la loro parte. Alcune cose risultano alla portata di chiunque, non dimentichiamolo. Viceversa, non facendo nulla, l'unico risultato sarà di avere mari e oceani sempre più inquinati e spopolati. Molte specie ittiche sono già scomparse, altre stanno correndo il rischio di seguire la medesima sorte. Per capire come salvare i pesci (e gli oceani), occorre naturalmente capire quali pericoli li insidiano. Ecco la lista dei più importanti.

26

Rifiuti plastici

Fra le principali minacce per i pesci marini troviamo i rifiuti. La quantità di plastica presente nei mari e negli oceani è davvero sbalorditiva. Volete farvene un'idea? Vi basterà pensare che ogni anno viene riversata in acqua una quantità di materie plastiche di circa 8 milioni di tonnellate. Frammentandosi, queste sostanze vengono facilmente ingerite dai pesci. I danni riguardano in primis il sistema immunitario e quello endocrino. I pesci in pratica diventano più deboli e presentano anomalie o difficoltà riproduttive. Vi sembra una brutta notizia? Forse c'è di peggio: la platisfera. Di cosa si tratta? Di un particolare ecosistema presente nelle immense discariche galleggianti. Al suo interno, sono stati trovati microrganismi pericolosi per i pesci e per l'uomo. I pesci, poi, sono tanto più indifesi perché questi germi risultano alieni all'ecosistema marino. Ne deriva che il loro sistema immunitario non è preparato a fronteggiarli.

36

Surriscaldamento globale

Gli strati superficiali delle acque risentono del surriscaldamento globale. Questo comporta un rimpicciolimento della fauna ittica. Il fenomeno è noto da tempo agli scienziati. La causa risiede nella maggiore difficoltà dei pesci a reperire nutrienti. Motivo? Un aumento termico dello strato marino più superficiale ostacola il mescolamento con l'acqua più fredda e più ricca di sostanza organica. Stando agli esperti, nel 2050 i pesci delle acque tropicali avranno perso un quarto della loro taglia. Anche i pesci presenti nei mari freddi come il merluzzo e il salmone risentono della carenza di cibo. In compenso, con il caldo aumentano le meduse. Peccato che un loro incremento sia a sua volta dannoso per l'ecosistema.

Continua la lettura
46

Acidificazione delle acque

L'inquinamento ambientale provoca un aumento di anidride carbonica, che in parte rimane intrappolata nelle acque marine. Questo evento rappresenta una fra le principali minacce per i pesci marini. La CO2, infatti, altera il Ph dell'acqua, rendendolo più acido. A complicare la cosa, il surriscaldamento globale, che accelera il processo. Le conseguenze per la fauna sono davvero devastanti. Si va dai danni al sistema nervoso alla maggiore difficoltà a reperire cibo. Quest'ultimo scarseggia per gli effetti negativi sull'esoscheletro (costituito da carbonato di calcio) di molluschi e altri animali, prede abituali dei pesci. Un guscio più fragile, infatti, significa minori probabilità di sopravvivere e arrivare all'età riproduttiva.

56

Overfishing

La pesca eccessiva è un'altra delle principali minacce per i pesci marini. Ha già provocato l'estinzione di numerose specie ittiche commestibili, e il trend non pare arrestarsi. Un esempio? Il tonno rosso, che tutti conosciamo. All'origine dell'overfishing ci sono 2 cause. Una è l'incremento demografico umano, e l'altra si trova in alcune tecniche di pesca. Quella con le reti a strascico è una di queste. Ogni anno provoca la morte di un numero incalcolabile di pesci e altri animali non commestibili.

66

Trivellazioni marine

Last but not least fra le principali minacce per i pesci marini, le trivellazioni petrolifere. Ovunque vengano effettuate, danneggiano gli ecosistemi locali. In particolare, ostacolano la riproduzione dei pesci, a cominciare dall'azione di disturbo sulle fasi del corteggiamento e via proseguendo. Anche in questo caso poi si riducono le fonti alimentari; insomma, un disastro. I pesci devono migrare, entrando così in territori occupati da altre specie con le quali dovranno competere. E dove magari le risorse alimentari, per tutte le cause elencate, risultano già scarse.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

10 pesci estinti

Nel corso di molti milioni d'anni, la fauna ittica ha visto la comparsa e la scomparsa di molte specie diverse. I pesci preistorici erano ben diversi da quelli attuali. Il loro successo biologico ha avuto una curva prima ascendente e poi discendente....
Pesci

Come allestire un acquario di coralli marini

I coralli marini hanno una bellezza incredibile, affascinante, che conquista. Allestire un acquario di coralli marini non è certo cosa facile, ma neanche impossibile. Nonostante non consigli questa esperienza a persone completamente a digiuno di nozioni...
Invertebrati e Insetti

Le caratteristiche degli echinodermi

Le caratteristiche degli echinodermi sono molteplici in quanto questi animaletti marini contano circa 7000 specie. Sono comunemente conosciuti come riccio di mare, e infatti lo stesso nome deriva proprio dal greco antico "echinos" riccio, e "derma" pelle....
Pesci

Come allevare un ippocampo

L'ippocampo, comunemente detto "cavalluccio marino", è un piccolo pesce marino così chiamato per la forma del capo e per il suo collo curvo. Il corpo è ricoperto da placche e gli occhi possono eseguire movimenti indipendenti. Predilige i fondi sabbiosi...
Altri Mammiferi

Guida ai mammiferi marini

Il nostro pianeta è abitato da un'immensa serie di specie e sottospecie di animali, tra i quali appunto i mammiferi marini. A loro volta questa gigante famiglia si scompone in altre sottocategorie, ciascuna caratterizzata da proprietà comuni ad ogni...
Pesci

I principali pesci marini per acquario

Prendersi cura del proprio acquario potrebbe non essere affatto semplice. Ciò significa non solo eseguire la giusta manutenzione, ma informarsi al meglio anche sulla tipologia di pesci da poter inserire al suo interno. Infatti, integrare dei nuovi pesci...
Cura dell'Animale

Come allevare i delfini

I delfini sono mammiferi marini che vivono nei mari e negli oceani, nei quali percorrono più di 100 km al giorno. Estremamente intelligenti e con una loro coscienza e sensibilità, sono in grado di riconoscersi allo specchio: una capacità provata solo...
Pesci

I principali pesci della Barriera Corallina

Il mare è una bellissima risorsa che la natura vi ha regalto e che merita di essere preservata, assieme al suo ecosistema. L'acqua non è l'elemento naturale dell'essere umano, ovviamente, tuttavia ne sarete rimasti affascinati almeno una volta nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.