Pappagalli: 5 errori da evitare se vuoi insegnare a parlare

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il pappagallo è un animale da compagnia che sta sempre conquistando un posto in ogni famiglia che ama gli animali, specialmente quelle che amano gli uccelli. Uno dei motivi che spingono molte persone ad avere questo fantastico animale è per la sua capacità di riprodurre i suoni. Infatti chiunque possegga un pappagallo, ha in mente solo uno scopo: insegnare il maggior numero di parole al pappagallo. Adesso vediamo i 5 errori da evitare assolutamente se vuoi insegnare al tuo pappagallo a parlare!

27

Usare frasi lunghe

L’errore che bisogna evitare in questo caso è quello di pretendere che il nostro pappagallo impari delle frasi lunghe e complesse. Il pappagallo riesce ad apprendere velocemente soltanto le frasi semplici e le parole che utilizziamo di più quotidianamente.

37

Costringerlo ad imparare contro la sua volontà

Il pappagallo non è un animale che possiamo addomesticare come il cane. Infatti non è un’attività comune per il pappagallo imparare i suoni prodotti dalla voce umana. Per questo motivo non dobbiamo costringerlo ad ogni ora del giorno a imparare le parole che più ci piacciono. E’ fondamentale cercare il tempo in cui il pappagallo è meno stressata per consentirli di apprendere le parole il più velocemente possibile!

Continua la lettura
47

Premiarlo poco

La maggior parte degli animale richiedono una ricompensa finale per poter capire che una volta eseguita una determinata azione, l’animale può aspettarsi del cibo. Infatti insegnare al pappagallo a parlare senza ricompensarlo della fatica, non farà altro che allungare i tempo per l’apprendimento. In certi casi può anche decidere di ignorarvi totalmente.

57

Parole senza gesti

Uno degli errori più frequenti che si commettono quando si insegna ad un pappagallo a parlare è la mancanza di gesti. Il pappagallo come tutti gli animali domestici ha bisogno di poter collegare mentalmente ogni parola con un gesto, per poterla imparare il più velocemente possibile. Ovviamente in questo caso bisogna ricordarsi che una frase lunga anche se accompagnata da gesti rimarrà sempre difficile da insegnare ad un pappagallo.

67

Passare poco tempo con lui

Il pappagallo è un animale che necessita di avere un rapporto di fiducia con il suo padrone. Molte persone non capiscono che per insegnare al proprio pappagallo a parlare, bisogna creare un vero rapporto di amicizia. Infatti se il pappagallo non ha abbastanza fiducia verso il padrone, difficilmente riuscirete ad insegnarli le parole o le frasi che desiderate di più. Sarà molto importante cercare di soddisfarlo in questo caso, per esempio, con il cibo che ama di più o semplicemente coccolarlo prima di andare a dormire.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come insegnare a parlare al merlo indiano

Se volete una animale di compagnia, più del cane e del gatto, potreste provare ad allevare un merlo indiano. Il merlo indiano, vero nome Gracula Religiosa, è un uccello molto raffinato, elegante e socievole. Questo animale riesce ad imitare la voce...
Volatili

Come insegnare al pappagallo a parlare

I pappagalli sono stupendi e intelligenti uccelli che hanno un folto piumaggio colorato ed il becco ricurvo. Si muovono in modo molto aggraziato, quasi come a pavoneggiarsi per mostrare le loro bellissime piume variopinte. Alcune specie di pappagalli...
Volatili

Le specie di pappagalli parlanti

I pappagalli appartengono all'ordine Psittaciformi. Si differenziano in circa 353 specie distribuite in America centrale e meridionale, Asia, Africa, Australia e Oceania. I pappagalli sono un gruppo molto vario, con dimensioni che vanno dai 10 cm al metro...
Volatili

5 regole d'oro per la cura dei pappagalli

I pappagalli sono animali di compagnia molto simpatici, oltre ad essere bellissimi dal punto di vista estetico, con il loro piumaggio colorato. Tuttavia sono animali molto delicati e in quanto tali hanno bisogno di cure particolari, soprattutto durante...
Volatili

Pappagalli Lori e Lorichetti

I Pappagalli Lori e Lorichetti sono degli uccelli dal manto variopinto: i colori delle loro piume sono molto vivaci e vanno dal rosso acceso, al viola intenso, al blu cobalto, al giallo, al verde smeraldo ecc. In natura ne esistono di varie dimensioni,...
Volatili

Come affrontare la muta dei pappagalli

Nella guida che introdurremo tramite questo passo iniziale, ci concentreremo su un animale molto interessante: il pappagallo. Ovviamente, la distinzione è sottile e dipende dalla lunghezza della coda,intendiamo anche la muta dei parrocchetti, i quali...
Volatili

5 modi per proteggere i pappagalli dal caldo

Nel momento in cui scegliamo di adottare degli animali in casa, dobbiamo essere certi che questi sicuramente ci precluderanno tantissime cose: basti pensare a quanti viaggi rinunciati per via dei nostri animali a quattro zampe, per esempio, nelle località...
Volatili

Pappagalli: le razze più colorate

Per molte persone, la prima cosa da cui vengono attirate per quanto riguarda gli uccelli è senz'altro lo splendido piumaggio colorato di un pappagallo. Ma il piumaggio dai colori vivaci di certo non è l'unica caratteristica che un proprietario potenziale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.