Prendersi cura di un gatto anziano

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Dalla nascita fino ai primi 3 anni d'età, un gatto va incontro ad un'enorme serie di cambiamenti. Nel suo primo anno di vita, il felino completa il suo sviluppo ed è sessualmente pronto all'accoppiamento. A partire dal terzo fino al decimo anno, vive quella che comunemente viene definita l'età adulta. Da lì in poi, inizia la vecchiaia. Considerando che vive in media 16 anni, ma ci sono esemplari che arrivano anche a 20, si può capire come questa fase sia molto importante e da non sottovalutare. Prendersi cura di un gatto anziano è più difficile, perché ha esigenze ben diverse da un micio giovane e, anche se non è detto che sia malato, è necessario che faccia controlli più frequenti dal veterinario.

24

Gli accorgimenti

Dobbiamo adottare alcuni accorgimenti che, quando era giovane, erano superflui. Spazzoliamolo tutti i giorni, i gatti si puliscono costantemente ma - raggiunta una certa età - sono meno efficaci del solito e per tanto tendono a formarsi palle di pelo che rimangono incastrate tra i peli e sono maleodoranti nonché territorio propizio per l'infiltrazione di eventuali parassiti; inoltre, la spazzolatura stimola sia la circolazione che le ghiandole sebacee. Controlliamo ed eventualmente tagliamo le unghie, che con l'età sono più fragili e si spezzettano e non sempre un gatto anziano riesce a farlo da solo.

34

Le abitudini alimentari

Tutti i felini sono molto riservati e difficilmente esplicitano il proprio dolore e, nello specifico, i gatti non fanno eccezione. Sta a noi monitorare la situazione e dare voce a quei piccoli segnali che ci fanno capire se è in corso una malattia. Le abitudini alimentari sono quelle da valutare maggiormente: se il gatto è inappetente, mangia meno o di più del solito, se ha difficoltà di deglutizione, allora è molto probabile che stia incubando qualche patogeno. Un altro segno possiamo averlo dalla lettiera. Normalmente, ad una certa età, i nostri compagni hanno appreso che i loro bisogni vanno fatti negli appositi contenitori.

Continua la lettura
44

Il medico

Teniamo sempre presente che il raggiungimento dell'anzianità è contrassegnato da un decadimento del fisico, della forza e delle capacità del nostro amico. Il gatto sarà inevitabilmente più svogliato, avrà meno voglia di giocare, correre e saltare e sono tutte cose normali ma se dorme troppo o se ha difficoltà di movimento allora è il caso di portarlo da un medico. Il pelo perde di lucentezza ma se cade a ciocche lasciando chiazze irritate di pelle scoperta, molto probabilmente avrà una dermatite od una micosi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come prendersi cura di un gatto persiano

Il gatto persiano ha un pelo davvero folto e lungo e un musetto "schiacciato". Non è una razza sorta spontaneamente ma appartiene ad una specie voluta e selezionata dall'uomo. Proprio per questo non è dotata di difese innate per i piccoli "inconvenienti"...
Gatti

Come prendersi cura del pelo del gatto

In questo articolo vedremo oggi come prendersi cura del pelo del gatto. Esso è veramente molto importante, in quanto ha il compito di proteggere l'animale dall'umidità, dal freddo e dagli sbalzi della temperatura. Perciò, è fondamentale prendersi...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto sordo

Gli animali domestici sono da sempre un'ottima compagnia per noi umani all'interno delle mura di casa; attualmente le abitazioni italiane sono popolate in maggior misura da cani e gatti di varie razze e taglie. Purtroppo molti felini, nonostante se ne...
Gatti

Come prendersi cura dei gatti a pelo lungo

Al giorno d'oggi il gatto è un tipico animale domestico, non più adoperato per la caccia ai topi, e ne esistono varie tipologie, ad esempio a pelo lungo. Il gatto a pelo lungo è sicuramente maestoso e bellissimo, ma difficile da gestire e curare. Naturalmente...
Gatti

Come prendersi cura di un Thai

Questo gatto dall'aspetto nobile e raffinato è in realtà un grande giocherellone che può stabilire buoni legami sia con i grandi che con i piccini. Spesso bisogna fare attenzione ad alcuni accorgimenti per prendercene cura al meglio. Vediamo allora...
Gatti

Come prendersi cura di un Ocicat

I gatti, come i cani, sono gli animali più amati dalle persone, e non è insolito trovare persone che li curano in maniera maniacale tanto da considerarli come parte integrante della propria famiglia. Ma affinché il proprio gatto abbia vita lunga è...
Gatti

Come prendersi cura di un maine coon

Il Maine Coon è un gatto estremamente affascinante capace di colpire grandi e piccini sia per il suo aspetto maestoso che per il suo carattere riflessivo ma allo stesso tempo giocoso. Nonostante il lungo pelo e le grandi dimensioni possano far pensare...
Gatti

Come prendersi cura di un angora turco

Il gatto angora turco è un piccolo felino di razza originario della Turchia e caratterizzato da eccezionale eleganza, dal pelo lungo e sericeo, e da un carattere molto vivace, comunicativo e socievole. La riscoperta dell'angora turco risale circa al...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.